Oltre la beffa c’è di più

Oltre la beffa c’è di più

Editoriale / Mazzarri deve riuscire a trasformare la delusione in voglia di rivincita

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Una volta che saranno svaniti i fumi della rabbia per il modo incredibile con cui è maturato il risultato finale del Bentegodi, Walter Mazzarri avrà qualche motivo in più per essere fiducioso. La squadra vista nei primi 68’ della partita di Verona ha davvero meravigliato; facciamo fatica a ricordare una versione del Torino di Mazzarri altrettanto entusiasmante quando ormai siamo arrivati ai due anni esatti di gestione del tecnico toscano. Fraseggi, convinzione, occasioni create: fino al rigore per il fallo di mano di Bremer (l’episodio dubbio al momento topico non manca quasi mai: questo è il Toro, bellezza) se i granata fossero stati avanti 5-0 non ci sarebbe stato nulla da dire, sul campo di una squadra ostica e quadrata come il Verona di quest’anno. Non è poco se si pensa a come stava il Toro un mese fa.

Poi, certo, rimangono i soliti limiti mentali. Riassumibili nella ricorrente tentazione collettiva di staccare la spina. Non è certo una novità a queste latitudini, stavolta il difetto di personalità è deflagrato in modo palese e ha consegnato un risultato difficile da accettare. Vedremo se la terribile rimonta subita a Verona, che ha segnato un primato negativo nella storia granata, avrà l’effetto di una sveglia collettiva, definitiva e generale. Mazzarri deve riuscire a trasformare la delusione in voglia di rivincita. Se lo facesse, continuando a puntare sul modulo con due trequartisti e una punta (tutto sommato un tasso di qualità c’è e va sfruttato) questo Toro potrebbe sorprendere anche i più scettici.

110 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pota - 8 mesi fa

    Consiglio a tutta la squadra (mister e presidente compresi) di guardarsi e RIGUARDARSI BENE il DERBY dell’ottobre 2001 juve – TORO 3-3 e di GUARDARE BENE gli occhi di ANTONINO ASTA. Allora forse capiranno cosa vuol dire ESSERE del TORO ! i RAGAZZI di allora trasformarono la loro delusione in orgoglio FURONO SQUADRA! Solo questo noi vogliamo dal nostro TORO. AD MAIORA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andreas - 8 mesi fa

      Si Pota, è vero! Come vero è che quella squadra di punti ne prendeva ben pochi (eravamo più in B che in A) e tolti Asta, Ferrante e pochi altri lo spirito Toro non era così dilagante. Eravamo veramente scarsi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pota - 8 mesi fa

        questa squadra è senz’altro meglio anche perché costituita da calciatori di livello superiore ma in quella partita i nostri furono squadra vera . Ora la Mazzarri team deve trovare l’orgoglio di far vedere gli occhi di tigre , specialmente gli smemorati ( Aina ) e gli indolenti (Meitè).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robert - 8 mesi fa

    Ho sempre sostenuto che la squadra è inaffidabile come inaffidabile è Mazzarri.Questa è la conseguenza delle due cose.Mi stupisce il fatto che tante persone si siano meravigliate di questa figura meschina di domenica quando la squadra in passato ne ha combinato di tutti i colori e domenica ha messo la ciliegina sulla torta.Concludendo non vorrei essere noioso ma queste figure di merda si ripeteranno sicuramente se tutti i giocatori,allenatore e il caro Cairo non cambieranno MENTALITA’ e dimostreranno di avere ORGOGLIO e PERSONALITA’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giacki - 8 mesi fa

    In mezzo al campo manca uno dello stesso livello di sirigu Belotti ansaldi….il Cagliari ha rischiato prendendo naingolan e per ora l hanno azzeccata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ALESSANDRO FIENAURI - 8 mesi fa

    Cairo non parla si nasconde invece quando vince bla bla bla…forse a lui fa comodo così. Una domanda a Cairo, da 15 anni che è presidente oltre a nessun risultato conseguito (due risalite dalla B e 2 ripescaggi nelle coppe) quanti derby abbiamo vinto..io penso che tra sfide in campionato e coppa Italia ne avremo giocate almeno 35 ma quante ne abbiamo vinte quanteee… una…che pena ma perché non te ne vai ma percheeeè….. tra qualche anno i tifosi rimarranno solo in Torino città e limitatamente al Piemonte, che delusione per una squadra amata fino ad oggi in tutta la nazione ed oltre….ci vogliono gli investimenti i risultati la grinta la consapevolezza di essere del Toro. Caro Cairo ci hai fatto passare gli anni piu insignificanti della storia del Toro è ora che lasci…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Toro71 - 8 mesi fa

    Con Mazzarri non è la prima volta che buttiamo via una vittoria già in tasca. Invece di inserire Belotti sarebbe stato meglio inserire un difensore. Io penso che sullo 0-3 non dovevamo sicuramente attaccare ancora e con un difensore in più non avremmo visto certe leggerezze che ci hanno impedito di portare a casa i 3 punti. Sarebbe stato meglio perdere piuttosto che andar via da Verona con 2 punti persi in questo modo. È pazzesco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 8 mesi fa

      A dire il vero succedeva anche con Ventura e Miha, ieri è stato battuto il record.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. maxxvigg1968 - 8 mesi fa

    ma il Verona ….. è quella squadra che qualche anno fa, in casa nostra, al 90′ eravamo 2-0 e poi abbiamo pure rischiato di perdere ???
    ma sempre col Verona succedono ste cose “strane” ???

    ma almeno poi nelle finestre di mercato, ci sono in qualche modo …. come dire ….. “riconoscenti” ????
    o nemmeno quello ……

    boh …. a me sto mondo qua …. mi sembra sempre meno “sport” e sempre più “qualcos’altro”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Calogero - 8 mesi fa

    A me la prestazione di ieri della squadra è parsa ottima, almeno per 60min. poi è arrivato il calo e a mio modo di vedere non è stato gestito nel migliore dei modi, ne dalla squadra e tanto meno dall’allenatore. E’ pur vero che a Mazzarri gli sono piovute addosso critiche di tutti i generi, una delle peggiori è che lui è un tecnico difensivista, quindi sul 3 – 1 come si fa a togliere un attaccante (Berenguer), magari introducendo un difensore come Djidji? Bisogna per forza mettere un altro attaccante, Belotti, inoltre la sua scelta la si può giustificare con il fatto che Andrea sa tenere la palla lontano dalla porta, tutto vero, ma in questo caso l’aggiunta di un difensore avrebbe potuto dare respiro e solidità difensiva.
    Gli altri 2 cambi a me sono sembrati sacrosanti, Verdi si era praticamente spento, giusto sostituirlo con Lukic, Baselli aveva esaurito le pile e andava sostituito, quindi? Il cambio con Meité ci sta. Poi in generale la squadra non è stata capace di rallentare il ritmo, ha dimostrato troppa frenesia e troppa foga, non si cercava di nascondere il pallone agli avversari e il resto lo ha fatto il Verona. E’ un peccato aver dissipato un simile risultato, ma alla luce dei fatti emergono 2 dati salienti, la squadra non è ancora matura dal punto di vista mentale e il suo allenatore non sa come gestire queste situazioni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. michelebrillada@gmail.com - 8 mesi fa

      peccato che le partite di calcio in italia durino 95/100 mi nuti è tutto detto via mazzarri e anche cairo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ardi - 8 mesi fa

    Rubo un commento da un altro tifoso su un altro Cara redazione, nel ringraziarla per l’attività di moderazione di ieri, arrivata puntuale e non mai così ben venuta, faccio notare come il flAme qui sotto alle 8 del mattino sia pronto nella sua opera di immissione di napalm nel forum. Per quanto riguarda l’articolo, sono 15 anni che ripetiamo le stesse cose. Potrebbe ma non ci riescono. Il toro di Cairo è questo. Si potrebbe fare il robaldo, ma non si fa. Si potrebbe avere un’anima sede ma non si fa. Si potrebbe creare un vivaio Chen producano talenti, ma non si fa. SI potrebbe avere un allenatore decente, ma non si fa. Si potrebbe creare una rete di osservatori, ma non si fa. Si potrebbe demandare da parte dell’amministrazione società a chi capisce di calcio, ma non si fa.si potrebbe strutturare una società immettendo sangue granata nei ruoli chiave, ma non si fa. Tante cose potrebbero, ma non si fanno. I risultati sono lo specchio di quello che si progetta, se il progetto è fallimentare, i risultati sportivi ne sono la consegueNza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 8 mesi fa

      È più o meno quello che dico anche io, ma molti ancora la pensano diversamente. Spero tanto di sbagliarmi e che finalm6questo possa essere l anno buono ,con un girone di ritorno fantastico. Nel frattempo ho deciso di sedermi a lato ,sulla sponda del fiume ,e aspetto….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Ardi - 8 mesi fa

    Per me servirebbero un mental coach e degli psicologi, come usano le squadre vincenti, che magari fanno una partita di merxa, ma alla fine vincono. Ma noi manco un ds abbiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ddavide69 - 8 mesi fa

    Di nuovo con stà storia dei gobbi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Stufodellamediocrita' - 8 mesi fa

    @IlGrandePolicano
    Questo soggetto che ha il nick “Dan” è quello che bolla tutti gli altri come “disagiati da tastiera”, in linea con tutti gli altri che, se non la pensi come loro, ti bollano come gobbo o sfigato.
    Non credo valga più la pena rispondere a simili personaggi…ce n’era in altro fino a podge settimane fa, “tifosoperdavvero”, scriveva solo per provocare, magari è stato bannato, non lo so.
    Di certo ad argomentare qui sono in pochi, rispetto Mimmo75 nel suo sostegno a Mazzarri senza se e senza ma, almeno non insulta e prova a sostenere le proprie tesi con argomenti, opinabili a mio avviso, ma almeno c’è un contraddittorio educato e corretto.
    Con altri è inutile, insulto chiama insulto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. IlGrandePolicano - 8 mesi fa

      Grazie fratello. Un abbraccio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

      È pieno di zecche, li riconosci, non fanno post di loro iniziativa ma si azzeccano a post degli altri, dicasi parassiti.
      Ma è semplicissimo basta ignorarli e si staccano per magia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. alexku65 - 8 mesi fa

    Lascia stare queste cose che sono da uomini. Tu sei un ebetino nerd da pugnette dietro una scrivania . Quando pensi di fare qualcosa di più maschia vi mettete in gruppo tu e i tuoi amichetti forzaminkia e ve ne fate una collettiva. Ma a parte questo c’è un solo neurone ed ebete

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. EraldoPecci - 8 mesi fa

    Gira e rigira i fatti e i commenti sono sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Mimio - 8 mesi fa

    Un dubbio atroce mi assale: e se giocassimo meglio senza Belotti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 8 mesi fa

      pensato e strapensato, il gioco e’ stato migliore per il semplice motivo che si cerca il fraseggio mentre che col gallo si cerca il tiro alla viva parroco.

      cmq il problema non e’ il gallo il problema sono stati i cambi (non ha tirato via gli stantufffi al centrocampo che erano cotti)

      ci voleva una vecchia volpe come lollo (seppur coi suoi limiti) e non uno svagato aina

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. jimmy - 8 mesi fa

      Zaza lavora meglio di sponda rispetto a Belotti, ma non si può fare a meno del Gallo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Andreas - 8 mesi fa

      inizia a mettergli Verdi e Iago in forma ai lati del Gallo, inizia ad avere un Ansaldi in forma come ora o un Berenguer in forma come ora. Così non ci si deve aggrappare al solo Gallo per essere pericolosi e il ns Capitano può essere più libero e meno marcato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Mario66 - 8 mesi fa

    Leggo i commenti di alcuni amici di fede dove si ipotizza l’uscita dall’undici iniziale di Aina a favore di Lollo. Vorrei però far notare che Lollo non salta mai l’uomo, non è veloce e in difesa ha fatto diverse sciocchezze. Perché allora non provare Laxsalt a sinistra e Ansaldi a destra. L’uruguaiano tutte le volte che ha giocato il suo lo ha fatto più che bene.
    Infine una nota a favore di Zaza. Per come ha giocato ieri il titolare deve essere lui. Molto più tecnico del Gallo e con più visione di gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 8 mesi fa

      Su Lollo/Aina hai prrfettamente ragione. Semplicemente ci vorrebbe un altro laterale migliore dei due. A Luglio si parlava dei rapporti privilegiatitra Cairo e Spal che avrebbero facilitato il passaggio di Lazzari al Toro e poi sappiamo com’è finita, ma qualche altro buon laterale deve pur esistere. Sempre che si sia capaci di trovarlo e disposti a spendere il giusto, senza dilapidare soldi come nei casi Verdi e dello stesso Aina. Un discorso analogo vale anche e forse ancor più per il centrocampo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lcaroggi_920 - 8 mesi fa

        Io penso Aina sia un gran talento da un punto di vista fisco e tecnico ma ancora immaturo. Di certo Mazzarri non lo sta aiutando a maturare. Meite invece e’ uno dei problemi del Toro. Fisicamente dotatissimo e con piedi più che discreti e’ di una lentezza (soprattutto di pensiero) esasperante e purtroppo la velocità o c’è l’hai nel DNA o non c’è niente da fare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. tric - 8 mesi fa

      Ah! Zaza è più tecnico del Gallo
      ??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

        Il bello del calcio è che chiunque può sparare la sua

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Conta7 - 8 mesi fa

    Ragazzi, dire qualcosa di sensato e opportuno dopo la partita di ieri è esercizio tanto difficile quanto inutile.
    Io voglio solo restare con l’immagine dei 70 minuti di ieri in cui abbiamo assistito ad un vero spettacolo.
    E sperare di limare un pochino verso l’alto la condizione atletica di tutti.
    Perché se stiamo bene tutti possiamo reggere le 3 punte e giocare come abbiamo fatto ieri, in modo costantemente aggressivo, dominante e anche qualitativo.
    Questo per me è l’unica cosa che conta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. avvopal_14171626 - 8 mesi fa

    premesso che quando vinci 0-3 in trasferta a 20′ dalla fine a meno che non giochi con una squadra palesemente più forte di te, è colpa tua se ti raggiungono, c’è però da dire che la fiammella che ha riacceso l’hellas non gliel’abbiamo regalata noi…è stato un clamoroso errore dell’arbitro e di quel cazzo di arbitro al var che ancora non conosce quali sono i presupposti per concedere il fallo di mani in area…puzza un pò il fatto che nel primo tempo gliene hanno negato uno (che non c’era peraltro) e allora per la solita cazzo di compensazione e far zittire i tifosi, hanno concesso questa stronzata…da lì, hanno preso coraggio e noi, colpevolmente, ci siamo sciolti perchè purtroppo il gioco finalmente è stato ritrovato ma la testa è ancora molto fragile….cmq sarete contenti voi che pur di far fuori mazzarri, sperate nel naufragio della squadra…mettetevelo in testa…resta fino a giugno e se per caso arriva in EL, anche oltre…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. fabrizio - 8 mesi fa

    quando hai merce scadente, puoi cambiarla quanto vuoi ma sempre scadente e’….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Daniele abbiamo perso l'anima - 8 mesi fa

    Premetto sempre che Mazzarri non mi piace, non capisco però perché il pareggio di ieri sarebbe secondo molti da attribuire a lui.
    Il primo gol è nato da un rigore quasi inesistente. Gli altri due da errori individuali e non a causa di un atteggiamento tattico sbagliato.
    È entrato Belotti, se al posto del Gallo fosse entrato un difensore o un mediano avreste detto che si è chiuso troppo e preso i gol. Ma i cambi sono stati secondo me giusti. Baselli era cotto, Verdi idem. Avesse avuto una sfera magica avrebbe tolto Aina e messo Lollo, ma la sfera non c’era e siccome Lollo era reduce da infortunio ha lasciato Aina che come spesso accade ai giovani può avere cali di concentrazione come avvenuto ieri.
    Io sono favorevole alla contestazione al presidente e spesso anche a Mazzarri per il brutto gioco, ma ieri il gioco a me è piaciuto.

    Il bello per il mister viene adesso, quando dovrà decidere lo schieramento in attacco. Perché con questo Zaza è impensabile non farlo giocare. Il Gallo è il Gallo e deve giocare. Verdi è in crescita e Berenger ieri ha fatto bene.
    Che si fa? Li mette tutti e quattro ?
    Contro la Spal un pensiero lo farei.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 8 mesi fa

      Se vuoi perdere si. Li metti tutti e 4.cosi invece di durare 60 minuti duriamo 40.zaza o Belotti. Uno dei due. E mi pare evidente chi debba giocare. Perché Zaza seppur con discrete partite non regge fisicamente più di 50 minuti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

      Daniele,
      Io non so se è colpa sua o no, io mi limito solo a questa analisi, quando senti le sintesi della partita la sera c è la classica frase “azzecca tutti i cambi e vince la partita”, bene allora quando succede come ieri “sbaglia tutti i cambi e permette la rimonta” va detto, è il mestiere dell’allenatore.
      Detto questo, sono limiti mentali più che fisici che abbiamo da una vita, finché sarà così non ci si deve neanche focalizzare troppo sul risultato di Verona perché finché non avremo mentalità matura il piazzamento finale non migliorerà.
      Ti faccio un esempio, con la poca mentalità vincente e fame che abbiamo se vinci con il Verona ieri è molto probabile che pareggi con la spal domenica, mentre così avendo pareggiato con il Verona giochi più cattivo con la spal e vinci, alla fine sempre 4 punti sono, mentre una mentalità vincente dovrebbe portarti a farne 6.
      Non so se mi spiego, per fare il salto devi avere la testa per fare risultati più continui mentre noi abbiamo un andamento sinusoidale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. avvopal_14171626 - 8 mesi fa

      Torna lollo di sicuro e aina resterà in panchina un bel pò…se conferma zaza – che se lo meriterebbe – vuol dire che lo vuole tenere ma non li metterà più assieme dal 1’….due mezzepunte e una punta centrale, com’è giusto che sia….a parte lollo, giocheranno gli stessi di ieri….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Daniele abbiamo perso l'anima - 8 mesi fa

      @Bischero: forse hai ragione. Tutti e 4 in campo non darebbero 90 minuti. Forse sacrificherei Berenguer fino al secondo tempo..
      @toroperduto: La mentalità potrebbe essere facilmente la causa della rimonta subita ieri ..e in quest’ottica avrei timore allora anche per domenica prossima. Se la squadra è all’altezza mentalmente vinceremo 3 a 0. Sennò si soffrirà.
      Vedremo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 8 mesi fa

        Più e più volte Daniele zaza e Belotti in questo anno e mezzo hanno giocato assieme. Per poter coesistere devono dialogare e non lo sanno fare. A rotazione quando difendono la palla e la smistano all altro 9 volte su 10 il passaggio di ritorno é sbagliato. Giocando insieme poi occupano la stessa zona di campo per DNA con il conseguente spostamento in fascia del gallo per trovare spazio perdendo il 50% del suo potenziale. Facendo così siamo prevedibili con poco palleggio senza fantasia e la squadra si allunga fisiologicamente. Finché non rientra Iago verdi e Berenguer. Con Belotti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. prawn - 8 mesi fa

      Il gallo non ha i 90 minuti e da quel poco che ho capito dell’intervista con comi l’infortunio e’ delicato e va gestito.

      la formazione dei prima 70 minuti era perfettta, bastava gestire meglio i cambi.

      mazzarri ha fatto di peggio, ci mancherebbe contestarlo per aver sbagliato per una (prima) volta (cairo giura che non li sbaglia mai) i cambi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Daniele abbiamo perso l'anima - 8 mesi fa

      Bischero, da come l’hai scritta pare che il mister abbia messo me in campo assieme a Zaza e al Gallo (senza avere mai grandi risultati ) e ci credo ! 🙂
      Seriamente, in effetti loro due assieme da quel che si è visto pare non funzioni.
      E ha ragione Prawn quando dice che con il Gallo il gioco offensivo si concentra quasi solo con palla lunga per lui sperando vada a buon fine.
      In sintesi penso che la squadra sia stata assemblata male, sia in attacco che a centrocampo. E a sto punto anche in difesa, dove si sono tenuti troppi giocatori e alcuni di loro avrebbero voluto anche cambiare aria, innescando così alcuni mugugni (vedi N’KOULOU)
      Insomma, non se ne esce ragazzi …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 8 mesi fa

        Io aspetterei a dire con il gallo giochiamo peggio(perché è quello che mi pare di intuire dal tuo ragionamento) perché il ritmo gara accettabile lo abbiamo dal derby… Da lì verdi ha iniziato a crescere. Il gallo ha saltato 3 gare per infortunio. Vediamo cosa combina con verdi e Berenguer.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. Daniele abbiamo perso l'anima - 8 mesi fa

      Bischero, in realtà intendevo dire che giochiamo peggio con il Gallo e Zaza assieme. Tutti e due non rendono al meglio, almeno fino ad oggi è stato così.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    8. Alfredo - 8 mesi fa

      Al di là delle scelte tecniche che, concordo con te, a posteriori è facile giudicare,credo che il valore aggiunto di un grande allenatore stia nella personalità che riesce a dare alla squadra e che, tipicamente, si vede nei momenti critici. La rimonta che abbiamo subito dimostra che questa squadra accusa ancora un deficit clamoroso di personalità. Poco importa l’errore di Aina, che peraltro sin lì aveva disputato un buonissimo match è che spero non venga frettolosamente messo da parte. Il pareggio lo avremmo subito comunque

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. user-14239294 - 8 mesi fa

    Proponiamo al presidente di regalarci x Natale COPPITELLI al posto di quel opsuleto di allenatore che abbiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dan - 8 mesi fa

      Coppitelli già esonerato dalla sua squadra di Lega Pro dopo poche giornate. Per quest’anno non può più allenare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 8 mesi fa

      E Nicola e longo? Poi cé anche debiasi. Metti che ce lo porta via la Spal…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dan - 8 mesi fa

        Non so. Io avevo risposto su Coppitelli solo per specificare che non si può tesserare da regolamento. Non parlavo delle sue capacità. Vedo che è arrivato qualche meno o dai gobbi o da chi legge e non capisce un testo molto semplice.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

        La tua ironia è troppo fine lascia perdere…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. FORZA TORO - 8 mesi fa

    ancora con sti cambi,ieri anche facendo entrare tre primavera era da portare a casa,poi magari questi che insistono con i cambi sbagliati sono quelli che “se non metti “Millico”sul tre a zero…” volete sempre trovare il modo di criticare,non andrà mai bene nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. IlGrandePolicano - 8 mesi fa

    Ho letto tutti i vostri commenti e stavo per scriverne uno anche io…poi ho avuto una sensazione molto chiara di deja-vu…
    Ragazzi, sono 15 anni che scriviamo le stesse identiche cose.
    15 anni.
    E siamo sempre qui a provare le STESSE IDENTICHE delusioni la domenica e a scrivere le STESSE IDENTICHE cose il lunedì.
    …eccheppalle…
    Grazie Cairo.
    Davvero di cuore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dan - 8 mesi fa

      Ai tempi di Cimminelli, Vidulich e company che scrivevamo di preciso? Di scudetto e Champions League?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. IlGrandePolicano - 8 mesi fa

        Cairo non ha di certo migliorato la situazione. E abbiamo fatto più anni di serie B con lui che con quelli nominati da te tutti insieme.
        Poi, non è perché in passato non abbiamo avuto presidenti come Percassi che devo smettere di desiderare di averne uno in futuro.
        Tu tieniti Cairo e continua ad accettare un futuro senza cambiamenti e senza soddisfazioni.
        Io scelgo di sperare in un futuro migliore.
        Cairo rispetto a Percassi è un dilettante allo sbaraglio.
        O è in malafede.
        Almeno Cimminelli e Vidulich NON FACEVANO ESPERIMENTI SOCIALI SUI TIFOSI PER ELIMINARE IL DISSENSO DALLE CURVE.
        …ma poi tu che commenti a fare, che tutti sanno che sei un gobbo?
        Sfigato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. IlGrandePolicano - 8 mesi fa

          Hai un lessico da seconda elementare e il cervello di un’ameba monocellulare, in più sei un gobbo.
          Discutere con te, oltre a perdere tempo significa accanirsi con un poveraccio, visto che la disoccupazione ti ha dato un mestiere orribile come scrivere sui forum a difesa di Cairo.
          Che pena che fai.
          Tristezza.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. IlGrandePolicano - 8 mesi fa

          La parte più sensata del tuo intervento è quando scrivi “caro goggo”….ed è anche la più comprensibile.
          Sai che esistono i corsi serali?
          Fatti un bel 250 ore.
          Ce la puoi fare.
          Ho appena saputo che Dan è in realtà il diminutivo di Dannoso…se i tuoi hanno scelto per te un nome così…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

        Ma che argomentazione è?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. FVCG - 8 mesi fa

      Probabilmente perché oggi nella nostra squadra possiamo permetterci di avere certi giocatori che al tempo sognavamo …..e per questa ragione abbiamo argomento di cui discutere!
      15 anni fa di chi è di che cosa discutevamo?

      Sempre FV♥️G

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. IlGrandePolicano - 8 mesi fa

        15 anni fa discutevamo di chi fosse Cairo perchè non lo conosceva nessuno.
        Ora lui si è creato una certa visibilità.
        Noi siamo ancora ai livelli di 15 anni fa.
        Saluto.
        E attendo il prossimo esperimento sociale di Cairo per far fuori qualche altro dissidente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. FVCG - 8 mesi fa

          Beh chiunque sia interessato all’acquisto potrebbe cambiare idea per numero di abbonati e tifosi abituati al meglio
          Continua pure il tuo c’era una volta
          Saluto

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. ToroNelCuore - 8 mesi fa

    Ieri la squadra ha fatto un partitone fino al 68′. Poi la squadra si è seduta, Mazzarri ha sbagliato tutti i cambi, l’arbitro c’ha messo lo zampino e Aina si è addormentato (come gli accade spesso). La squadra c’è a livello fisico e tecnico (non da top team, ma sicuramente da EL) ma ha dei limiti caratteriali (compreso l’allenatore) e mentali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 8 mesi fa

      Siamo una discreta squadra di media classifica per il campionato italiano… come fai a dire che siamo da EL?!? Ma davvero lo pensi? Una squadra da EL è la lazio o la roma, con il massimo sforzo ci metto l atalanta. Se invece x te essere da EL significa fare i ripescati dei ripescati e prendere 5 pappine dal wolverhampton allora ok… siamo da EL!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ToroNelCuore - 8 mesi fa

        Potenzialmente lo siamo. Abbiamo tre nazionali italiani, più un buon numero di nazionali stranieri. Siamo allo stesso livello di Cagliari e Atalanta, ma loro di solito giocano meglio e sono più continue.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. user-14239294 - 8 mesi fa

    Cari tifosi granata, vorrei dirvi il mio pensiero smettiamo di andare allo stadio x 2/3 partite anche 4 partite probabilmente CAIRO si sveglia dal letargo e capisco che c’è qualcosa da cambiare a cominciare dall’allenatore. Forse così potremmo cambiare la classifica del nostro GRANDE TORINO !!!!!!!!!!!! Adesso dico a tutti BUON NATALE!!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. prawn - 8 mesi fa

    Siamo una società media, mediocre, tra il primo e il secondo tempo, tra il primo posto e l’ultimo, tra vincerle tutte perderle tutte o pareggiare tutte.
    15 anni, grazie padre padrone.
    Grazie anche per ieri, pareva veramente ingiusto godere per 90 minuti bisognava farsi fottere dall’hellas gli ultimi venti minuti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

      Ogni tanto capita…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 8 mesi fa

        di godere? L’ultima volta con mazzarri forse e’ quando abbbiamo asfaltato i ciclisti e non c’era manco lui in panchina ma frustalupi..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Dan - 8 mesi fa

          Record di punti e miglior stagione degli ultimi 25 anni. Battute in questi anni due volte Inter e Milan, pareggio al gobbodromo. Queste le primissime che vengono in mente. Sono numeri e dati indiscutibili perché oggettivi. Non idee personali.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. prawn - 8 mesi fa

            Occhio che il record di punti e’ stato conseguito in una stagione anomala in generale per la serie A.

            Dici due anni, ma Mazzarri non e’ qui da due anni giusto?

            Le vittorie sulle milanesi me le ricordo, ma forse quello che vorrei vedere di piu’ sono partite come quelle contro la samp e i primi 60 minuti di ieri..
            come quella contro la roma con miha…
            insomma partite che poi mi ricordo, come quella del mames..

            ormai mi sono arreso ai risultati

            Mi piace Non mi piace
  26. leggendagranata - 8 mesi fa

    Ho più volte scritto che Mazzarri è allenatore con sa applicare bene una formula calcistica: il difensivismo (lasciamo perdere se con un gioco soddisfacente per gli occhi).Quando l’ abbandona spesso fa le frittate: era accaduto con la Lazio e l’ Inter, si è ripetuto ieri con il Verona, anche se in termini meno punitivi (ma l’ avversario non era del livello degli altri due). Sono dell’ idea che se Mazzarri vuole giocare una partita offensiva allora deve utiizzare il meglio che ha in attacco: si schieri con due vere punte (sia da punto di vista atletico che di posizione),in grado di tenere in forte apprensione la difesa avversaria. Invece, il nostro tecnico avanza il baricentro della squadra, ma la formula rimane sempre la stessa: una sola vera punta di ruolo, uno/due trequartisti, gli esterni bassi (ovvero i terzini) che avanzano in continuazione e che alla lunga pagano pegno in fase difensiva. Quale il problema? Innanzi tutto di caratteristiche dei giocatori: Verdi, Berenguer, Baselli sono pesi leggeri che, chiamati a un gioco molto dispendioso, dopo un po’ finiscono la benzina e per noi iniziano i guai, Ola Aina, quando fa il terzino, si fa infilare abbastanza facilmente, la difesa non gode di quell’ assistenza sufficiente per evitarle di trovarsi in difficoltà di fronte a un avversario arrembante (e negli ultimi 20′ il Verona lo era). Insomma, se si schiera come ieri, la squadra non è in grado di reggere 90′ mettendola su fisico e ritmo. Secondo me, le alternative sono due: o tornare a disporsi in modo molto prudenziale e sperare nel goletto o dare alla fase offensiva quel peso e quella fisicità che solo la coppia Belotti/Zaza è in grado di garantire. Da un paio di giornate Mazzarri ha virato (anche per l’ infortunio di Belotti) sulla formula con Berenguer e Verdi trequartisti, abbastanza seducente, ma che, come si è visto anche con la Fiorentina, ha instrinseci limiti di tenuta. Purtroppo siamo arrivati alla 16/ma giornata e la squadra non ha ancora una sua precisa identità (o come dice qualcuno “personalità”). Per carità, partite come quella di ieri sono meno irritanti della gran parte di quelle che abbiamo visto, ma alla fine si resta con un pugno di mosche (o quasi) e allora l’ irritazione riaffiora perchè si buttano al vento punti preziosi. Certo, su tutto pesa ujna camèpagna acquisti che non ha rimediato ai limiti (allenatorte a parte) emersi la scorsa stagione, e cioè la mancanza a centrocampo di un giocatore di qualità e di peso (un Rog, un Nainggolan, un Barella, un Sensi, un Castrovilli, tanto per intenderci) da affiancare a Rincon. Detto questo, ora che Belotti è recuperato che farà Mazzarri? Riportertà uno Zaza in gran forma in panchina?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 8 mesi fa

      Ottima analisi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. miele - 8 mesi fa

      Anch’io sono del tuo parere. A proposito del centrocampo che ritengo sia il punto debole della squadra, suggerirei un tentativo per Amrabat, visto che gli elementi che hai citato mi sembrano fuori dalla portata e dal livello di spesa che potrebbe accettare Cairo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 8 mesi fa

        Hamrabat é stato comprato dal Napoli. A giugno per 15 milioni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. miele - 8 mesi fa

          Peccato! De Laurentis ci frega sempre.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. miele - 8 mesi fa

            PS: vedrai che questa volta Cairo si vendica: gli porta via Allan!

            Mi piace Non mi piace
    3. Bischero - 8 mesi fa

      Infatti si é visto con le due punte vere quanta apprensione abbiamo dato al Verona. 3 pere in 25 minuti. Basta con sta storia delle 2 punte vere. Dovresti averlo capito

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. leggendagranata - 8 mesi fa

        Quando si fanno certe affermazioni bisogna possibilmente corroborarle con dati e prove; tu invece sei dogmatico, sostieni tesi “a prescindere” (basta leggere anche gli altri post scritti più sopra). Ebbene, a proposito della convivenza fra Belotti e Zaza ti cito due fatti: Belotti e Zaza hanno segnato 7 degli 8 gol del Toro in casa; a proposito dell’ incapacità dei due a dialogare, dopo la partita vittoriosa col Milan Mazzarri disse testualmente: “Zaza e Belotti si cercano anche troppo e gliel’ho detto”. Eppure proprio Zaza servì l’ assist per uno dei due gol di Belotti. Parliamo di giocatori dal curriculum importante, dal fisico possente, veloci e rapidi nel concludere a rete. Per il Toro risorse preziose da valorizzare. Certo bisogna farli giocare insieme con una certa continuità, solo dopo più partite giocate male insieme si possono dire le cose che dici tu, altrimenti si tratta solo di pregiudizi, che, fra l’ altro, non fanno bene al Toro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 8 mesi fa

          Una partita su quante? 20?30?mazzarri in quella partita ha detto che di cercavano troppo. Ma cercarsi vuol dire riuscire a trovarsi? Mazzarri ha anche detto in 2 circostanze che quando giocano assieme allungano la squadra… Poi pensala come vuoi. Il mio non é un dogma. È il frutto di 18 mesi di Zaza e Belotti che quando hanno giocato assieme hanno fatto pena. Tolto 1 gare e 2 o 3 amichevoli di Europa league.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Fabio - 8 mesi fa

            Raramente concordo con il signor Bischero, ma di calcio se scrive queste cose oggettivamente dimostra di saperlo vedere e valutare bene. I dati a supporto avvalorano ulteriormente la tesi. L’uno esclude l’altro nel nostro Toro.

            Mi piace Non mi piace
      2. Ardi - 8 mesi fa

        Concordo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Il_Principe_della_Zolla - 8 mesi fa

    Vuoi una cosa, vuoi un’altra c’è sempre qualche limite, qualche recriminazione, qualche intoppo, qualche decisione last minute, qualche amenità che fa in modo che il risultato, la classifica, i 90 minuti tutti interi siano esaltanti come il design di una Duna.
    Siamo l’emblema della mediocrità, dell’approsimazione, del poco spacciato per tanto, del controfigura spacciata per l’attore, del playback venduto come prestazione originale. La proverbiale pianta di plastica, che non muore mai, ma non fiorisce e non ha odore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. essenzagranata - 8 mesi fa

    Chissà se qualcuno ricorda le recenti interviste a Mazzarri, allorquando diceva testuali parole: “Bisogna chiudere le partite essendo più cattivi e convinti, perché un episodio nel finale ti può costare i tre punti”.

    Ieri, a partita pressochè chiusa ed in vantaggio di tre gol, è riuscito a farsela rimontare e quasi a perderla, a prescindere dal rigore, che ci fosse stato o meno, visto che i gol di vantaggio restavano comunque due.

    A questo punto non ci sono più dubbi su Mazzarri: incapacità totale nel gioco, negli schemi, nelle motivazioni, nella gestione del vantaggio e nella compattezza della squadra e dei singoli quando le cicostanze favorevoli lo imporrebbero. Ieri è riuscito a creare i presupposti per la rimonta dell’Hellas, sino al 70′ completamente allo sbando, gettando nuovamente gettato nel panico la squadra e i singoli.

    E l’andamento della partita e il risultato finale costituiscono le prove schiaccianti: il risultato finale, poi, è peggio di una sconfitta bruciante.

    Ed il bello è che continuiamo a veder giocare bidoni come Ola Aina, ovviamente per la gioia e il portafoglio del giornalaio, mentre “altri giocatori” continuano a fare le statuine di sale in panchina.

    Il film è sempre il medesimo e qualcuno ricordi a questo allenatore fallito che le partite durano circa 95/97 minutim recuoero compreso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. CUORE GRANATA 44 - 8 mesi fa

    La partita di ieri,a mio avviso,è stata paradigmatica in merito all’atteggiamento di questo ns. Toro troppo spesso mentalmente fragile e guidato da “uno scadente stratega”che avendo contezza di questo “lato oscuro”ai primi segnali di cedimento avrebbe dovuto correre ai ripari con cambi più logici,poi gli immancabili errori individuali hanno scodellato la frittata.Va da sè che la rabbia è stata grande e personalmente sono particolarmente dispiaciuto per la delusione patita dai”fratelli granata”del NordEst una enclave che per conoscenza diretta è custode di una inossidabile passione custodita e tramandata in quanto la ns. gloriosa maglia nel tempo è stata indossata da tanti ragazzi della cd “razza Piave” purtroppo ormai estinta.Parimenti e paradossalmente tale passione è sempre più sbiadita a Torino per i tanti motivi che ben conosciamo.Ritengo che nel prossimo semestre a tenere banco sarà “la figura” del ns. Pres.che si giocherà gli ultimi spiccioli di una credibilità ormai compromessa in modo irrimediabile considerata anche la recente vicenda della Curva Primavera.Saranno elementi sufficienti per auspicare un…?.Il Patron è tosto ed ha sempre una giustificazione a portata di mano e quindi non nutro particolari illusioni,però!Sempre FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. abatta68 - 8 mesi fa

    Mah… io dico solo che ieri la squadra stava bene fisicamente e stava bene anche contro la fiorentina, il problema è la testa! Se invece non si ha la condizione giochi più basso con la difesa a 4 fin da subito. Ma con questo non voglio dire nulla su mazzarri, che per me rimane un monolite che a qualcuno può piacere e ad altri no. Sulla partita di ieri la squadra ha smesso di giocare di colpo, sentivo la radio e il commentatore notava come dopo il rigore nessuno dei nostri rincorresse più l avversario. Mazzarri faccia volare gli stracci perché così non si va da nessuna parte, sia giocando bene come ieri e sia giocando di merda come a genova, solo 2 settimane prima, con gli stessi uomini a disposizione. La partita di ieri rappresenta finora il toro irrisolto di quest anno. Se mazzarri vuole essere esente da colpe faccia funzionare i calciatori che ha, altrimenti faccia la lista degli indesiderati… e magari anche della spesa per cairo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. suoladicane - 8 mesi fa

    purtroppo quando c’è da fare il saltino di qualità, la squadra si perde; colpa? si dei giocatori sicuramente (alcuni sembra proprio vogliano essere da un’altra parte), ma se le colonne della difesa Nkoulu e Izzo non sono i giocatori dello scorso anno la colpa è della società prima e del mister poi; che come sempre ci mette del suo nei cambi, ad esempio Rincon e Baselli non ne avevano piu, lui cambia berenguer e verdi, mah………
    per una volta posso dire che mi tengo il bel gioco, (finalmente hanno giocato a calcio!!!)
    MAZZARRI VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. dattero - 8 mesi fa

    poi,certo,rimangono i SOLITI limiti mentali.
    per me l’art si ferma qui,basta e avanza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. ddavide69 - 8 mesi fa

    Una volta c è l arbitro
    Una volta staccano la spina
    Una volta manca il centrocampista
    Una volta si fa la cappella qualcuno
    Un altra volta l allenatore sbaglia i cambi
    Una volta un giocatore è svogliato
    Una volta sparisce il ds
    Una volta manca la struttura ma nessuno fa nulla.

    Una volta.. noi siamo sempre qui..soddisfazioni zero ..e ancora a cercare alibi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Granata69 - 8 mesi fa

    Io non mi farei troppe illusioni sul proseguo della stagione, la squadra è praticamente la stessa della scorsa stagione e l’allenatore pure.
    Quindi questi alti e bassi li vedremo fino a fine stagione.
    A meno che non si intervenga sul mercato a gennaio prendendo perlomeno un centrocampista d’ordine,che prenda in mano la squadra nei momenti di difficoltà o anche solo per gestire il gioco quando ti serve addormentare la partita. Per capirsi uno che non si liberi del pallone appena si avvicina un’avversario come fa Baselli. Ma non mi sembra ci sia questa volontà, intendo sulla tipologia di giocatore,non se prenderlo o no. Del resto l’utilizzo di Laxalt da mezzala fa capire che al centro vuole solo corridori.
    E urge un sostituto di De Silvestri perché Aina ha l’acume tattico di un bambino della categoria primi calci …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft - 8 mesi fa

      Se ola aina avesse metà della grinta di rincon asfalterebbe chiunque …….mazzarri è schiavo dei senatori rincon belotti e Izzo. Ieri belotti non doveva entrare perché i tre davanti sono stati i migliori. Rincon doveva uscire …..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata69 - 8 mesi fa

        Io ho sempre sostenuto mazzarri ,ma la perdita di ieri è stata pareggiata per colpa sua. Non è una questione atletica, che i due centrali di centrocampo scoppino a metà ripresa è normale con il 343, che tu non li cambi proprio no. Gli do atto del bel gioco espresso, come degli errori nei cambi. E sugli errori individuali non lo assolvo perché Aina è l’ennesima volta che combina una cazzata, lo ha fatto lo scorso anno con la Roma nella partita di esordio e ha continuato imperterrito per un anno e mezzo. Ma chi lo mette in campo è l’allenatore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Mimmo75 - 8 mesi fa

    Ieri leggevo che diversi utenti gongolavano scrivendo “l’avevo detto che si doveva giocare con il 343, finalmente Mazzarri l’ha capito”. Gli stessi utenti che accusavano Mazzarri di accampare scuse quando spiegava che la squadra non aveva una condizione atletica tale da potersi permettere un modulo e un atteggiamento come quello di ieri. E meno male che sul fatto che i ragazzi fossero sukle ginocchia era cosa da tutti riconosciuta per quanto evidente….coerenza, questa sconosciuta! Ora che si è tornato a correre su buono livelli (ed è evidentissimo) il mister sta mettendo finalmente in campo il modulo che avrebbe voluto adottare sin da subito (parole sue e di Cairo dette e ripetute sin da giugno) e che tra preparazione fatta in fretta e furia, infortuni di Iago, Edera e Parigini, arrivo last second di Verdi non ha mai potuto mettere in campo. Tutte cose note. Però ora il merito è di questi famosi utenti, certo, che hanno fatto capire al mister che serviva il 343 e asino lui che non lo capiva…vabbè!
    Tornando a ieri: servono scelte forti. Mazzarri deve usare il pugno di ferro con chi si addormenta. Ce l’ho soprattutto con Ola Aina, uno che non manca mai di combinare stupidaggini per troppa leggerezza o voglia di fare il fenomeno. È qui da due anni e da questo punto di vista non è migliorato. Ieri perfetto sino al secondo e terzo gol (soprattutto) veronese. Anche altri hanno mollato per supponenza sullo 0-3, non butto tutta la croce solo su Aina che ha il demerito principale di aver compiuto l’errore decisivo che ci è costato due punti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 8 mesi fa

      Il 343 poteva farlo dall’inizio perché tanto i risultati dicono che non ha vinto poi così tanto salvandosi il pelo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 8 mesi fa

        E magari ne avremmo fatti ancora meno, no? Le opinioni sono sacre e quindi tieniti la tua convinzione. Io dico solo che se ora che la squadra sta bene giochiamo con il 343 allora vuol dire che aveva ragione Mazzarri quando con molta pazienza spiegava che senza una condizione atletica di livello quel modulo non si poteva reggere. Non lo diceva per pavidità ma perché di calcio ne capisce più di tutti i tifosi messi insieme. E ora che stiamo bene e che LUI ha messo in campo il 343 fa sorridere leggere “l’avevo detto”, non fosse altro che per primo l’aveva detto proprio il mister attirandosi mille critiche.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. prawn - 8 mesi fa

          Saranno 20 e passa anni che seguo il calcio, o meglio il toro.
          mai avevo letto o visto di un allenatore che cambia modulo in base alla preparazione atletica.
          Io mi alleno quasi tutto l’anno, non gioco a calcio, ma so benissimo sulla mia pelle i meccanismi.
          una pausa fa bene per recuperare mentalmente e fisicamente, dalle due alle sei settimane al massimo e poi si riprende.
          Chi sono questi calciatori che manco riescono a ricominciare a correre dopo un’estate?
          Se fosse vero allora bisognava comprare qualcuno veloce per reggere l’urto.
          ma Mazzarri lo difendi per qualche sconosciuto motivo in ogni caso, ma è lui che prepara partite, campionati e spero che sia lui a preparare Cairo sugli acquisti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bischero - 8 mesi fa

            Perdonami… Ma di che moduli parli? La disposizione in campo é la stessa da 2 anni. Poi cambiano gli interpreti. Giochi con lukic o meité alto dai peso al centrocampo. Giochi con Berenguer o verdi o Iago e dai qualità in avanti. Per occhi attenti stesso modulo con finalità diverse. Questo parlando solo del singolo reparto dei 2 dietro alla punta. Poi c’è la squadra che accompagna. Se gli esterni spingono meglio porti più uomini verso la porta avversaria. Se I 2 mediani corrono di più accorciano verso la porta avversaria e fanno salire anche la difesa. Se non cé fiato tutto non funziona bene. E la dimostrazione avviene proprio guardando le ultime gare. Gare dai 2 volti con i medesimi giocatori. Cosa cambia? L apporto aerobico.

            Mi piace Non mi piace
        2. Bischero - 8 mesi fa

          Mimmo sprechi tempo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. prawn - 8 mesi fa

            Rispondo a quello che hai scritto sopra.
            Perdonami ma far giocare lukic o meite piuttosto che verdi o berenguer e’ cambio di modulo.
            Se metti uno che piu’ che altro difende, tende ad abassarsi, non sa tirare in porta e’ un cambio di modulo.

            Poi per carita’ possiamo far finta di giocare con tre punte e due sono centrocampisti snaturati ma non lo chiamerei 343

            Mi piace Non mi piace
    2. eurotoro - 8 mesi fa

      ..concordo però se investiamo sui giovani dobbiamo accettare eventuali cappelle..ola aina e’ un investimento che rifarei..potenziale enorme superiore a bruno peres..al mister farlo crescere x ritrovarci un big tutta fascia!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 8 mesi fa

        Certo… I giovani vanno aspettati. È normale che sbaglino. Peró bruno Peres aveva una tecnica e una progressione che ola si sogna. Per la testa non so. Ma credo che non ci sia molta differenza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Il_Principe_della_Zolla - 8 mesi fa

      @Mimmo, faccio veramente molta fatica a seguirti. La tua difesa d’ufficio di Mazzarri ha dell’eroico, difendi una causa persa. I ragazzi erano sulle ginocchia e ora hanno ripreso a correre: spero che tu ti renda conto che quello che proponi come attenuante è invece un masso come capo d’accusa. Chi li prepara “i ragazzi”? E se li ha preparati per un altro obiettivo (la qualificazione ai gironi di EL) e l’obiettivo lo ha fallito, cosa si dice, nulla? va tutto bene? Ola Aina ha l’occhio del piccione da due anni, chi ha avallato il suo acquisto? Ieri poi, Mazzarri stesso ha ammesso di aver pensato di averla vinta: e questo sarebbe “un grande”? Un grande sprovveduto, forse. I tre davanti funzionavano come mai visto prima e lui cosa fa? Ne sostituisce due su tre? Insomma, va bene che l’amore fa vedere tutto rosa, ma difendere l’indifendibile diventa ormai una provocazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 8 mesi fa

        Temo che Mimmo sia Mazzarri

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Mimmo75 - 8 mesi fa

        Chi li ha preparati? Mazzarri e il suo staff. Ma il punto non è questo, perché li prepararono loro anche lo scorso anno e la tenuta atletica fu uno dei punti forti. Il fatto è che quest’anno, tra Uefa e Cairo, Mazzarri non è stato messo in condizione di programmare bene moduli e preparazione. Gli infortuni e le nazionali han fatto il resto riducendo drasticamente anche le chances che avevamo di qualificarci all’EL. Per me di attenuanti ne ha a iosa e lo dico senza sottacere le sue responsabilità che pur ci sono. Ma queste sono minime in confronto a tutto il resto e appartengono agli errori che ogni mortale compie. Per me Mazzarri è un grande e non lo dico per provocare (un po si, dai) ma per ribattere ai tanti post cattivi che leggo nei suoi confronti. Ma il tempo è galantuomo….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. giacki - 8 mesi fa

      Concordo…Dopo Bergamo qualcuno ha pensato di essere diventato fenomeno….e si è seduto.ora stanno meglio ma la concentrazione non è ancora giusta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. AUGUSTO - 8 mesi fa

      Una cosa, sinceramente, non la capisco: atleti di professione, di età compresa fra i 20 e i 30 anni, ci mettono 5 mesi di allenamento per riuscire a correre come si deve? ma come fanno? dopo solo un mese di stop?
      Io non conosco il calcio, ma ho fatto tanta atletica e, per rimettermi in forma (anche da zero), ci ho sempre messo molto meno.
      Qualcuno mi sa spiegare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 8 mesi fa

        Parliamo di dettagli che a certi livelli fanno la differenza. Non è che non riuscivano a correre nel senso stretto del termine. Tra i pro c’è un abisso tra un atleta che è al 80% della forma e uno al top. Moltiplica per 11….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. prawn - 8 mesi fa

        Ho scritto la stessa cosa in un altro commento. Hai ragione tu e non sta in piedi.
        Ti prendi dalle due alle sei settimane e trovi la forma in un paio di mesi.

        Il discorso che non hanno i 90 minuti, il fatto che non correvano non sta in piedi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. AUGUSTO - 8 mesi fa

          Grazie a tutti per le risposte

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. eurotoro - 8 mesi fa

    anche le esperienze negative fanno curriculum…ripartire dai primi tempi delle ultime 3 partite!..gia dalla prossima provare a durare 80 minuti!..quando dureremo 90 minuti inizierà il nostro campionato..siamo ancora in corsa x gli obiettivi siamo sopra milan e napoli!!! vamos Toro!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Daniele abbiamo perso l'anima - 8 mesi fa

    Fossimo una squadra che gioca sempre così bene, come nel primo tempo e a tratti nel secondo, allora questo rocambolesco pareggio farebbe molto meno male; ma dal momento che ne facciamo una bella ogni 35 partite allora sa di beffa clamorosa.
    L’unico modo che hanno i ragazzi e Mazzarri di farsi perdonare è giocarne altre in questa maniera, possibilmente senza imitare gli ultimi 20 minuti..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi - 8 mesi fa

      Bravo Daniele, constatazione sacrosanta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. alexku65 - 8 mesi fa

    La mentalità e la tenuta sugli obiettivi è primario compito di un allenatore. Non bastano allenamenti e preparazione atletica (probabilmente fatta male anche questa) occorre allenare il cervello. Ma cosa pretendere da una banda di parvenus. A noi basta entrare in coppa per esclusioni altrui e vincere scudetti di cui possiamo farci solo una idea e spesso quella di parte. Il presente per essere digerito necessità di diverse dosi di allucinogeni di cui moti da queste parti sembrano fare continuamente ricorso dietro i loro nomignoli..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alexku65 - 8 mesi fa

      A me piace di più studiare i casi clinici come sei tu e i tuoi amichetti lupetti da tastiera

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy