Serie A, la Sampdoria batte la Fiorentina, l’Atalanta affonda il Cagliari

Nel pomeriggio del 22^ turno di Serie A, la Sampdoria batte 2-1 la Fiorentina, mentre l’Atalanta vince in extremis e affonda il Cagliari

di Davide Fagnani

Erano due i match in programma nel pomeriggio del 22^ turno di Serie A. A Marassi la Sampdoria batte la Fiorentina 2-1. Blucerchiati in vantaggio nel primo tempo con Keità, poi Vlahovic pareggia i conti. Nella ripresa il gol decisivo di Quagliarella appena entrato. La Sampdoria sale a 30 punti, pari al Verona impegnato domani sera, mentre la Fiorentina subisce la seconda sconfitta consecutiva e resta ferma a quota 22. Alla Sardegna Arena invece l’Atalanta batte il Cagliari 0-1 succede tutto nel finale. Al 93′ Muriel manda in paradiso la dea. Al 95′ l’arbitro concede un rigore al Cagliari, poi tolto con il VAR. La squadra di Gasperini con il gol allo scadere si rilancia nella corsa Champions salendo a 40 punti, a -2 dalla Juventus e -3 dalla Roma. Il Cagliari invece continua la sua crisi senza fine, subisce la terza sconfitta di fila, oltre a non vincere da Novembre. I sardi restano al terzultimo posto in classifica, a quota 15 punti, a -2 dal Torino, appena fuori dalla zona retrocessione.

GENOA, ITALY FEBRUARY 14: Keita Balde of UC Sampdoria celebrate with teammates after scoring the first goal during the Serie A match between UC Sampdoria and ACF Fiorentina- Serie A at Stadio Luigi Ferraris on February 14, 2021 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

SAMPDORIA-FIORENTINA 2-1

A Marassi la Sampdoria si presenta con Candreva e Quagliarella in panchina, nella Fiorentina invece a sorpresa c’è Kouame. Al 26′ sono i padroni di casa a passare in vantaggio, con un colpo di testa di Keita Balde, su corner di Ramirez. La gioia però dura solo 11′ perché al 37′ i viola pareggiano con il gol di Dusan Vlahovic. Audero compie un miracolo su una punizione di Pulgar, poi ne compie un altro sul colpo di testa di Vlahovic dopo la prima respinta: stavolta però la palla oltrepassa la linea rendendo buono il gol.  Il primo tempo termina quindi 1-1.

Nella ripresa parte nettamente meglio la Fiorentina che al 53′ sfiora il vantaggio con Milenkovic, che centra il palo su un cross su punizione di Bonaventura. Un minuto più tardi è Bonaventura che con un tiro al volo da centro area va vicinissimo al gol dell’1-2. I viola giocano meglio e creano di più ma al 71′ è la Samp a passare in vantaggio grazie all’asse Candreva-Quagliarella, entrambi appena entrati. L’attaccante napoletano apre per la discesa sulla destra di Candreva, che arriva verso il fondo e mette in mezzo proprio per Quagliarella che arriva a rimorchio e di prima batte Dragowski e fa 2-1. Nel finale la Fiorentina porta avanti un assedio. All’86 Colley salva sulla linea un tiro a giro di Biraghi, con Audero battuto. Nel recupero poi, al 95′, è Milenkovic a divorarsi il gol del pari, colpendo di testa da solo in mezzo all’area, ma il pallone si spegne sul fondo. Finisce 2-1 a Marassi.

CAGLIARI-ATALANTA 0-1

Di Francesco sceglie Simeone e non Pavoletti, mentre Gasperini sorprende tutti schierando Sportiello al posto di Gollini, Pasalic al posto di De Roon e davanti gioca ancora Zapata e non Muriel. La prima occasione arriva dopo soli 3′: calcio d’angolo per il Cagliari, Djimsiti devia il pallone che prende il palo e termina sul fondo. Il primo tempo procede con tanti ribaltamenti di fronte, ma senza grosse occasioni né da una parte né dall’altra. Le due squadre vanno quindi a riposo sullo 0-0.

La ripresa ricomincia come si era concluso il primo tempo, con poche occasioni, anche se è il Cagliari a rendersi più pericoloso dalle parti di Sportiello. Le occasioni continuano a latitare ma nel finale succede di tutto. All’85’ Zapata prende in pieno la traversa su assist di Muriel. Poi quando la partita sembra destinata allo 0-0, proprio Muriel trova il gol del vantaggio al 92′. Il colombiano passa in mezzo a due uomini e scarica un destro terrificante che trafigge Cragno. Sembra finita invece c’è tempo per un altro colpo di scena. Al 95′ infatti Rugani va giù in area in uno scontro con De Roon. L’arbitro indica il dischetto, ma viene richiamato al VAR e cambia la sua decisione. Termina quindi 0-1 dopo un finale di partita incredibile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy