Torino, guarda che Parigini: è decisivo per il Perugia

Torino, guarda che Parigini: è decisivo per il Perugia

Italia Granata / Un gol e un assist per il talento di Moncalieri e gli umbri stendono l’Entella. Bene Chiosa, sabato da dimenticare per Lys Gomis e Aramu

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

 

L’uomo-copertina di questa puntata di Italia Granata è Vittorio Parigini, che regala al Perugia un gol un assist e un gol decisivi per superare la Virtus Entella. Gli umbri continuano a godersi questo talento classe 1996, già in grado di essere decisivo in Serie B: le sue prestazioni non possono e non devono sfuggire al Torino. Tra gli altri, un sabato-no per i “siciliani” Lys Gomis e Aramu: uno infortunato, l’altro espulso. Bene Chiosa e Scaglia, un po’ stanco Barreca, ancora in tribuna Verdi. In Lega Pro, qualche nota lieta: titolari Ientile (il Sudtirol ha perso e il tecnico Rastelli è stato esonerato), Parodi e Sperotto, ancora niente spazio per Gyasi e Comentale. All’appello mancano Diop e Stevanovic, che giocheranno stasera in Bari-Ternana.

SERIE A

VERDI (Empoli) – Il trequartista dell’Empoli resta ancora in tribuna, la terza consecutiva, nella gara che l’Empoli, con due gol su palle inattive, vince contro la Lazio al “Castellani” (2-1). Dopo le prime otto partite da titolari, Sarri ha evidentemente deciso di concedergli un periodo di pausa. Il talento classe 1992, inoltre, è stato vittima nei giorni scorsi di un affaticamento muscolare, e anche questo può avere influito. Ci aspettiamo di vederlo tornare presto in campo.

SERIE B

LYS GOMIS, ARAMU (Trapani) – Naufraga il Trapani a Frosinone: i siciliani si spengono totalmente nel finale e finiscono per perdere 4-1 contro i ciociari di Roberto Stellone. I siciliani sono in partita fino a un quarto d’ora dalla fine ma poi devono subire due reti di Davis Curiale. Ed è una giornata-no, purtroppo, anche per i due giocatori che osserviamo da vicino, Lys Gomis e Aramu. Il portiere deve uscire al 34′ del primo tempo dopo aver preso un forte colpo dal frusinate Dionisi nel tentativo di togliergli il pallone in uscita bassa. I quattro gol del Frosinone li incassa allora Marcone, peraltro senza troppe colpe. (Voto: ng) Dopo il gol di settimana scorsa, il primo da professionista, arriva un sabato negativo per Mattia Aramu, impiegato da titolare come centrocampista centrale. Il talento classe 1995 si fa espellere per doppia ammonizione lasciando la squadra in dieci (cosa che risulterà decisiva) al 21′ della ripresa; prima, aveva comunque faticato molto contro i dirimpettai Gori e Gucher. In ogni caso, anche questo vuol dire fare esperienza… (Voto: 5)

ALFRED GOMIS, CHIOSA (Avellino) – Bel colpo dell’Avellino, che vince a Modena (1-2) Grazie alla doppietta del bomber Luigi Castaldo. Novanta minuti sia per Alfred Gomis che per Marco Chiosa. Il portiere non è costretto a miracoli, e compie una sola parata significativa, su Luppi: bravo a chiudere lo specchio della porta (Voto: 6). Bene, molto bene Marco Chiosa, che sta acquisendo sempre più consapevolezza nei propri mezzi. Il difensore mancino, impiegato come sempre come marcatore sinistro della difesa a tre alla “Moretti”, può diventare un leader dei biancoverdi davvero (Voto: 6,5).

PARIGINI (Perugia) – Assist e gol contro l’Entella per un super Vittorio Parigini, in grado di fare la differenza in Serie B a soli 18 anni. Al 13′ Vittorio fa da sponda per il gol di Falcinelli, e al 35′ mette a segno la rete decisiva: cross basso di Taddei, velo di Falcinelli e Parigini, dopo aver aggirato un difensore, sentenzia Pelizzoli mettendo a segno la prima rete in campionato (aveva già segnato, però, in Coppa Italia). La sua seconda stagione in Serie B, dopo gli stenti dello scorso anno nella modestissima Juve Stabia, è fin qui solo da incorniciare (Voto: 7,5)

BARRECA, SCAGLIA (Cittadella) – Il Cittadella rimedia solo un pari in casa col Latina, che non risolve assolutamente i problemi di classifica dei veneti di Foscarini, fermi al quartultimo posto. Novanta minuti, anche questa volta, per Barreca e Scaglia. Foscarini cambia modulo e passa al 3-5-2: Filippo è il marcatore destro della difesa a tre, alla “Bovo”, e gioca una buona partita, entrando anche da protagonista nell’azione del gol veneto con un colpo di testa che viene deviato sul palo dal portiere avversario; la palla finisce poi sui piedi di Coralli che insacca. (Voto: 6,5). Antonio Barreca invece si cimenta come esterno del centrocampo a 5, alla “Molinaro”: segnaliamo una prestazione con tanta corsa ma meno lucidità del solito. Sul gol del pari laziale, Antonio fa un rinvio troppo corto e la palla arriva a Viviani che la infila in porta, Una non-sufficienza dopo 13 partite, comunque, non è sicuramente da drammatizzare (Voto: 5,5).

SUCIU (Crotone) – Nell’anticipo, lo Spezia batte tra le mura amiche il Crotone per 2-1 e vola al terzo posto in classifica. Decisive le reti dell’ex Toro Ebagua e Giannetti. Nei calabresi, purtroppo, resta in tribuna Sergiu Suciu.

LEGA PRO

COMENTALE (Como) – Colpito e affondato il Como, che perde 4-0 a Novara in modo fragoroso e perde il primato in classifica. Ancora una tribuna per Alessandro Comentale, l’ex regista della Primvera di Longo, classe 1995.

IENTILE (Sudtirol) – Il Sudtirol cede di schianto sul campo della Feralpi Salò: 4-1 per i lombardi, terza sconfitta nelle ultime sei partite ed esonero per il tecnico Rastelli. In ottica granata ci si gode il rientro da titolare di Andrea Ientile, impiegato di nuovo come terzino sinistro della difesa a quattro degli altoatesini. Andrea, classe 1995 che di mestiere aveva sempre fatto il centrale, fatica come tutta la squadra, ma non giocava da un po’ e il suo ritorno va comunque salutato positivamente. Ancora non è stato ufficializzato il nuovo tecnico.(Voto: 5,5)

PARODI (Ancona) – Stavolta è titolare Luca Parodi nell’Ancona, nella gara che i marchigiani pareggiano in casa contro il Santarcangelo. Rimpianto Ancona: gli emiliani, in dieci per metà secondo tempo, riescono a reggere e a portare a casa un punto. Il giocatore classe 1995, da esterno destro del centrocampo a quattro, gioca una buona partita, rendendosi pericoloso sia al tiro che al cross, per poi uscire al 33′ della ripresa. Sicuramente positiva, fin qui, l’esperienza di Parodi ad Ancona: il minutaggio che sta raccogliendo è buono (Voto: 6,5)

GYASI (Pisa) – Non altrettanto si può dire per Gyasi al Pisa. L’attaccante esterno resta ancora fuori nel derby contro la Lucchese all’Arena Garibaldi, che finisce 0-0. “Ima” per ora è fuori dei radar di mister Braglia, allenatore del Pisa secondo in classifica nel Girone B.

CAPELLO (Lumezzane) – Anche stavolta il centrale classe 1995 resta fuori per Lumezzane – Pavia (1-0 per i lombardi il risultato finale).

SPEROTTO (Cosenza) – Novanta minuti per il terzino classe 1992, in comproprietà tra Toro e Carpi nel caldissimo derby tra Cosenza e Messina, terminato 0-0. Partita dai due volti per lui: prima con un’ingenuità causa un rigore per i giallorossi, parato dal suo portiere Ravaglia a Giorgio Corona, e poi si riscatta spingendo senza sosta sulla sinistra, proponendo anche tanti cross in area di rigore avversaria. Tornato dopo un infortunio, ora si sta riprendendo spazio da titolare (Voto: 6)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy