Serie A, Roma-Spezia 4-3: Pellegrini salva Fonseca

Partita pazza all’Olimpico. La Roma si fa rimontare al 90′ da 3-1 a 3-3. Al 92′ però Pellegrini segna il clamoroso gol della 4-3 che salva la panchina di Fonseca

di Davide Fagnani

Partita pazza all’Olimpico. La Roma sale sul 3-1 per poi farsi rimontare al 90′ con il gol del pari. Al 92′ però Pellegrini segna il clamoroso gol del 4-3 che decide la partita. Fonseca salva la panchina e i giallorossi risalgono al terzo posto in classifica a -3 dall’Inter impegnata tra poco a Udine. Lo Spezia invece sfiora un altro buon risultato dopo la vittoria in Coppa Italia ma cade nel recupero e resta a quota 18 punti in classifica, a +4 sul Torino.

ROME, ITALY – JANUARY 23: Paulo Fonseca, Head Coach of A.S Roma greets Vincenzo Italiano, Head Coach of Spezia Calcio prior to the Serie A match between AS Roma and Spezia Calcio at Stadio Olimpico on January 23, 2021 in Rome, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

LA PARTITA – Nella partita decisiva per il suo futuro Fonseca deve rinunciare a Pedro, Mkhitaryan e Dzeko. C’è Carles Perezi titolare con Pellegrini, alle spalle di Mayoral. Nello Spezia in attacco gioca Piccoli e non Galabinov. La partita inizia su buoni ritmi e al 17′ la Roma passa in vantaggio. Spinazzola lancia Pellegrini che entra in area e serve al centro Mayoral che deve solo spingere in porta. Sembra mettersi in discesa la partita per i giallorossi ma al 24′ arriva il pareggio dello Spezia. Kumbulla calcia addosso a Smalling, il pallone arriva a Farias che calcia debolmente sul secondo palo, Pau Lopez combina un pasticcio e lascia che la palla arrivi a Piccoli che da due passi non sbaglia e fa 1-1. Dopo pochi minuto i liguri perdono proprio l’autore del gol vittima di un problema muscolare, al suo posto entra Galabinov. Prima della fine del primo tempo, ottima occasione per la Roma, con Pellegrini che calcia con il destro dal limite e trova un super Provedel a negargli il gol. La prima frazione termina quindi 1-1.

Nel secondo tempo succede di tutto. Al 52′ torna avanti la Roma ancora con Mayoral, che dopo uno scambio con Veretout lascia partire un destro rasoterra che si insacca nell’angolo. Passano solo 3′ e arriva anche il tris. Spinazzola va via dalla sinistra, entra in area e serve Karsdorp che calcia a botta sicura con la palla che sbatte addosso a Marchizza e si insacca in porta. Sembra chiusa, invece al 59 la riapre lo Spezia con Farias, bravo a lasciare sul posto Kumbulla e battere Pau Lopez. Nel finale di partita accade l’impossibile. Al 90′ pareggia lo Spezia con Verde, che approfitta di un liscio clamoroso di Smalling per insaccare il gol del 3-3. Sembra finita, invece al 92′ Bruno Peres controlla in area col petto e serve in mezzo Pellegrini che col destro batte Provedel e segna il gol del clamoroso 4-3. Non c’è spazio per altri colpi di scena, finisce 4-3 per la Roma all’Olimpico.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. luizmuller - 1 mese fa

    Stranamente la classifica pubblicata qui ci dà al 18* posto, forse perché il Cagliari ha una vittoria in più? Non si dovrebbe invece considerare la differenza reti? Vero che camba poco, non essendo la classifica finale…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Albrt - 1 mese fa

      è per gli scontri diretti, con il Cagliari abbiamo perso

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy