Vi siete già rassegnati

Editoriale / La sconfitta è negli occhi di allenatore e giocatori. La società deve procedere con un cambio di rotta deciso ora

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Non esistono parole appropriate per definire la prestazione del Torino contro lo Spezia. E’ stata la peggior partita della stagione, arrivata nel momento più importante, in uno scontro diretto che era da vincere a tutti i costi. Una pietra tombale sulle speranze di chi riteneva (e ammettiamo di essere stati tra questi, sbagliando) che i piccoli miglioramenti visti nelle partite precedenti potessero essere prodromo di una svolta in positivo. Invece, nel momento in cui questa svolta avrebbe dovuto concretizzarsi, il Torino è ripiombato nella più totale mediocrità. Quando è così, significa che è stato tutto sbagliato.

LEGGI: Le pagelle di Torino-Spezia 0-0

Ad essere inaccettabile è la rassegnazione nei volti rabbuiati dell’allenatore e dei giocatori: la maggior parte di loro ha poca qualità tecnica e ancor meno personalità. Sono stati autori di errori inammissibili per professionisti di Serie A, sono stati tenuti sotto scacco per 70 minuti e oltre dal giovanissimo Spezia, una squadra molto ben organizzata che è la dimostrazione di quanto conti avere un allenatore in gamba. Complimenti a Italiano. Schiacciante a suo favore il confronto con Giampaolo, che è messo in croce dai numeri. Il tecnico è una persona perbene e non va giudicato dalle inascoltabili dichiarazioni del post Spezia, volte comprensibilmente a difendere i giocatori, bensì dal fatto che non ha saputo imprimere alla squadra un’identità caratteriale. Con tutte le scusanti del caso, ha avuto tempo per incidere e non ci è riuscito minimamente. Un girone intero senza vittorie in casa, con 13 punti in 18 partite, è abbastanza.

E poi c’è la società, da cui il più delle volte originano le sorti di una squadra di pallone. Nel giro di un anno e mezzo si è passati dai 63 punti allo sfacelo attuale con una discesa a picco inarrestabile. Il presidente Cairo è ricascato nella antica tendenza ad accentrare le scelte; il direttore tecnico Vagnati, lo dice il campo, ha steccato del tutto il mercato estivo. In quello invernale non si è ancora fatto nemmeno un acquisto nonostante la situazione richiedesse celerità: la spiegazione più plausibile è che non si fosse sicuri di fare acquisti per/con Giampaolo. Adesso pare il momento di procedere con quel che forse si sarebbe dovuto fare prima: cambio di allenatore e acquisto di giocatori su sua indicazione finchè il mercato è ancora aperto, finchè la salvezza è ancora possibile. E’ dalla società che ora serve un cambio di rotta deciso, per scacciare la rassegnazione alla Serie B che si respira forte e chiara.

161 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. dattero - 1 mese fa

    sartori,puo’ scrivere quello che gli pare,ovviamente,ma,finchè non la vedo scrivere domande precise,nette,mirate al proprietario,per me,rimane aria fritta,rimane difesa mascherata di un furfante che ci sta facendo morire lentamente con un cinismo costante e continuo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ardi - 1 mese fa

    Non capisco come sia possibile che la maggioranza dei tifosi, pur dando contro a cairo, pensi che fa male perché non si intende di calcio perché questo perché l’altro. Ora, che cairo non abbia 160 di Qi mi sembra chiaro, ma è furbo e soprattutto non è uno sprovveduto. Siccome la lista delle cose sbagliate, non fatte, fatte male ecc in 16 anni sarebbe troppo lunga da scrivere, invito tutti voi, miei compari di sventura, a ragionarci in proprio. Dal non aver speso qualche milione, per il Fila e il Robaldo, ma poi spenderne 25 , anche se in 5 anni per verdi, un giocatore che si era lasciato andare alle buste per qualche centinaia di migliaia di euro, e tanti altri per giocatori inutili, senza mai aver creato un centrocampo degno, al fatto che nelle due volte in cui si era creata una squadra competitiva che necessitava di pochi innesti mirati per il salto di qualità, si è distrutto invece di creare. Dall’esperimento sociale in Primavera, alle promesse fatte e mai mantenute che hanno portato i giocatori migliori a volersene andare, al non averli lasciati andare, negli ultimi due anni perché voleva super plusvalenze, quelle normali non bastavano. Alla presa in giro vestito da sceicco, a prendere allenatore cui serve un certo tipo di giocatori per poi non prenderli. Di esempi ce ne sarebbero ancora a decine. Il resto ragionateci voi, dalla presa del Torino per due lire alla scalata in rcs di un editore che vendeva giornaletti. Il punto è che tutto ciò è stato fatto scientemente per disintegrarci in una lenta agonia. Altrimenti oltre a babbo natale esiste anche babbo di min….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mp63 - 1 mese fa

    Il gallo Belotti è stato l’ultimo ad uscire. Ha dovuto portarlo fuori Baselli. Vedere un giocatore come lui avvilito è l’emblema di come siamo messi. Belotti non molla mai e vederlo giocare in una squadra con Verdi e Zaza fa venire da piangere. Insisto sempre sui 2 fenomeni perchè sono la vera rovina di questa squadra. Adesso levarseli dalla scatole sarà quasi una missione impossibile ma spero che avvenga questo miracolo. Ormai abbiamo distribuito nel mondo tutti i giovani del vivaio e ha avuto ragione chi tra loro ha chiesto di andare via. Verdi e Zaza valgono la metà di Gyasi. Ed è tutto dire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ddavide69 - 1 mese fa

    @Benzorogranata , scrivo qui perché sotto non c’è più posto. Il ragionamento che fai tu è sacrosanto, ma dopo tutto questo tempo io la penso come Athletic. Per una ragione che magari sarà sbagliata, cioè che Cairo si vuole disfare della squadra ma senza rischiare di metterci un soldo. Dunque, lui ha comprato a zero, i soldi degli anni bui se li è già ripresi con Ventura, può vendere belotti e altri tre o quattro per un centinaio di milioni. Prende il paracadute da 25 e scende il rimanente per 30. Guadagno 150 milioni senza metterci un picco. Vedremo se sarà così. A Cairo del Toro non frega un tubo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Benzorogranata - 1 mese fa

      dd ma infatti il punto è che io non credo proprio che voglia disfarsene : un takkagno come lui lascia adesso che nei prossimi 3 anni incassa 200 mln solo dai diritti tv più altri 150 dai giocatori venduti contro 25 piú pochi altri se va in serie b (perchè se anno prox siamo in B il Gallo va via a 20 non a 60 ecc.) …….. solobun pazzo non spende ira 30 per averne più di 300 ….. inconcepibile non me lo spiego mai al mondo …… FT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        Vedremo, comunque il gallo a 20 non andrebbe via perché si aprirebbe un’ asta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Athletic - 1 mese fa

      Esattto, hai completato quello che cercavo di dire sotto. Ci sono anche gli introiti derivati dalle sicure cessioni, oltre a quelli del paracadute, e queste due entrate sommate alle minori spese di un campionato di B, e quindi, agli occhi di Cairo tutto questo potrebbe apparire il male minore perchè lui è fatto così, non è un manager che ha idee, progetti, investimenti, lui è un manager da risanamento e da tagli. Bisogna mettersi nella sua testa per capirlo. Questo suo modo di ragionare, associato al fatto che è un accentratore, sono state le più grandi sciagure del Toro, perchè come ho già detto in passato, se lui avesse voluto il bene il Toro, avrebbe fatto una cosa semplicissima. Prendi un personaggio che conosce il calcio, dico Ventura tanto per dirne uno, gli dici “scegliti un ds e altre figure dirigenziali, e poi gestite voi la società. Sappiate che io non ci metto un euro, dovete autogestirvi con i diritti tv, la compravendita giocatori, fatti vostri, io non voglio saperne nulla, non prendo nulla, ma non ci metto nulla.” In questo modo sono assolutamente certo che i risultati non sarebbero stati mirabolanti, ma sicuramente nettamente superiori rispetto a quelli ormai chiaramente disastrosi della sua gestione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        Esatto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Bischero - 1 mese fa

    Proiettiamoci verso il futuro presidente Enea benedetto. Direttore generale Renato zaccarelli. Ds x. Allenatore Nicola.
    Modulo 4-3-3
    Gemello singo bremer buongiorno x
    Segre x rincon
    Edera bonazzoli millico. Guardiamo al futuro e lasciamoci alle spalle questi 15 anni come un brutto sogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

      Dimentichi Comi. Uno della sua esperienza non lo lascerei libero sul mercato.
      Master chef Italia lo vorrebbe al posto di Bastianich

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 1 mese fa

        A portare i vassoi sarebbe il massimo bacigalupo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 1 mese fa

      Con quella formazione rimarremo in b a vita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 1 mese fa

        Io non credo. Giovani e bravi e con la possibilità di giocare e fare esperienza in un campionato qualitativamente inferiore. Poi si implementerebbe la rosa con giocatori di categoria. Il toro deve ripartire dai suoi giovani e l unico modo è la cadetteria.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. nicodeimos8_13775722 - 1 mese fa

          Implementare la rosa con giocatori di categoria…… Iunco? De Schivezze? De Feudis? Loviso? Belingheri? Il ritorno di Padelli da Cittadella? Pestrin? Barreto il giocoliere? Rachid Arma Termonucleare? Basha? Iori? Rubinho? Gasborroni? Sergiu Suciu Succhiu? Sgrigna? Obodo? Direi che con un mix di giovani e leader simili, forse il 9° posto lo acciuffiamo (ai playoff ci vanno le prime 8…….)

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. dattero - 1 mese fa

          col max rispetto,bischero,troppo sognatore,edera è uno che non colpisce di testa x non spettinarsi,ci vuole altra per la A

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Cuore granata 69 - 1 mese fa

    Questo Torino meriterebbe di andare in Serie B e molto probabilmente accadrà, ma a subire questa ulteriore umiliazione saranno solo i tifosi per i quali nessuno mostra un minimo di rispetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ...ed ora Silenzi !!! - 1 mese fa

    Dare dei giudizi non è mai semplice se non si conoscono a fondo tutti i retroscena.
    In ogni società chi decide alla fine è il presidente.
    Il DS decide la strategia e viene avallata dal presidente.
    L allenatore chiede dei giocatori/ruoli che il DS sceglie e il presidente avalla…
    L’impressione, perché non conosco i retroscena, è che Vagnati non può fare nulla, non gli è permesso fare nulla, ammesso che lo sappia fare…
    A cascata, Gianpaolo può fare solo con quello che ha, ammesso che sia in grado di farlo al meglio….
    I giocatori…. Che dire, fanno quello che gli viene chiesto, ammesso che siano messi nella condizione/posizione di farlo.
    Ma alla fine, se tutto questo non avviene o è sbagliato nel farlo, chi deve prendere provvedimenti? Chi deve riuscire a modificare qualcosa?
    La risposta non deve nemmeno essere scritta perché è chiara a tutti.
    I quesiti maggiori sono due però, che mi rimangono senza risposta ossia:
    Perché questo non avviene?
    Quale può essere lo scopo di tutto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Perché chi indichi come responsabile o è un coglione assoluto oppure ,come penso io , vuole/vogliono farci sparire.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Cup - 1 mese fa

    Durante il regno Cairo, per ben due volte la squadra si è trovata ad essere vicina al salto di qualità, ed in entrambi i casi, invece di fare quello sforzo tecnico ed economico necessario per confermarsi ad alti livelli, si è proceduto senza la necessaria competenza. La prima volta, lasciando partire Cerci e Immobile in contemporanea, la seconda non rafforzando la squadra con quei due o tre elementi indispensabili. Questo significa che quelle due stagioni sono state inaspettate e non programmate, a dirla tutta, quasi casuali. L’unica volta in cui mi era sembrato di intravedere un progetto, è stato quando al Toro sono arrivati Benassi, Baselli, Zappacosta e Belotti: giovani già abbastanza affermati e di prospettiva. Una strada abbandonata troppo presto con acquisti successivi fuori dalla nostra portata e con giocatori (Niang, Zaza, Verdi) inadatti. Ma quest’anno qualcosa di meglio si doveva fare. Visto l’inaspettato crollo dello scorso anno, era chiaro che all’interno ci fosse un malessere che andava estirpato e lo si sarebbe dovuti fare sostituendo tutti quei giocatori scontenti di restare qui (N’Koulou, Sirigu, Izzo), sostituendoli bene e, soprattutto, prendendo un allenatore di carattere, capace di forgiare un Toro che avesse come prima qualità, quell’ardore e quella grinta che da sempre hanno caratterizzato i nostri migliori periodi. Con Giampaolo non lo si è fatto. Con Vagnati non lo si è fatto. Con Linetty, Murru e Bonazzoli (scarti della Samp giunta da un campionato anonimo) non lo si è fatto. Non si doveva vivacchiare, ma rilanciarci. Non era importante arrivare settimi o dodicesimi (per quest’anno si poteva anche non avere l’obiettivo europeo), ma impostare un programma serio e concreto. Ora siamo ai limiti del baratro, dove mai avremmo voluto ritrovarci e dove nonostante tutto avremmo pensato che Cairo ci avrebbe riportato. Ma succede se si lavora male. La migliore prospettiva che ci stiamo prefigurando è quella di salvarci per il rotto della cuffia, vendere tutti i migliori che tanto qui non avrebbero più voglia di restare e riforgiare una squadra affidandosi a persone competenti. Il mercato di gennaio potrebbe al massimo portarci un rinforzo per salvarci. I giocatori che abbiamo ci tocca tenerli fino a giugno. L’allenatore sarebbe inammissibile non cambiarlo nei prossimi giorni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. blubba - 1 mese fa

    Petrachi paga il fatto di aver voluto fare un salto di qualità, ha capito ke Cairo voleva solo vivacchiare come sta facendo e ha deciso di andarsene a cercare fortuna altrove. Uno della sua competenza lo rivorrei subito anche perchè sa gestire lo spaogliatoio come pochi visto ke Comi nn fa nulla senn il gfuardaspallle di Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. faina76 - 1 mese fa

    Una società seria invece di minacciare di querelare chi ha scritto che dopo la partita con l ‘Udinese è successo un terremoto nello spogliatoio, si preoccupa di risolvere i problemi. Le testate che avevano riportato la notizia hanno immediatamente rimosso l’articolo ma i problemi sono rimasti. Quando in uno spogliatoio c’è una rottura così profonda puoi solo raccogliere i cocci. Probabilmente chi ha tirato la carretta per più di un anno si è stufato. L’espressione del Gallo e il linguaggio del corpo parlano chiaro. E un giocatore stanco e deluso che non vede l’ora di andarsene,come molti altri. Presidente lei continua a non capire. Una società di calcio non puoi gestirla da Milano con il telefono. Se lo vuoi fare, devi avere almeno un dirigente sempre presente e che abbia il rispetto e la considerazione dei giocatori. Questa squadra ha l’elettrocardiogramma piatto,non la salva nemmeno Guardiola, perché oltre ai problemi di campo che sono tanti ci sono quelli tra giocatori e società. Dico solo una cosa,quando in uno spogliatoio hai un “dissidente” può essere che è una testa calda. Quando ne hai 7/8 vuol dire che la società non esiste. Sarà serie B,noi le partite le perdiamo prima di entrare in campo. Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Esattamente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. mirafiori64 - 1 mese fa

      Bravo giusta analisi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. palmiro - 1 mese fa

    Ma ancora qui siete? Capisco quelli pagati per starci, ma gli altri? Non avete ancora capito?
    Eppure è dall’estate in cui ha comprato Verdi per venti milioni (dice lui…) che ve lo dico…
    Un po’ timidi nel comprendere vedo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. PotenzaGranata - 1 mese fa

    Bravo Sartori: le ci sono voluti tre anni e tre allenatori per pronunciare il nome di Cairo mandrogno bracciamozze, ma pur sempre in modo velato, con la tiratina d’orecchi legata al fatto che “…Cairo è ricascato nella antica tendenza ad accentrare le scelte…”

    Ricascato ?

    Ma se non ha fatto altro, da 15 anni a questa parte, contattando personalmente anche la donna delle pulizie per parlare del suo contratto e del suo stipendio…!!!

    La società si chiama “cairese FC del mandrogno bracciamozze Cairo, a socio e decisionista accentratore unico”.

    Sartori, glielo dico e ripeto sino allo sfinimento: cambi registo e dimostri di essere un giornalista con gli attributi, anzichè un lacchè del padrone.

    Mmi faccia la cortesia: o ci mette gli attributi e punta il dito sul mandrogno e sui suoi servi in organogrammi (non il solo Vagnati, parliamo anche delle due nullità Comi e Barile), oppure eviti di pubblicare questi articoli e, soprattutto, cambi mestiere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Torissimo - 1 mese fa

    D’accordo in tutto, ci sono sei o sette elementi validi, ai quali speriamo si possa aggiungere Baselli in rientro. Ci sarebbero insomma le premesse per salvarsi ed avere un riscatto, però bisogna volerlo fortemente iniziando dall’allontanamento di Giampaolo – che è davvero imbarazzante – e scegliendo almeno tre rinforzi (un giocatore di fascia, un centrocampista di qualità, un attaccante). Se no è B certissima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. fandangogranata - 1 mese fa

    Ha lavorato con il Toro come ha fatto negli altri settori, innanzitutto tagliando le strutture societarie e le spese, con la differenza che a La7 o nei giornali qualche “fuoriclasse” lo ha preso. Il calcio è un altra cosa, serve anche il cuore e tu non ne hai, VATTENE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Junior - 1 mese fa

    Io non sono rassegnato. Voglio solo il presidente venda la società e la facciamo finita. Ne ho abbastanza di questa gestione approssimativa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Athletic - 1 mese fa

    Non è rassegnazione, è realismo. A meno di un cambio in panchina e di un intervento sul mercato concreto, cosa peraltro molto difficile, la retrocessione è cosa certa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Esatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Leojunior - 1 mese fa

    Direi che peggio di cosi GP non potesse fare. E’ indifendibile, perchè se prendi lezioni di calcio dal Crotone e dallo Spezia in 10 non puoi neppure sostenere che abbiano una rosa piu forte della nostra. GP ha avuto la sua occasione, non è stato cacciato subito, ma ora basta. Io prenderei Donadoni, ma immagino costi parecchio e Cairo di soldi non ne vuole spendere. Quindi o Longo o Nicola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 1 mese fa

      Longo basta ti prego, basta…un altro Giampaolo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Toroperduto - 1 mese fa

      Ma quando li avremo girati tutti gli allenatori cosa direte?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Benzorogranata - 1 mese fa

      Leo se prendi GP e non gli dai regista e 3/4 decenti vuol dire che come società capisci 0 di calcio perchè è uno dei pochi specialisti che fa un certo tipo di gioco : se si è messo a 352 significa che ha alzato bandiera bianca …. quindi ci vuole un tuttologo carismatico come Nicola che nel breve tira fuori quello che c è ….. FT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        Esatto, però dovrebbe almeno dimettersi. Di fame non morirebbe. Ma so che è difficile rinunciare a 1,5 milioni. Dignità 0.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Leojunior - 1 mese fa

        Mi consentirai che comunque con il Crotone e lo Spezia te la giochi per vincere anche cosi, o no?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Benzorogranata - 1 mese fa

          Leo, certo in condizioni normali : ma lui ha alzato bandiera bianca dal passaggio al 352 non essendo più in fiducia con nessuna componente, e con metá squadra già con la testa a Luglio e non al Toro : dovrebbero essere i giocatori in primis a volere o dobbiamo dargli stimoli ?!!!! …. FT

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. blubba - 1 mese fa

    Desolante e nn fa una piega è questa la verita purtroppo. Ieri abbiamo visto il peggio a cui si poteva assistere da questa squadra e da questa società.Le palate di mmm ke stanno buttando sulla storia del Toror nn ammettono scusanti. Ieri per citarne uno ho visto Linetty ke è lo specchio della depressione ke ormai aleggia su di no , spechio di un mister che per quanto bravo posssa essere nn è adatto a questo ambiente e questo sottospecie di presidente accentratore ke abbiamo.Se vogliamo salvarci e nn è detto che il miracolo avvenga Cairo richiami alla svelta petrachi e Ventura e sparisca da Torino e dintorni finche il campionato nn sara finitio metta solo il portafoglio.Ikl giocattolo lo ha rotto lui e adesso deve ripararlo.Sulle scelte di mercato nn dveve mettere bocca , sparisca anche con le sue dichiarazioni farneticanti ke poi inculca anche al DS ,incredibile dice le stesse cose .BASTA ESSERE PRESI PER IL CULO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 1 mese fa

      Petrachi è una delle cause di questo disastro, Ventura potrebbe essere un buon ritorno ma spero arrivi qualcun altro con più carisma ed entusiasmo da trasmettere agli atleti ormai depressi, non vedrei male Cosmi….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mirafiori64 - 1 mese fa

        Averne di petrachi….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. mirafiori64 - 1 mese fa

        Averne di petrachi….questi disastro e nato da quando petrache se ne andato, questo è un fatto che piaccia o no!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 1 mese fa

          È nato soprattutto perché il mandrogno non ha gestiti il cambio del ds. Pensava come al solito di fare da solo , mettendo una testa di legno come Bava. Poi invece di prendere un ds decente dandogli un budget ha messo uno senza esperienza sufficiente e senza soldi. Finché si ragiona così …

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. ddavide69 - 1 mese fa

        Cosmi con Cairo dura 2 settimane

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. torracofabi_13706409 - 1 mese fa

          Cos mi da quando,tempo fa ebbe a che dire sugli arbitri ha praticamente finito la sua carriera … è uno che non si tiene un cecio in bocca, hai perfettamente ragione

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Tre gol in quattro minuti - 1 mese fa

      A quel signore non interessa niente della storia, dei valori, della tradizione unica del Toro………lo ha acquistato 15 anni fa per pochi euro per avere visibilità, per realizzare plusvalenze e disintegrare il vivaio che in passato era un motivo di orgoglio di questi colori……..una gestione del tutto inadeguata a livello sportivo che culmina con l’immobilismo di questa sessione di mercato, che rivela la sua intenzione, pianificata da qualche tempo, di fare retrocedere la squadra………sparisca per sempre dal Toro e lasci a chi veramente intenda risollevare le sorti di questa gloriosa società .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Benzorogranata - 1 mese fa

    L errore originale è della societá evidentemente …. il mister è in confusione da paura da quando si è messo a 352 che aveva ripudiato fino ad un ora prima della partita ….. purtroppo per lui è arrivato nel momento qnd almeno la metá dei giocatori voleva andare via ….. tutto chiaro è quindinurge un cambio allenatore o cambio di almeno 10 g …molto più semplice l allenatore : penso all uniconfhe potrebbe miracolarcibche è Nicola ……. FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 1 mese fa

      d’accordo con te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. MartinVasquez - 1 mese fa

    Da Sartori, giovincello che auspica di lavorare nel mondo dell’editoria del pianeta Cairo, non ci si può attendere molto più di un timoroso e patetico (per il ritardo con cui cui arriva) monito alla società ad operare bene e rapidamente. Ma pensa te, chi l’avrebbe mai detto!?!
    Viceversa, la narrazione in cui siamo precipitati è talmente prevedibile – come in una soap opera brasiliana degli anni Ottanta – che restiamo incollati allo schermo non per i nuovi acquisti o il nuovo allenatore, ma per vedere se gli sceneggiatori (Cairo e i suoi accoliti) riusciranno a rendere ancora più incredibile e grottesco il prossimo colpo di scena. Ormai è l’amore per il kitsch, lo splatter, la clownerie triste a caratterizzare l’unico modo possibile di consumare questo spettacolo di pochezza e approssimazione. Il fatto è che si potrebbe realizzare un prodotto dignitoso anche con poche lire, come appunto Spezia e altre società dimostrano quotidianamente. E quindi, se non si fa, è perché le ragioni vanno cercate da altre parti. Altri giornalisti, non di questa testata, dovrebbero cercare di capire le ragioni e raccontarcele. Alcune sono così patenti, che non serve nemmeno troppo lavoro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Messere Granata - 1 mese fa

    Pensieri scadenti generano azioni scadenti. Il Torino non esiste più, oltraggiato e vilipeso da filosofi “d’occasione” e cinici di “professione”. Una miscela letale. Povero Toro mio. La tromba di Bolmida non esiste più. In compenso sei “trombato” da tutti. Povero Toro nostro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. morantony - 1 mese fa

    La squadra (già scarsa di suo) ha capito che la proprietà vuole andare volontariamente in B per i soldi di paracadute e cessioni e di conseguenza ha mollato … fate caso a Singo appena ha capito la situazione si è sgonfiato come neve al sole …(lo farei anche io)
    Non esiste un giocatore che può essere coinvolto se ha già capito il volere delle proprietà !

    Il Re è nudo anzi lo sciacallo è nudo e nessuno può fermarlo !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 1 mese fa

      andare in B è un disastro economico se la vuoi guardare puramente dal lato del portafoglio e non sportivo…a questa tua ipotesi io non credo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. morantony - 1 mese fa

        Un disastro se rimanesse il nano … pensa se invece vendesse ( a prezzi molto molto più bassi perché in B) dopo aver svuotato la squadra di quel poco di buono che ha …. il disastro rimarrebbe al povero nostalgico che l’acquisterebbe per pochi spiccioli (attratto proprio dal prezzo )

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Luigi65 - 1 mese fa

          e che interessi avrebbe a vendere a prezzo più basso…non lo capisco il tuo ragionamento, scusami

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 1 mese fa

            Beh, dopo aver venduto il vendibile un centinaio di milioni ed essersi intascato i soldi del paracadute 25 milioni..potrebbe anche accontentarsi di 20-30 milioni

            Mi piace Non mi piace
      2. morantony - 1 mese fa

        Ha deciso di andare in B
        Prende 30 milioni di paracadute
        Vende Belotti e qualche altro buono per fare più soldi
        A quel punto con una squadra che vale diciamo si e no 30 milioni, cerca e trova (facilmente a quel prezzo) un acquirente e cede tutto e saluta noi poveri fessi …
        questo è lo scenario che mi è venuto in mente vedendo l’apatia dei nostri giocatori ieri (hanno capito che qualsiasi cosa accada lui vuole andare in B)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Luigi65 - 1 mese fa

          l’apatia purtroppo l’ho vista anche io, speriamo non si verifichi lo scenario da te dipinto e che si possa restare in Serie A ancora a lungo ma conaltra proprietà, Cairo è diventato indifendibile

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. ddavide69 - 1 mese fa

          Ho detto le tue stesse cose e non avevo ancora letto il tuo commento.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Benzorogranata - 1 mese fa

      Guardate ragazzi che dal prossimo anno in serie A il Toro prende 70 mln annui dai nuovi diritti tv e quindi nessun essere umano sano di mente vuole privarsene ed in più venderebbe anche i migliori incassando una vagonata di mln se rimaniamo in A : qnd o si cambia ora o mai più è …….. FT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rimbaud - 1 mese fa

        Esatto, mi stupisco come non stia facendo nulla per mantenere la categoria

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Benzorogranata - 1 mese fa

          Questo è veramente incomprensibile !!!!!! …. FT

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 1 mese fa

        È vero che prenderà questi soldi , ma per rimanere in a deve spenderne almeno 30 adesso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Benzorogranata - 1 mese fa

          dd se tu fossi sikuro di prenderne 7 non ne spenderesti 3 !???!!!! Io domattina subito è …… fT

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Athletic - 1 mese fa

            E’ questo l’errore che facciamo tutti. Perchè per noi è logico mettere dei soldi in qualcosa che ci darà un ragionevole ritorno in futuro. Cairo è fatto al contrario. Lui compra a poco per poi tagliare e risanare l’acquisto fatto. E’ uno che fa i suoi guadagni sui tagli, non sugli investimenti. Quindi per come è fatto, lui non può spendere adesso, non ce la fa. Al massimo ha già un piano per l’anno prossimo in B, tagliando da una parte e dall’altra, magari riuscirà a far quadrare i conti e magari riuscirà a fare più utili con soli 20 milioni piuttosto che con 70.

            Mi piace Non mi piace
          2. Benzorogranata - 1 mese fa

            Athletic i numeri non sono sindacabili : 70 – 30 = 40 mln sikuri di utile …. da 20 al max ne tiri 20 …… non è possibile non arrivarci figurati il takkagno ….. è questo che non si spiega ….. FT

            Mi piace Non mi piace
      3. ddavide69 - 1 mese fa

        perche se trattiamo solo gente come kurtic in b ci andiamo lo stesso

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Andrea63 - 1 mese fa

    La società ma quale società!!!? Caro Sartori lo so la pagnotta la deve portare a casa pure lei ma si faccia un bel esame di coscienza fino all’altro ieri ha difeso l’indifendibile!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 1 mese fa

      anche io ho difeso Giampaolo fino a ieri ma ora basta, non si può avere un’idea differente in base ai differenti momenti temporali della vita e alle esperienze fatte anche a proprie spese o lei ha la palla di vetro e conosce già vita morte e miracoli di tutto e tutti….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Luigi65 - 1 mese fa

    uno dei pochi articoli pubblicati su questa testata che condivido al 100%, analisi corretta, lucida, che fotografa esattamente la situazione attuale, complimenti a Gianluca Sartori e non aggiungo altro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Bischero - 1 mese fa

    Con una società così la rassegnazione é cosa normale. Siamo sfibrati stanchi delusi e amareggiati noi tifosi che amiamo questa maglia. Figurariamoci una banda di professionisti senza palle che pensa solo alla grana. Leggo che molti parlano ancora di tattica, giocatori, cambi, allenatori. Signori questa società é morta. Avete presente una pianta da fiore che sta morendo? Sfiora piano piano. Inesorabilente. Provi a rianimarla… Ma niente. La colpa é della pianta o di chi deve curarla ogni giorno? “ma si… Se non la bagno per 2 giorni vive lo stesso.” se la lascio un giorno d estate alla luce diretta che importa??!! “é morta?? Ma io gli compravo il miglior concime sul mercato!!tutto troppo scontato. Tutto chiaro per chi capisce un po’ di pallone e ragiona un po’ sulle situazioni. Questa proprietà non ha un futuro qui. Non ne ha capacità, umiltà tempo e disponibilità economiche. L attuale presidente se ne deve andare. È un fallito all ennesima potenza. Basta, stop, game over, nun cé be, nisba. VATTENE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 1 mese fa

      sono d’accordo ma il tecnico conta, con Mazzarri e con una rosa inferiore si sono raggiunti risultati e una solidità di squadra mai vista (non considero le ultime gare con il tecnico livornese in quanto in mezzo alla bufera mediatica), ho difeso Giampaolo sempre ma ora basta, è necessario il cambio e non con il Longo di turno ma con tecnico esperto di carattere che sia riconosciuto come leader dallo spogliatoio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 1 mese fa

        Il tecnico conta ma fino ad un certo punto. Mazzarri(che ho sempre difeso) aveva a grandi linee una squadra fatta per il suo modo di pensare calcio. Detto questo i 63 punti di quell anno sono figli di diverse situazioni. 1 la grande annata di Sirigu izzo nkoulou ma sopratutto moretti e rincon che fecere a mio modesto parere la vera differenza. 2 un briciolo di culo in 2 o 3 partite che meritavamo di perdere e vincemmo. 3 la ottima annata degli esterni che nel modulo a 5 sono fondamentali. Mazzarri sapeva bene la cosa e chiese 4 giocatori per l anno a venire. Ne arrivarono 2 l ultimo giorno di mercato ad Europa persa. Quel non mercato(l ennesimo dico io) ha rotto tutto perché ha fatto aprire gli occhi ai giocatori che avevano mezza idea di andarsene che al toro non c era nessun futuro. Il resto é storia recente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Rimbaud - 1 mese fa

          Bravo Bischero, ottima ricostruzione e metafora. La mancanza di ambizione al Torino FC (non mi piace chiamarla Cairese) è palpabile

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Guevara2019 - 1 mese fa

      Tutto condivisibile,purtroppo!

      Ricordo che l’altra sponda,si quella che paga le tasse all’estero,del nostro trapasso ride,dagli avi avrebbero voluto distruggerci,ora ci stanno riuscendo.
      Non ne avranno uno che passerà da loro,ma avranno tutta la città in esclusiva.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Simone - 1 mese fa

    Dopo aver leccato il culo alla proprietà fino all’altro ieri oggi il sig. Sartori ci viene a parlare di “È necessario un cambio di rotta”.
    Dov’era al termine della vergognosa campagna acquisti estiva?
    Non ha fatto altro che difendere l’operato del suo “padrone” nonostante il mondo intero sapesse che Rincon è un regista.
    Fatevi un esame di coscienza!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 1 mese fa

      cambiare idea e opinione è sintomo di intelligenza e non di quello che dici tu

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 1 mese fa

        Dove hai letto nelle mie righe che con sia legittimo cambiare idea?
        Eppure sono 4 righe!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Luigi65 - 1 mese fa

          appunto….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. bordeauxgranata - 1 mese fa

    Aggiornamento, ho ascoltato Enea Benedetto, vi scrivo quello é venuto fuori da buon giornalista amatore : due nomi ha fatto, che gli hanno dato autorizzazione ad uscire fuori: Lorenzi Group e Gewiss, entrambe di Bergamo.
    Renato Zaccarelli ha dato la disponibilità a ricoprire il ruolo da DG.
    Ha pure chiesto alla carta stampata di contattare il suo ufficio stampa per mettere tutto per iscritto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MartinVasquez - 1 mese fa

      Sei dall’altra parte del mondo, fidati, Benedetto è peggio del giornalaio. E’ fuffa, ha soldi di carta igienica, è incompetente. E te lo scrive uno che vorrebbe fuori dalle scatole Cairo da almeno quindici anni buoni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bordeauxgranata - 1 mese fa

        Ho detto si o no?!?!ho riportato un paio di notizie, fatene quello che volete

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. MartinVasquez - 1 mese fa

          Non era una critica verso di te, ma un commento rattristato perché non se ne vede realmente la fine.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. bordeauxgranata - 1 mese fa

            Lo so MartinVasquez, rimango neutro facendo questa affermazione: potremmo avere la certezza che sia fuffa o no solo se Cairo almeno accettasse di parlare, perché allora chiunque potrebbe essere non credibile se lo ignorano continuamente. Credo che nn ci sia nulla di folle in quello che dico.

            Mi piace Non mi piace
      2. policano67 - 1 mese fa

        Benedetto e solo la facciata esposta.nn ha nessuna potenzialita.a sto punto solo il tempo dira

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. puliciclone11 - 1 mese fa

      Ben venga qualsiasi trattativa seria non alla Ciuccariello & co. per intenderci, ma credo che la Gewiss sia main sponsor dell’Atalanta e partecipato alla ristrutturazione del loro stadio ed un investimento fatto in quella squadra organizzata e gestita come si devea abbia un ritorno ben maggiore che eventualmente con noi e le macerie che rimangono della nostra pseudo società

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bordeauxgranata - 1 mese fa

        @puliciclone
        Ho scritto quello che ho sentito, l unica considerazione personale riguarda il fatto che non credo nomini società che non siano realmente dietro questo gruppo. Tutto qui. Ripeto, io scrivo queste notizie perché bene o male per me bisogna farlo per correttezza

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. puliciclone11 - 1 mese fa

          anche la mia era una considerazione e non certamente una critica alla diffusione della notizia

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. policano67 - 1 mese fa

      La gewiss da quel poco che ho letto mi sembra solida.lorenzi group nn mi sembra un colosso.speriamo che chi nn sia ancora uscito allo scoperto sia piu solido dei due.nel bergamasco ci so imprenditori davvero facoltosi e solidi.speriamo.a me pur di nn vedere piu cairo mi vanno gia bene questi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. pupi - 1 mese fa

      L’ultimo bilancio depositato da Consorzio Lorenzi Group nel registro delle imprese corrisponde all’anno 2019 e riporta un range di fatturato di ‘Tra 3.000.000 e 6.000.000 Euro’. Se è questo a che serve?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bordeauxgranata - 1 mese fa

        Ciao pupi, si pure io ho visto, ho sentito questo nome che raggruppa più aziende. Certo che se quello é il fatturato totale, é nullo. Visto ragazzi, io sono né pro o contro, riporto solo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. policano67 - 1 mese fa

        A nulla.certifica solo che nn ha potenzialita.ma se chi nn se svelato ancora ha la stessa potenzialita della gewiss o superiori sarebbe ottimo no?percassi ne ha di potenzialita eccome ma e la sua gestione che e ottima.nn bisogna svenarsi al toro ma programmare cn persone competenti.il contrario dei 16 anni di gestione cairo.la gewiss e vicino all atalanta.buon segno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Rimbaud - 1 mese fa

      Anche avesse qualche soldo, la qual cosa escluderei, non è capace a organizzare una conferenza stampa, come può gestire una società di calcio? Dalla padella alla brace.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bordeauxgranata - 1 mese fa

        @rimbaud
        Credo non lo facciano per il semplice motivo che Cairo non vuole ascoltarli…cioè non esiste una trattativa, solo intenti.
        Cairo non vuole lasciare, ma non a Taurinorum, a nessuno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Rimbaud - 1 mese fa

          Mi riferisco a pipicella e co. Tutta la faccenda è stata gestita al limite del tragicomico. Mi sembra molto più che lecito dubitare delle disponibilità e della capacità di costui. Peraltro pure console e partner si sono dissociati da Taurinorum dicendo chiaramente che i soldi erano di loro clienti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. Rimbaud - 1 mese fa

    La squadra poi è di una povertà tecnica senza precedenti, cercate di ricordare come aprivano le difese Iago e Ljajc nonostante si giocasse con il “difensivista mazzarri” o a come Ansaldi entrato in campo sembrasse Roberto Carlos pur andando al piccolo trotto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 1 mese fa

      d’accordissimo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Rimbaud - 1 mese fa

    Se la società per prima non interviene per sanare evidenti difficoltà, di cosa stiamo parlando? I segnali sono chiari, non c’è ambizione, nessun iniezione di entusiasmo. E mi tocca vedere sempre il dito puntato su giocatori e allenatore (che per carità hanno le loro colpe), quando il disegno complessivo è piuttosto chiaro!
    3 acquisti di spessore il 3 gennaio avrebbero portato aria nuova ed entusiasmo, qui siamo a sperare nell’arrivo di kurtic. C’è da aggiungere altro?
    I calciatori non sono coglioni, sono anche loro umorali e i segnali che lancia Cairo sono inequivocabili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi65 - 1 mese fa

      concordo, ma l’allenatore ha le sue belle responsabilità, più dei gicatori che più di quello non sono

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Luigi65 - 1 mese fa

      poi scusami ma chi è che spera nell’arrivo di Kurtic, il fatto che qualcuno in Società voglio riprenderlo non significa che sia auspicato da noi, anzi tutt’altro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rimbaud - 1 mese fa

        Infatti dico che la società insegue kurtic come fosse messi, mica noi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Mario66 - 1 mese fa

    Alla fine del mercato estivo dissi in un post che saremmo finiti in serie B. Per capirlo non occorreva un intenditore di calcio ma un mediocre come me. Adesso non sono certo meravigliato ma da pover appassionato per il quale la speranza è sempre l’ultima a morire solo molto depresso. La responsabilità è di Cairo e solo di Cairo. Ha creato una società che è una non società priva di struttura organizzativa e purtroppo competenze. Se a questo si aggiungono la tirchieria l’egocentrismo e la ormai acclarata incapacità del presidente i risultati sono questi. Purtroppo l’attaccamento al denaro e la ricerca dell’affare minano terribilmente anche la possibile vendita della società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 1 mese fa

      Sicuramente Cairo ha posto le basi per la retrocessione. Cambio di guida tecnica quanto mai improvvido nel momento sbagliato, mancata rivoluzione estiva, indebolimento della società con osservatori come Milanetto che hanno preferito andare a Verona. E qui puntiamo il dito contro giocatori e mister …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. FuriaGRANATA - 1 mese fa

    Cairo impegnati a vendere la società.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Scott - 1 mese fa

    La squadra di cairo è l’unica a non essere migliorata negli ultimi anni. Questa squadra valeva i 50 punti due anni fa, ne vale i pochi che ha oggi, in un contesto molto più competitivo, fatto di Udinese co de Paul, pereyra. Di Sassuolo con qualità tecniche eccelse. Di Milan e Inter che ormai sono sempre più vicine alle merde. Cairo, da gran taccagno quale è, ha pensato che il mondo del calcio fosse immune dal virus al quale è profondamente allergico: investire. Non se esce se non con un tris di calciatori del livello di questa serie a. Non se ne esce da questa merda con kurtic pulgar, non se ne esce con un prestito secco di un pur ottimo calciatore. Non se ne esce cambiando allenatore. Se ne esce se cairo passa la mano o miracolosamente si ravvede e prende i torreira, i ljajic i theo hernandez.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. puliciclone11 - 1 mese fa

      Il guaio è che dopo lo schifo di ieri non so quanti calciatori abbiano il pelo di sputtanarsi per venire in una simile armata brancaleone…meglio un ingaggio in b o fare panchina altrove che mangiare merda da noi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Luigi65 - 1 mese fa

      non sono d’accordo fino all’arrivo di Longo eravamo migliorati anno dopo anno, ultimamente la giocavamo quasi alla pari anche con le grandi, ma le partite le avete viste o guardate solo gli highlights di 90′ ???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Scott - 1 mese fa

        Ognuno le vede a modo suo. Io vedo una squadra incapace di fare gioco dal dopo Sinisa Ljajic. Fortunata più che valida, che ha fatto illudere un un contesto molto meno competitivo di quello attuale. Il Toro si è fermato, tutt’al più ha fatto un grosso investimento sbagliatissimo, quello richiesto da Mazzarri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. DNAbul - 1 mese fa

    Facendo riferimento al titolo di questa pagina… oltre i giocatori stiamo iniziando a rassegnarci anche noi. Leggo consigli su quali giocatori acquistare , chi fa un elenco di quelli papabili in Serie B, altri consigliano giocatori di altri campionati addirittura delle serie minori, chi invece cerca nuovi moduli di gioco…. insomma il popolo Granata è speciale anche per questo motivo in situazioni disperate. Ragazzi purtroppo la realtà è un altra…e non ci sono soluzioni. Oramai è troppo tardi e la società non esiste più perché manca competenza…!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. gianni bui - 1 mese fa

    Io dico solo che Mazzarri è andato via da gran signore rescindendo il contratto..poi il resto è un’altra cosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. GlennGould - 1 mese fa

    Buongiorno a tutti. Visto cosa è successo ieri, ho preferito aspettare a commentare, e fare passare quantomeno la nottata.

    Breve riassunto.

    Lo Spezia rimane in 10 dopo sette minuti e, saggiamente ma come era anche ovvio, Italiano toglie una punta. E Giampaolo che fa? Rimane con tre difensori centrali per tutto il primo tempo. Dopo 45 minuti penosi, finalmente nella ripresa gioca a 4. Io, e non solo io, nell’intervallo mi sarei aspettato il cambio di Murru,che non salterebbe un uomo manco sotto tortura, con Ansaldi. Anzi, commentando con altri lo si dava per scontato. Inizia il secondo tempo, e Ansaldi e’ in panchina; il cambio avverrà quando mancherà poco, troppo poco, alla fine. In poco più di 10 minuti Ansaldi farà molto di più di Murru in 80, ma anche questo per qualcuno sembra essere irrilevante.
    Termina una partita scandalosa in cui, oltre non aver visto un non gioco completo, ho visto un allenatore sbagliare tutto ciò che si poteva sbagliare, ed una squadra che si è arresa.
    Conferenza stampa dell’allenatore, che parla di un toro migliorato.
    Ma ho sentito bene? Si, ho sentito bene.

    La scarsità tecnica, certo anche figlio di una chiara confusione mentale, e’ un limite, l’avere evidentemente fallito con il Toro è ormai evidente.
    Ma avere quantomeno un po’ di dignità, e non prendere per il culo i tifosi, sarebbe stato bello l’avesse palesato.
    E invece manco quello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

      Guarda, sono d’accordo con te. Tranne su una cosa, Ansaldi. Ha fatto più lui in 10 minuti… il fatto è che costui dura solo 10 minuti e poco più. Lungi da me difendere l’indifendibile, ma è il tipico giocatore ormai bollito che si fa rimpiangere quando non c’è, e quando c’è oltre un quarto d’ora sparisce o si fa infilare come un pollo. Quindi, Ansaldi o meno, il vero problema (oltre a Cairo e tutto il resto) è che abbiamo una squadra mediocre, composta da giocatori mediocri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. fabry - 1 mese fa

    Tanti commenti inutili leggo pochi quelli funzionali a salvare il toro dalla b io credo che tra stasera massimo domani GP sarà esonerato comq il suo possesso palla sterile e inutile va cambiato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Gianluca - 1 mese fa

    Ora, poste le critiche che ho scritto qui sotto, dico ancora una cosa, sperando che qualcuno ai vertici della società legga. Sarebbe il caso che qualcuno in società leggesse queste pagine intrise di buona volontà da parte dei tifosi, qualche spunto utile si trova sempre. Oltretutto con pubblicità CairoRCS a rimpolpare il budget, che volete di più?
    Vengo al punto. Ne abbiamo 13. Di punti, intendo. Un bottino penoso. Però di poco inferiore a quello della quart’ultima, a oggi. E in linea con i punti fatti lo scorso girone di ritorno. Quando ci salvammo. Quindi nulla è perduto e bisogna ragionare in quel senso. Si corre contro gli altri, anche fra asini. Con umiltà. Nelle ultime stagioni, e non solo, seguendo il Toro e altri campionati, ho imparato che si peggiore il rendimento per i propri limiti, ma anche perché ci si deprime in quanto si credeva di poter fare chissà cosa e invece … Ecco il Toro per salvarsi deve credersi uno Spezia, un Crotone, etc… so che è difficile, ma solo così facendo si può migliorare. Ci pensino quelli che hanno cacciato Mazzarri dopo i 27 punti fatti lo scorso girone d’andata (non nell’anno fortunato… quello dei 63 punti, dico lo scorso campionato). Serve freddezza e capacità di andare a benevento per prendere un punto, “sporco” quanto volte, ma un punto. Poi aspettare la Fiorentina per cercarne un altro. E magari a Cagliari, dopo il k.o. quasi ovvio di Bergamo (ma non si sa mai) troveremi una squadra con l’acqua alla gola come noi che crederà di battere il Toro per rilanciarsi. Li aspetteremo e ripartiremo. Come dice Giampaolo, e chissà che di punti non ne arrivino tre. Attualmente dobbiamo sperare di salvarci a quota 34 o 35 punti. Difficile, ma non impossibile con la testa giusta. E un paio di innesti, ma quelli credo non mancheranno. So di apparire disincantato, ma credo di essere stato più che altro pragmatico. Perdere la testa, in questo momento, è nornale, ma ribadisco. Ci pensino bene quelli che lo scorso anno, di questi tempi, volevano cacciare Mazzarri. Serve lucidità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALELUX777 - 1 mese fa

      Vero, a mente calda era esonero immediato anche per me, ma a mente fredda il rischio di far ancora peggio è altissimo. Però serve un aiuto dall’esterno: giocatori, dirigenti….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. puliciclone11 - 1 mese fa

        Purtroppo è la pochezza tecnica e caratteriale emersa all’ennesima potenza ieri che non mi fa credere i giocatori e lo staff in grado di cambiare registro indossare l’elmetto e andare in guerra per la salvezza. Tutte le volte che c’era da cambiare mentalità per mutare registro abbiamo miseramente fallito. Una partita come ieri da vincere a tutti i costi con l’avversario che dopo pochi minuti resta in 10 l’affronti in quella maniera? Ho purtroppo poche speranze in tal senso

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. cuoretoro - 1 mese fa

    Oggi si deve cacciare gianpaolo anche se non è lui il principale artefice di questo schifo e bisogna fare un allenamento al filadelfia con i cancelli aperti in modo che i tifosi possano entrare in campo, così almeno cominciano a fare allenamenti dove si mettono a correre, poi bisogna cacciare, sempre a calci in culo, verdi, zaza e murru, quindi Vagnati deve andare a prendere giocatori anche di serie B se non ci sono soldi, ad esempio GUCHER DEL PISA come regista, MARCO MANCOSU DEL LECCE come trequartista, LEONARDO MANCUSO DELL’EMPOLI come punta al fianco di belotti. REDAZIONE FATE QUESTI NOMI ALL’INCOMPETENTE DI VAGNATI!!!! SE INVECE CI SONO I SOLDI SI COMPRANO I VARI FRANCO VASQUEZ, TORREIRA E DEFREL ma questi BRACCINO MAILAE NON LI PRENDERA’ MAI.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Gianluca - 1 mese fa

    La partita di ieri non mi ha stupito, se non per la capacità della squadra di toccare sempre nuovi record negativi. Anche le casualità (tipo l’espulsione al 7′) ci consentono di compiere imprese “al contrario” non banali. Però di quanto accaduto dopo l’espulsione si può stupire solo chi non ha seguito la squadra nel dopo Mihajlovic. Perché fino a Mihajlovic contro le “piccole” costruivamo e segnavamo a raffica (i primi turni di Coppa Italia sono la miglior cartina di tornasole, ma anche in campionato), da Mazzarri in poi siamo diventati qualcosa di diverso (per me preferibile in termini di equilibrio, Sinisa avrà avuto i difensori scarsi, ma ha ascoltato Petrachi solo alla fine, vincendo due volte a Roma e pareggiando a San Siro alla Mazzarri, poi facendosi rimontare dalla Spal… da 0-2 a 2-2, ricordate?). Con Mazzarri ricordo difficoltà contro il Sud Tirol in casa a segnare. Difficoltà a costruire gioco offensivo.
    Ha ragione Giampaolo quando dice che questa squadra non sa palleggiare, non costruisce. Eppure dovrebbe anche spiegare perché allora questa squadra si è trovata cento volte in vantaggio – pronta a giocare la partita preferita – e si è sciolta come neve al sole. Vedi anche Bologna e Napoli in tempi recenti, a Parma abbiamo dovuto attendere l’89’ e due parate di Sirigu per sfangarla.
    Giampaolo a mio avviso è arrivato senza aver studiato a dovere il Toro precedente a lui. Da questo punto di vista Longo arrivò più preparato, perché si guardava le partite da tifoso anche quando non ci allenava. Giampaolo avrà sicuramente le sue idee calcistiche, ma da inizio stagione ha fatto una confusione mica da ridere. A Firenze si è presentato a 4 con Izzo e Ansaldi terzini, con il Cagliari ha lasciato fuori Bremer, quando stavamo ingranando a 4, seppur a fatica (a Reggio Emilia andammo bene), è passato a 3, buttando via il suo stesso lavoro, rinnegando se stesso, e azzerando le possibilità di progresso. Cairo è in un tunnel mica da ridere ora, ma noi tifosi siamo messi peggio di lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Nero77 - 1 mese fa

    Rassegnati?Sarei curioso di conoscere il parere di Donato,Kimi forza Toro,Sigfabry,Forzatoro,tutte persone entusiaste e convinte del tecnico svizzero-abruzzese!Chi era quello che scommetteva che 20 punti al girone d andata e 60 punti a giugno?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

      Vorrei anche leggere qualcosa di Bertu62 che dava dell’asino a destra e a manca a chi scriveva che il nostro massimo obbiettivo stagionale fossero i 38 punti.
      Bertu62 batta un colpo anche con le maiuscole

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Guevara2019 - 1 mese fa

    Il trainer è da cambiare,anche se ho forti dubbi che arrivi colui che riuscirà a resuscitare gli scarsi e i morti che ci sono,vecchi e nuovi.
    Ma non ha soldi e non li vuole manco anticipare,e secondo me è pure difficile che arrivi qualcuno,sarebbe il quarto allenatore destinato al 90% a sputtanarsi.
    Ha pianificato la serie b,svendita e rilancio rinnovando il parco giocatori da serie cadetta.

    Saremo noi,quando si potrà tornare allo stadio a lasciarlo vuoto,forse è l’unico modo per farlo andare via.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALELUX777 - 1 mese fa

      Secondo me non ha pianificato la serie b, secondo me non sa proprio che fare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Guevara2019 - 1 mese fa

        Sono 15 anni che ha investito soldi,siamo settimi in serie A come ingaggi,un po’come la montagna partorisce il topolino talmente è incapace.
        Non saprà come pianificare la serie b?Normale amministrazione…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Greektoro - 1 mese fa

    I’m from Greece and I support Torino fc for the last 5 years.I learnt torino from a game.I want to comment the situation.First the yesterday’s game was a disaster,because it was a result of one company that doesn’t have a plann(see verdi,Zaza)and give money to players that play football by accident.Cairo now you have to do 2 things 1)Give Giampaolo the players he wants and risk for a bankruptcy OR 2)Fire him and hire again mazzarri(mazzari didn’t play attractive football,but he was taking very good results.Also,when he first came no one of us liked him but in the end we loved him) Some advices from an 16 years old Greek fan of torino fc FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. puliciclone11 - 1 mese fa

      Hi and welcome to the madness of the Torino FC world. We have so far fans and supporters all over the world but unfortunately an owner who doesn’t understand what that means…he is throwing away a 115 years of history.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Greektoro - 1 mese fa

        Unfortunately,the president wants to write history by remains many years and not to buy players and have programme so wean go to CL

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ilpalodiBeruatto - 1 mese fa

      Kalimera and welcome in Torino fan world. We’re all sorry for this situation but i think we’re all so glad to know there are young fans in Greek.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Greektoro - 1 mese fa

        I wish that we will become stronger from all this embarrassing situation.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Greektoro - 1 mese fa

        I wish that we will become stronger from this embarrassing situation

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. tric - 1 mese fa

    Se proprio dobbiamo far finta di aver visto il Toro giocare una partita di calcio, mi spiegate cosa c’era di irregolare nel gol segnato (credo da Gojak) quando il portiere dello Spezia ha perso la palla per conto suo? Grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALELUX777 - 1 mese fa

      È vero il gol era Valido, anzi è Belotti che viene spinto e subisce fallo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

      Il gol era regolare. Non abbiamo neppure più la forza di protestare.
      In una situazione come la nostra una decisione del genere avrebbe portato tutta la squadra panchina compresa addosso all’arbitro….
      Invece neppure una protesta. È una squadra ormai rassegnata.
      È incredibile l’assenza di voce della società. Lo scorso anno Bava non ha fatto una dichiarazione che fosse una, quest’anno Vagnati idem. Comi nonostante la chiusura dei ristoranti è totalmente sparito dai Radar.
      Vergogna vergogna vergogna

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. ALELUX777 - 1 mese fa

    Lo scorso anno il cambio di allenatore portò a salvarsi per merito dei punti fatti nel girone d’andata. Quest’anno non c è credito e il cambio di allenatore rischia di essere la miccia che fa esplodere tutto… C’è bisogno di aiuto esterno alla società. Cairo potrebbe, dovrebbe, fare da parafulmine, assumersi tutte le responsabilità della situazione, fare entrare in società dei dirigenti di settore, esperti e capaci di ristrutturare la società ad ogni livello. Dovrebbe intervenire sul mercato mandando via un fretta, con prestiti gratuiti o giocatori che remano contro, su tutti Verdi e Zaza subito fuori. Attraverso i nuovi dirigenti prendere quei 4 5 giocatori per completare una rosa priva di creatori di gioco e di carisma. Poi può anche cambiare allenatore, ma senza un radicale intervento su se stesso, il presidente, porterà di nuovo il Toro in serie B. Che lo si voglia accettare o no, La sola speranza che abbiamo è in mano al presidente, oppure accetti la sconfitta e lasci la società a chi ha nuove energie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. LeoJunior - 1 mese fa

    Una proposta a Cairo: faccia un ultimo sforzo. Metta tutte le energie per trovare un acquirente serio. Contatti e consulenti non dovrebbero mancare. Faccia una bella conferenza stampa finale nella quale chiede scusa.
    Noi potremmo fare finta di dimenticare 15 anni di nulla, potremmo non maledirla per il resto dei ns giorni e forse eviterà che quando qualcuno più in alto di tutti la chiamerà a sé…. non troverà 11 INVINCIBILI a chiederle il conto di quanto fatto. E quella condanna sarebbe eterna. Ci pensi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Doc.Falstaff - 1 mese fa

      Ci sarebbe l’acquirente ideale ma manca la struttura societaria per riuscire a convincerlo e coinvolgere, si tratta della potente e ricca Red Bull (in italiano Toro Rosso un nome un destino tagliato su misura).
      La Red Bull ha portato sia il Lipsia sia il Salisburgo in Champions League.
      Per la Red Bull sarebbe la simbiosi ideale tra marchio e squadra di calcio.
      Possibile che non si riesca a coinvolgerla?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Doc.Falstaff - 1 mese fa

        Mi rivolgo a chi ha messo il meno pollice verso.
        Mi puoi argomentare il perché la Red Bull non andrebbe bene al posto di Cairo?
        Grazie.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Rimbaud - 1 mese fa

          Ciao io non ho ti ho messo alcun meno, ma provo a dirti perchè la Red Bull a parere mio non è la soluzione. Certo hanno portato i club in alto, ma a che prezzo? Cambio di nome, colori sociali al punto che i tifosi del Slisburgo(quelli veri) hanno rifondato un club partendo dalle serie minori. Vorresti la nostra gloriosa maglia trasformata in una lattina? Io, dal canto mio, NO.
          Sarebbe inaccettabile.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Fantomen - 1 mese fa

    Come già è 2 anni che belotti ecc non vogliono più rimanere alla Cairese vogliono andare ovunque…….Cagliari Bologna Samp ecc basta che ci sia una società seria con dirigenti seri Con una struttura sportiva da serie A ……per chi non se lo ricorda dormono ancora in macchina quando c’è il doppio allenamento e lo fanno da 3 anni almeno …….il primo anno gli dici fallo per la maglia ……il secondo per la professionalità siete pagati ecc……adesso loro sono sul fondo del Barile ……e se sbagli dirigenti allenatori e nuovi innesti il giocattolo si sfascia senza soluzioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. tric - 1 mese fa

    Giampaolo è riuscito a rovinare perfino Belotti! E non era facile. Cairo, a tenerlo, è autolesionista. Potrebbe provare con Nicola, ma temo sia tardi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Gigiotto - 1 mese fa

    Sartori, ma sei certo che i giocatori non stiano giocando contro Cairo?
    Ma non ti passaso,mai dal cervello che forse il problema è lui?
    Dopo ogni partita il tuo editoriale è sempre lo stesso, i giocatori,l’allenatore, i tofosi quando ancora potevano andare allo stadio,il magazziniere,il guardiniere, il presiniente invece mai nominato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Bob Rokk - 1 mese fa

    il Capo vuole la B per tagliare i costi..fatevene una ragione..
    ..le mie partite alla tv sono finite ieri e non so se mai più rinizieranno..
    ..ero in Maratona allo 0-2/3-2 ma sono 30 anni che mi chiedo che senso abbia continuare a seguire questa società..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MartinVasquez - 1 mese fa

      ce lo chiediamo in molti, Bob

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. puliciclone11 - 1 mese fa

    e cosa dire delle frasi deliranti da TSO a fine gara di GP ? Invece di chiedere scusa per la prestazione indecente e vergognosa ci viene a raccontare che la squadra è migliorata ?!?!?! Ma chi pensa di prendere per il culo ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fantomen - 1 mese fa

      Poi dice che la squadra con le piccole non sa fare gioco e che ha le caratteristiche da adattamento alla squadra avversaria……ma l’anno scorso anche quando facevamo schifo ci siamo salvati perché vincevamo con le piccole…….qualcosa non mi torna

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. alettaoro - 1 mese fa

    Si, io sono già rassegnato. Sto già osservando la B di quest’anno per capire se la squadra di oggi potrebbe puntare alla promozione, molto dura….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. puliciclone11 - 1 mese fa

      secondo me come spesso succede facciamo il salto doppio andiamo direttamente in lega pro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. LeoJunior - 1 mese fa

    Vogliamo capirlo o no che qui c’è qualche cosa che esula da valutazioni di tipo tecnico?
    Questa squadra in qualche modo è arrivata 7 due campionati fa. Ad un certo punto ha smesso di giocare fino a quando ha deciso di salvarsi. Poi con GP aveva dato segnali di buon calcio. Poi ha deciso che non voleva proseguire e ha preteso di tornare a 5 e smettere di giocare.
    Non è un problema di uomini in campo o in panchina. Ma di uomini seduti alle scrivanie! Una famiglia, un’azienda , una bottega di frutta e verdura funzionano se le guidano persone capaci che si dedicano h24. Non su può lasciare tutto allo sfascio e poi una volta a settimana fare una cena e mangiare un panino allo stadio. Questo i giocatori lo sentono!
    Detto questo. GP lo prendi e lo tieni per UNA SOLA ragione. Perché credi nel suo gioco. Altre qualità non ne ha. Ma se rinuncia al suo gioco, che senso ha tenerlo?
    Ormai la frittata è fatta e fare mercato adesso non avrebbe nemmeno senso, butti altri soldi. Possiamo prendere chiunque: messo in questo delirio dopo 5 giorni si adegua.
    Prenda il Mazzone di turno e speri che a calci nel sedere obblighi questi caproni a correre. Altra soluzione non c’è.
    Poi speriamo trovi un acquirente.
    Volesse continuare, Dio non voglia, metta pure Ventura come DT e gestire a 360 gradi e con lui scelga allenatore, gioco, giocatori.
    Almeno ci sarebbe una logica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. bordeauxgranata - 1 mese fa

    Sono andato con regolarità allo stadio dal 2004 al 2013,anno in cui sono partito dall’ altra parte del mondo e poi ho sempre guardato il Toro svegliandomi alle 4 del mattino per andare a lavoro 2 ore più tardi. A memoria, ieri é stata la partita più sconcertante mai vista in vita mia. Vorrei disintossicarmi dal Toro ma non riesco. Mi sono svegliato più incazzato di ieri sera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. leggendagranata - 1 mese fa

    Quando si arriva alla disperazione ecco che rispuntano giudizi tipo “era meglio quando si stava peggio”. Si invoca un direttore sportivo modesto come Petrachi, che ha riempito il Toro di decine e decine di brocchi: dai Salgado, F.Antonelli, D’ Aiello, Statella, Pellicori, Bernacci, Surraco, Cavanda, Bakic, Jonathas, Kabasele, Menga, ai Prcić, Pryima, Ajeti e Carlao (e ne ho citati solo alcuni). Lasciamo perdere, sarebbe ora di voltare pagina veramente, imboccare un’ altra strada, quella chep orta ad allenatori emergenti come Italiano. Ma il difetto sta nel manico e cioè in un presidente accentratore. un “bauscia” che si circonda di mediocri e si fa incantare da chiunque sia passato per Milano (ecco perchè Mazzarri e Giampaolo). Quanto ha resistito Petrachi alla Roma, quale squadra dirige? Chi allena Mazzarri? Giampaolo andava esonerato almeno un mese fa dopo la sconfitta interna con l’ Udinese. Andava esonerato perchè ha voluto uomini mediocrissimi e perchè sa adottare un solo modulo tattico. Quando si prendevano decine di gol almeno si vedeva giocare al calcio per un’ oretta. Ora si balbetta gioco, si pasticcia e il responsabile del pasticcio è in primo luogo lui che mette in campo gli uomini sbagliati o in posizioni sbagliate, che spesso tarda i cambi o li fa a capocchia. Un capolavoro l’ ha fatto ieri, quando il modesto Spezia all’ 8′ di gioco è rimasto in 10. Un allenatore con un minimo di sale in zucca avrebbe tolto un difensore e messo una seconda punta “vera”, accentrato Belotti con una spalla e spostato Verdi sulla fascia, l’ unica posizione in cui potrebbe rendere. Non che mi sarei aspettato miracoli, ma almeno un po’ più di intraprendenza, di pressione. E che dire della posizione idiota in cui ha fatto giocare Segre, lontano dall’ area avversaria, sulla linea dei terzini (come si diceva una volta). Eppure contro il Milan l’ avevamo visto tutti rendere molto di più in una posizione più avanzata, Ma è quella in cui gioca il modestissimo Lynetti. un suo “protetto” che prende un super ingaggio per le sue capacità. E poi preferire Murru a Ansaldi, che con squadre come Lo Spezia può fare la differenza (e si è visto nel finale).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. tric - 1 mese fa

      Semplicemente ragionevole. Ma siamo nelle meni di un esaurito e si vede ad occhio. Ieri sera l’ho visto intervistare su Sky: mi ha fatto perfino pena!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. Toro1964 - 1 mese fa

    Torregrossa, non i 16 di quello scarpone che la viola ci vorrebbe rifilare, ma 4,5, all’esordio ha segnato il gol vittoria per i ciclisti…
    Rassegnatevi voi, io al Toro ci tengo e ci terrò sempre… Voi che non siete degni, voi che non sapete chi era Ferrini, o Meroni, o Pulici, voi che siete puttane viziate, voi, toglietevi la maglia granata e andatevene subito, voi e quella sciagura di GP! e portatevi via per sempre il giornalaio!
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  56. moulinsk_937 - 1 mese fa

    “acquisto di giocatori finchè il mercato è ancora aperto”… Buona questa, raccontamene un’altra! Andrà così: nessun acquisto. Allenatore fatto fuori a mercato chiuso, come l’anno scorso. Proprietario che scappa col malloppo a stadi riaperti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  57. drino-san - 1 mese fa

    Tutto giusto e pienamente condivisibile. Però se non si tira in porta neanche una volta in superiorità numerica la responsabilità dei giocatori non può essere liquidata con i limiti tecnici o caratteriali. Non hanno giocato apposta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  58. Leo - 1 mese fa

    Per favore, chiamate Leonardo Semplici, è il male minore. Ha salvato la Spal in A per un paio di anni e quindi conosce la lotta per la salvezza in serie A. Ha una lunga conoscenza con Vagnati e può quindi intendersi con lui in questa finestra di mercato, senza ulteriori perdite di tempo, visto che NON ABBIAMO TEMPO. Chiamiamo Semplici prima possibile perché NON CI SONO ALTRI ALLENATORI in giro con questo costo e sicuramente non siamo in grado di contrattualizzare SARRI o TUCHEL. Chiamiamo Semplici perché più volte ha utilizzato in carriera il 3-5-2 che al momento mi sembra l’unica soluzione tattica adottabile al Toro visto che ormai sono 5 anni che giochiamo così …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  59. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

    Timide avances Sartoriane per dire che il pesce puzza dalla testa. E va bene, anzi benino.
    Ennesimo articolo per leccarci le ferite, al punto che per l’usura sta per sparire la lingua.
    Come succede da anni, squadra e società brancolano nel buio della più totale confusione, professionisti della chiacchiera e dell’incompetenza.
    Un’ultima cosa. Sono avverso a Cairo dai tempi di Barone e Oguro, troppo facile scoprire il gioco di questo signor fanfarone. L’organigramme (sic!) societario è sempre stato quello che è, se resiste da anni una nullità come Comi tutto è chiaro ed evidente.
    Ma vogliamo spendere due parole sui giocatori, Belotti compreso? Ma li avete visti ieri sera, tutti? Un tiro nello specchio in 90 minuti, anzi al 90°? Occhi da piccione e gambe di pastafrolla? La prossima contestazione apriamo i cancelli… li vedremo correre, almeno allora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  60. Torello di Romagna - 1 mese fa

    Grande Sartori ! La maggior parte di noi (e non siamo visionari) si era accorta da almeno 3 mesi che la scelta di GP era totalmente sbagliata (quest’anno non c’era tempo né denaro per fare la rivoluzione tecnico tattica) .
    Abbiamo perso tempo …GP Da esonerare almeno a novembre! Certo che sperare che si dimettesse con un contratto da 1,5 milioni annui …. È quello che merita Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  61. puliciclone11 - 1 mese fa

    Peggiore partita della stagione? Diciamo pure della storia. E poi basta con sta storia di difendere i giocatori, abbiamo visto tanti allenatori passare ma alla fine sono loro che vanno in campo è mai nessuno (tranne il gallo delle scorse settimane) che cerchi di dare qualcosa in più per giustificare lo stipendio (8. monte ingaggi della serie A) e prendersi delle responsabilità . In qualsiasi altro ambiente lavorativo dopo un atteggiamento come ieri sarebbero stati licenziati tutti su due piedi per giusta causa mentre da noi il datore di lavoro che li manda in campo li giustifica ancora! Come suggerito ieri da qualche fratello bisogna obbligarli ad indossare la terza maglia finché non se ne vanno fuori dalle palle perché non degni di indossare il granata e corresponsabili di buttare nel cesso quasi 115 anni di storia e farci diventare la barzelletta calcistica di tutta Europa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  62. user-14125506 - 1 mese fa

    IANN65
    GIANPAOLO guardandolo in panchina non
    trasmette FORZA GRINTA ma rassegnazione . squadra svogliata immbarazante contro una neo promossa in 10 uomini dal Settimio del primo tempo
    SQUADRA VERGOGNOSA con pochi che si salvano a questo punto del campionato.
    NON voglio essere Malizioso ma SONO TROPPO BRUTTI PER ESSERE VERI , sembra che facciano di tutto per complicarsi la vita in campo spero che non si siano vendendo le PARTITE.
    CAIRO sta facendo niente per migliorare la situazione, anzi perde
    tempo e non esonera GIANPAOLO COSÌ QUANDO LO FARÀ Con il nuovo Tecnico che dovrà connosciere i giocatori NON CI SARÀ TEMPO PER LA CAMPAGNA ACQUISTI. QUESTA ATMOSFERA CHE SI RESPIRA DI RASSEGNAZIONE CI PORTERÀ IN B TEMO.
    SEMPRE FORZA TORO FVCG.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  63. Granataforever - 1 mese fa

    Riprendere Subito…..
    La coppia
    Ventura
    Petrachi!!!!!
    FoRzA ToRo Sempre!!!!
    Il ToRo Siamo Noi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  64. mp63 - 1 mese fa

    Certo che sono rassegnati. Con una società e una guida tecnica del genere. Ma le colpe maggiori sono le loro. Sono, dovrebbero essere, dei professionisti ma vedendoli giocare pochi si meritano questa definizione. Il fatto che molti di loro volessero andare via viene ancor di più a identificare una rottura all’interno dello spogliatoio. Un indizio i litigi tra alcuni di loro. Siamo proprio alla frutta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  65. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

    Se metto alla guida di un auto un bambino, non serve a niente rifare la carrozzeria ogni volta che va a sbattere: il problema è il bambino! Quando riuscirete a scrivere che Cairo se ne deve andare? Bello, forte, chiaro, diretto, inequivocabile. Se avete a cuore il Toro non potete scrivere articoli come questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

      E un’altra cosa: il giorno in cui riuscirete a fare un articolo su quanta ragione avevano Mazzarri e Petrachi sarà un grande giorno di verità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Robertina - 1 mese fa

      ANCORA STAI QUI A DIFENDERE GIAMPAOLO???

      MA SEI PATETICO…
      FUORI COME 1 BALCONE…..

      MA CHE TI FUMI???

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy