Serie A: che Milan a San Siro! Vola la Fiorentina, la Roma soffre e si avvicina alla vetta

Serie A: che Milan a San Siro! Vola la Fiorentina, la Roma soffre e si avvicina alla vetta

Serie A / Un grande Milan schianta il Napoli e si porta in zona Champions League. Convincente successo anche della Fiorentina, la Sampdoria pareggia a Torino

di Federico Lanza, @LanzaFederico

Mihajlovic alla vigilia aveva chiesto una Sampdoria “brutta e cattiva“. Ebbene: il tecnico serbo è stato accontentato e, anzi, il pareggio maturato allo Juventus Stadium nel lunch match della quindicesima giornata di Serie A ha il sapore della vittoria. Anche se, a onor di cronaca, il gol dei bianconeri sarebbe stato da annullare dato che, il colpo di testa di Evra, è nato da un corner battuto oltre lo spicchio della bandierina. Manolo Gabbiadini – promesso sposo del Napoli, tra Ferrero e De Laurentiis c’è un gentleman agreement – riacciuffa la Juventus che era passata e fa un grosso favore alla Roma di Rudi Garcia. I giallorossi, impegnati a Marassi contro il Genoa, prima sbagliano un rigore con Ljajic (espulso Perin che salterà il Torino) e poi trovano la via del gol con Nainggolan. La Roma soffre – pur in superiorità numerica – e si avvicina ai bianconeri di Allegri, adesso distanti solo un punto. La prossima giornata di campionato vede la Juventus a Cagliari e la Roma ricevere all’Olimpico il Milan di Pippo Inzaghi.

I rossoneri, nel posticipo di questa sera, tornano alla vittoria. Con una rete per tempo – Menez nel primo, Jack Bonaventura nella ripresa – superano agevolmente un deludenti Napoli. Un Milan cinico (due tiri, due gol) che adesso si porta a 24 punti in classifica, a due lunghezze soltanto dalla zona Champions League. La classifica rimane comunque cortissima: a parte il gap di 9 punti tra Roma e Lazio rispettivamente seconda e terza, ci sono cinque squadre due punti che si contenderanno – si spera fino a maggio, ne va della competitività del nostro movimento calcistico nazionale – i posti nelle coppe europee.

Non parte nel migliore dei modi l’avventura in Romagna di Mimmo Di Carlo: il Cesena perde 1-4 contro la Fiorentina di Montella (seguita in trasferta da 4000 tifosi) a segno con Borja Valero, Savic, Rodriguez e El Hamdaoui. Nel finale di partita, il portiere Neto la combina grossissima: un pasticcio tra il brasiliano e Savic permette al Cesena di segnare il gol della bandiera.

Aspettando Chievo-Inter (domani ore 20:45), il Torino di Giampiero Ventura è costretto a vincere ad Empoli per evitare di arrivare alla complicata sfida con il Genoa di domenica prossima con l’acqua alla gola. Un appuntamento da non fallire, quello che aspetta i granata domani al Castellani. Una vittoria permetterebbe ai granata di scavalcare in un colpo solo Chievo (in caso di sconfitta contro i nerazzurri), Atalanta ed Empoli. Tre punti, ora o mai più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy