Lys Gomis alla riscossa, altri assist per Stevanovic e Barreca

Lys Gomis alla riscossa, altri assist per Stevanovic e Barreca

Italia Granata / Il maggiore dei Gomis compie parate da campione alla prima da titolare col Trapani; bene anche Mattia Aramu. Verdi è sempre un elemento chiave dell’Empoli, l’ingresso di Parigini stavolta non salva il Perugia

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

 

La notizia più bella di questa puntata di Italia Granata? Sicuramente la prestazione da campione di Lys Gomis nel Trapani. Finalmente mister Boscaglia gli dà fiducia e lui la ripaga, i siciliani vincono anche per merito suo. Bene anche Mattia Aramu, vicino al primo gol in Serie B. Antonio Barreca e Alen Stevanovic sfornano altri assist, titolare Luca Parodi nell’Ancona, sempre fondamentale Simone Verdi nell’Empoli che vince e convince. Le note dolenti arrivano da Suciu, che nel Crotone si mangia un gol, ma soprattutto dalla Lega Pro: tutti in panchina Comentale, Gyasi e Ientile. In attesa di scoprire come se la caveranno Diop, Alfred Gomis e Chiosa nel posticipo di Serie B tra Ternana e Avellino, andiamo ad approfondire tutto.

SERIE A

VERDI (Empoli): sempre titolare fisso nell’Empoli di Sarri, che conferma le buone sensazioni di questo avvio di stagione vincendo e convincendo in casa contro il Palermo per 3-0, il trequartista si dimostra ancora una volta uno degli elementi chiave di un collettivo che funziona. Tante accelerazioni e tanti dribbling per lui, che vede Sorrentino negargli il primo gol in Serie A. Appuntamento, si immagina, solo rimandato, mentre in casa granata vien da chiedersi se la vivacità del giocatore classe 1992 davvero non sarebbe servita alla squadra di Ventura (Voto: 6,5)

SERIE B

PARIGINI (Perugia): Cade per la prima volta in questa stagione l’attuale capolista della Serie B, il Perugia. Gli umbri perdono 2-0 a La Spezia: Vittorio Parigini entra in campo al 7′ della ripresa, al posto di Falcinelli, ma questa volta non riesce a rivitalizzare la manovra offensiva. Risente senza dubbio, come tutta la squadra, della doppia inferiorità numerica (solo cinque minuti dopo il suo ingresso in campo il Perugia ha già due uomini in meno per le espulsioni di Nicco e Taddei) (Voto: 5,5)

GOMIS, ARAMU (Trapani): il tecnico dei siciliani Boscaglia rivoluziona la squadra contro il Latina: sono titolari anche Mattia Aramu e Lys Gomis, e la scelta è vincente perché il risultato premia il Trapani, che batte 1-0 i laziali. Bene Aramu, che dimostra di poter fare bene, rendendosi pericoloso e andando vicino al gol in più di una occasione (Voto: 6,5), ma c’è da sottolineare soprattutto il grande esordio del maggiore dei fratelli Gomis: è lui a salvare il Trapani su due calci piazzati di Viviani e su una conclusione di Esposito a tempo scaduto. Ora si spera che questa prestazione aiuti Lys a invertire le gerarchie di Boscaglia e a conquistarsi il posto fisso, ma nel frattempo il portiere, proprio oggi 25enne, si è fatto un bel regalo (Voto: 7,5)

STEVANOVIC (Bari); titolare il serbo come attaccante esterno a destra del 4-3-3 di Mangia, e con buon esito: suo l’assist per l’1-0 barese di Caputo, con un bel cross di destro. Poi Alen viene sostituito da Rozzi al 19′ st e i “galletti” vengono riacciuffati dalla marcatura modenese di Salifu (Voto: 6,5)

BARRECA, SCAGLIA (Cittadella): entrambi come sempre titolari, i due prodotti del vivaio Toro devono soccombere contro il Lanciano per la tripletta di Vastola che decreta la terza sconfitta consecutiva per il Cittadella di Foscarini (2-3 per gli abruzzesi il risultato finale). Scaglia non ha colpe particolari sui gol, ma fa comunque parte di una difesa che ne prende tre (Voto: 5,5), mentre Barreca sforna l’ennesimo assist di un bellissimo inizio di stagione per il primo gol veneto di Coralli (Voto: 6)

SUCIU (Crotone): i calabresi perdono per 1-0 a Livorno, ma con tanti rimpianti. Il centrocampista romeno in prestito dal Toro parte titolare e non gioca una brutta gara, ma su di lui pesa troppo un clamoroso errore sottoporta, anche in virtù del risultato finale. Esce al 71′ della ripresa per Oduamadi (Voto: 5,5)

LEGA PRO

PARODI (Ancona): nell’anticipo del venerdì, l’Ancona è caduto malamente al “Del Conero” contro il Grosseto col risultato di 0-2, frutto delle reti di Pichlmann e Torromino. Titolare la mezzala di proprietà granata Luca Parodi, come esterno sinistro del centrocampo a quattro di mister Cornacchini; questo però non è proprio il ruolo naturale del giocatore classe 1995, che infatti non riesce a incidere e viene sostituito al 15′ della ripresa da Moretti (Voto: 5,5).

CAPELLO (Lumezzane): i lombardi pareggiano 1-1 in casa del Renate e restano impelagati nelle acque basse della classifica del Girone A. Alessio Capello, centrale classe 1995, non prende parte alla sfida.

COMENTALE (Como): il Como vince il “Derby dei Laghi” andando a vincere a Salò contro la Feralpi per 0-2, reti di Ganz e Cristiani. Non prende purtroppo parte alla sfida l’ex regista tascabile della Primavera del Toro, Alessandro Comentale, rimasto in panchina per novanta minuti.

GYASI (Pisa):Niente da fare per il Pisa, che vede sfuggire altri due punti quando al 47′ della ripresa il Pontedera mette dentro il gol dell’1-1. Neanche un minuto per “Ima” Gyasi, che purtroppo sta giocando ben poco agli ordini di Braglia; l’attaccante esterno trova poco spazio per la competitività del roster a disposizione del tecnico dei toscani.

IENTILE (Sudtirol): resta in panchina Andrea Ientile, nella gara che il Sudtirol pareggia ad Alessandria. Il difensore classe 1995 è la prima alternativa di Rastelli ai quattro difensori titolari, ma per ora resta una riserva.

SPEROTTO (Cosenza): ancora infortunato, Nicolò Sperotto, terzino sinistro in comproprietà tra Torino e Carpi ma in prestito al Cosenza, non prende parte al derby con la Reggina, terminato con un secco 3-0 per gli amaranto (hat-trick di Insigne jr.)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy