Serie A, la classifica: Torino a tre punti dalla “zona rossa”

Serie A, la classifica: Torino a tre punti dalla “zona rossa”

Classifica / Ecco come cambia la classifica dell’undicesima giornata di campionato

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Termina sul risultato di 2-1 in favore della Lazio la sfida di San Siro contro il Milan, penultima gara dell’undicesima giornata di campionato (che terminerà domani con la sfida tra Spal e Sampdoria a Ferrara). Nella parte alta della classifica cambia poco, in quanto le prime 4 (Juventus, Inter, Roma e Lazio) hanno vinto; nella parte bassa invece il Brescia ha perso, così come il Genoa. Per il Torino invece la situazione non è delle migliori: la sconfitta nel derby della Mole ha messo i granata al 14° posto a quota 11 punti, solo 4 punti sopra la terzultima. Ma poichè il posticipo del lunedì vedrà di fronte Spal e Sampdoria, è certo che il distacco dalla terzultima scenderà a soli tre punti. Nel prossimo turno il Toro affronterà in trasferta il Brescia.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. miele - 11 mesi fa

    Ad inizio campionato non condividevo assolutamente gli entusiasmi e le previsioni di piazzamento eccellente in classifica. Purtroppo la realtà è andata anche oltre le mie perplessità ed ora siamo in piena emergenza. Tutti i miei timori sono stati confermati, dalla mediocre qualità dell’organico non adeguatamente rinforzato la dove era veramente necessario (centrocampo e fasce laterali) per correr dietro ad un giocatore sopravvalutato e sostanzialmente inutile), alla insufficienza dell’allenatore. A ciò si sono aggiunti due elementi imprevisti: il caso Nkoulou, la forza delle neopromosse, Verona in primis, e delle squadre di fascia media come Cagliari e Parma. Il tempo per cercare l’unico rimedio possibile, il cambio di allenatore, sta scivolando via inesorabilmente. Saranno settimane terribili per i cuori granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. tric - 11 mesi fa

    Inutile fare dell’ironia: meglio rimanere uniti perchè quest’anno il rischio è grosso. A sprazzi giocano tutte benissimo e nessun risultato è prevedibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fa71 - 11 mesi fa

    E ora il Brescia ha esonerato Corini e quando le squadre cambiano allenatore di solito fanno almeno un punto. Ci voleva pure questa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ToroFuturo - 11 mesi fa

    Senza contare che Brescia e Sassuolo devono recuperare una partita. Il tutto dopo più di un quarto di campionato. Cairo, errare è umano, perseverare è diabolico: lo mandi via prima che sia tardi e si faccia consigliare un sostituto adeguato da persone del mestiere che conoscono la serie A attuale. Questa è una situazione particolare in cui dovrebbe ascoltare anche i pareri dei calciatori. In teoria lo dovrebbe fare il direttore sportivo ma, visto che nella sostanza ha cancellato la funzione, le tocca anche questa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 11 mesi fa

      Leggo da ore, ed è il primo commento sensato, che condivido.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TORO76 - 11 mesi fa

      Portare un tifoso a sperare che la propria squadra perda pur di vedere esonerato chi siede in panchina…questo sì che è davvero diabolico

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. BIOFA70 - 11 mesi fa

    A Brescia scontro salvezza…
    Ottimo risultato.
    E se si perde ne vedremmo delle belle.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy