Viaggio verso il baratro

Editoriale / Il cambio in panchina non sortisce alcun effetto: e la partita contro l’Udinese diventa fondamentale

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

In quello che è senza dubbio il momento più complicato della storia recente del club, il Torino andrà a giocarsi sabato contro l’Udinese (sempre che non vengano disposti ulteriori rinvii) una partita assolutamente fondamentale per il suo destino, che metterà i granata spalle al muro, con la vittoria come unico risultato accettabile. Il problema è che non si vede dove la squadra scesa in campo al San Paolo possa trovare le risorse per invertire l’inesorabile viaggio verso il baratro intrapreso. Dopo un mese di gestione Longo, si può dire che i granata fatichino a rispondere alle cure, nonostante il tecnico ce la stia mettendo tutta e anche di più. Ha preso in mano una squadra, anzi un insieme di effettivi, assolutamente difficile da rivitalizzare e da gestire. L’emblema è uno come Zaza, che avendo l’occasione di tornare calcisticamente in vita, fa venire voglia di rispedirlo nel dimenticatoio prima di tutto per l’atteggiamento. E il problema è che a uno così non si può nemmeno rinunciare.

A Napoli si può perdere, ma dopo dodici giorni di lavoro e contro una squadra che nel frattempo aveva giocato due partite serve il minimo segnale che si stia andando nella direzione giusta. Purtroppo niente lo fa pensare: c’è da prendere atto che la squadra (anzi, l’insieme di effettivi) è risultata spenta, i giocatori non hanno mostrato idee col pallone tra i piedi (che non sia quella di liberarsene il prima possibile) e – eccezion fatta per i primi due minuti e per il recupero finale – il Torino è parso rassegnato anche e soprattutto negli elementi che dovrebbero essere più affidabili come Rincon e Ansaldi. Riabilitare Mazzarri sembra eccessivo (ad essere andato in fumo è innanzitutto il suo progetto tecnico-tattico), ma si sapeva che non era lui l’unico nè il principale responsabile dello sfacelo venutosi a creare. Intanto però c’è un campionato da portare a termine in modo dignitoso. Come riuscirci? Domanda a cui dovrà rispondere chi di dovere se ne sarà in grado. Ma da chi va in campo serve un sussulto di dignità, se esiste ancora.

 

128 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. marco.cassian_11922550 - 8 mesi fa

    Magari invece mazzarri, dopo un annata splendida, è stato limitato da Petrachi izzo ed altri presunti fenomeni.
    Longo, con tutto il rispetto, non è da serie A… Infatti andiamo in B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Martin Vazquez - 8 mesi fa

    Sapete, provo solo schifo e vergogna, non mi era mai accaduto. Per non pensarci, mi rivedo il Mondo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Leo - 8 mesi fa

    Si continua a ripetere, per la millesima volta, che la vittoria è l’unica strada, vittoria o morte, vincere, ecc. ecc. Basta leggere le pagine di Toronews che precedono ogni partita per ritrovare sempre la solita solfa: adesso è arrivato il momento, si deve vincere, ecc. ecc. Ebbene noi abbiamo fatto le ns recenti fortune sul fatto di difendere bene, di non incassare gol, una squadra coriacea…da quando è iniziata la vittoria ad ogni costo sono cominciati i guai. Primo: non prenderle !!!! Se avessimo fatto qualche pareggio in più al posto di tutte le sconfitte subite oggi avremmo una classifica meno drammatica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. lucapecc_908 - 8 mesi fa

    Da quanto si è riusciti a sapere Petrachi ha fatto delle promesse economiche ai giocatori in caso di qualificazione in Europa League. Il presidente non le ha mantenute, in parte perchè le ha fatte Petrachi, in parte perchè effettivamente non ci siamo qualificati per l’Europa League ma solo per i preliminari e anche ai preliminari ci siamo andati perchè il Milan non è stato ammesso, non per merito nostro.
    Chi ha ragione non lo so.
    Resto dell’idea che Petrachi è stato un uomo di m…
    che spero Cairo abbia compreso che quest’anno non ne ha azzeccata una e che non conviene neanche a lui cacciare soldi per una cosa che poi non funziona e non riesce a seguire come si dovrebbe
    che i giocatori sono patetici, dovrebbero giocare e basta visto che sono milionari (in euro) facendo la cosa più bella del mondo e pure male.
    Detto ciò, se la cosa è vera, perchè finora sono voci e nessuno ha confermato nulla, sarebbe molto bello che il 5 maggio si presentino a Superga solo i ragazzi della Primavera o i bambini della scuola calcio. Almeno questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leo - 8 mesi fa

      Se è cosi Cairo doveva pagare. La promessa l’ha fatta Petrachi come DIRETTORE TECNICO pro-tempore, quindi l’ha fatta la società stessa, non l’uomo. Milan o non Milan il Toro la EL l’aveva raggiunta. Ennesimo errore di Cairo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. giacki - 8 mesi fa

    Cairo…promettigli un premio salvezza..poi a fine anno incassa dalle vendite e …sparisci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pesce - 8 mesi fa

    Il fatto che dopo 6 sconfitte consecutive (di cui 3 con il nuovo allenatore che hai scelto e presentato per provare a salvare la barca), Cairo non ci mette la faccia (ancora nessuna dichiarazione dopo ieri), mi fa seriamente pensare che non può mettercela, perché in difetto nei confronti dei giocatori. Cioè, in altre parole, il non dire niente di Cairo è come la conferma della voce che secondo cui non ha pagato i premi e/o avevo promesso la cessione a qualcuno, ma non ha mantenuto. Ma se ciò è vero allora non stento a credere che certe voci circa alcuni atteggiamenti dei calciatori negli spogliatoi (vedi voce riguardante izzo/magazziniere/sigaretta) siano vere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. InvincibiliGranata - 8 mesi fa

    Caro Sartori, non scriva “chi di dovere”.

    Scriva nomi e cognomi di chi ha causato questo sfacelo e, d’accordo con il capo dei gobbi, vuole farci sparire per sempre.

    Scriva pure URBANO CAIRO, tanto per iniziare.
    Trovi il coraggio di scriverlo, finalmente, una volta per tutte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. dattero - 8 mesi fa

    g Granata il proprietario non sa cosa è la vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Leojunior - 8 mesi fa

    In ogni caso è evidente che qualcosa all’interno dello spogliatoio dev’essere successo.
    Temo che Longo, pur essendo uno sicuramente preparato, non abbia quel carisma per poter imporre un cambio di mentalità ai giocatori. Forse MAzzarri da questo punto di vista ne aveva di più sebbene io sia tra quelli che pensa che abbia molte responsabilità.
    Aggiungiamoci quei 4 coglioni tifosi del petardo al pulmann dopo una vittoria, che se avessero coraggio venissero allo scoperto e chiedessero scusa (conigli!).
    Napoli e Milan si sono risollevati perchè hanno inserito personaggi carismatici all’interno dello spogliatoio, Ibrahimovic e Gattuso… che non ci mettono nulla per tirarti una bella pedata in faccia se non ti comporti bene. I nostri, in primis Belotti, sono tutti troppo molli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Jalo - 8 mesi fa

    Mazzarri è stato un grossissimo problema, anche se non l’unico, ma la soluzione a lungo termine non può essere Longo.
    Un altro problema problema è l’assoluta mancanza di un DS, che dovrebbe scegliere un buon allenatore e bravi giocatori, e invece non fa niente (e non farà niente neanche a giugno).
    E poi, ovviamente, chi quel DS l’ha scelto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 8 mesi fa

      Chissenefrega del lungo termine, tra 4 mesi il campionato è finito e se continua così la B non ce la leva nessuno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. El Flaco 1971 - 8 mesi fa

    Sono i giocatori, comunque scarsi, ad essere entrati in sciopero contro Cairo. All’inizio erano in 4 o 5, ora praticamente tutti. Siccome 4 partite possono pure vincerle, dipende solo da loro. Possono anche portarci in b ma comunque c’è un problema enorme da risolvere. O vanno via loro, oppure Cairo.
    Non si tratta né di allenatore e nemmeno di moduli. Che schifo …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. G.GRANATA - 8 mesi fa

    Ma il cosiddetto autore di questo scempio, il presiniente, non dice una parola perché si vergogna? Oppure è tutto nella norma per lui questo schifo che si sta assistendo? Una società così neanche il Vanchiglia ce l’ha.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. magliagranata - 8 mesi fa

    Dignitoso e questa squadra non possono coesistere. Ancora meno per questa società.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. lucapecc_908 - 8 mesi fa

    La colpa maggiore è per forza di Mazzarri e del suo staff. Il problema principale è che parecchi giocatori non si reggono in piedi. Ci saltano tutti come birilli. Rincon ieri era patetico, Ansaldi in difficoltà, Izzo un paletto, Belotti non ha tenuto un pallone, preferisco non commentare Zaza. Salvo Baselli perchè era al rientro e gli unici due che sono stati all’altezza fisicamente e hanno corso: Lukic e De Silvestri.
    Ma chi è che ha preparato la squadra? Mazzarri e il suo staff.
    La colpa non può che essere loro.
    Longo non può fare miracoli, anche se il lavoro si vede pure nel nulla perchè qualche tentativo di meccanismo c’è e si nota.
    Lo scrivo da allora. Il nostro campionato è finito dallo 0-3 in un quarto d’ora a Verona e nella successiva sconfitta in casa con la Spal e gli errori dell’allenatore lì sono stati molteplici.
    Premesso che il Napoli mi è sembrato un’ottima compagine e che, a parte Sirigu, nessun giocatore del Torino potrebbe fare neppure il cambio per Gattuso, il Toro visto ieri è già retrocesso.
    Poi possiamo sperare in un miracolo di Moreno e in un campionato che risulterà palesemente falsato, ma questi giocatori non stanno in piedi, non vedo come possano opporsi a chiunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 8 mesi fa

      non è solo questione che non stanno in piedi, proprio non mettono nulla, nè grinta, nè tecnica, nè impegno, sono inguardabili sotto tutti i punti di vista……..è meglio che si salvino, altrimenti non saranno schiaffi……..
      SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-14554814 - 8 mesi fa

    inutile appellarsi al fatto che il cambio di allenatore non ha prodotto risultati perché dopo due anni di un allenatore di presunto livello questa squadra non sa correre non sa trovarsi in un passaggio non ha maturato nessuna forza mentale. Dopo due anni di scelte tese ad asciugare la squadra non solo dal punto di vista numerico ma anche dal punto di vista delle qualità tecniche la situazione ora appare irrecuperabile. Probabilmente Longo non ha le qualità e l’esperienza per porre rimedio a questo disastro anche se ad onor del vero anche Gattuso ha fallito diverse partite al suo arrivo. Si doveva esonerare Mazzarri molto prima . Si doveva intervenire sul mercato . Si doveva costruire una organizzazione societaria che mettesse le persone giuste al posto giusto . Tutto questo non è stato fatto e non credo per semplice svista . Tutto questo non può essere casuale . O siamo di fronte ad una presunzione folle da parte di Cairo o siamo di fronte ad un disegno di cui francamente mi sfuggono i vantaggi. Detto questo credo che questa partita confermi il punto di non ritorno verso la serie B e il totale smantellamento della squadra. Processo che vede come imputato principale Cairo e il restante della micro società e staff tecnico tra cui Mazzarri come assoluto corresponsabile. Chi lo rimpiange può parlare di calcio alla play station .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 8 mesi fa

      presunzione folle da parte di cairo che, spiazzato (sarà vero?) dalla partenza di petracchio ha pensato faccio tutto io……….brau piciu
      SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. dariog - 8 mesi fa

    finalmente vi libererete di quello schifo chiamato cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 8 mesi fa

      Tu no?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 8 mesi fa

      Non vedo l ora. La bottiglia é già pronta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Torosempre - 8 mesi fa

      10 like a uno che vi prende per il culo… Siete proprio in crisi d’identità: granata o egocentrici disfattisti?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Ardi2 - 8 mesi fa

    Che vergogna, se solo cairo avesse voluto, più o meno saremmo, dopo 15 anni, potuti essere a livello di Atalanta lazio napoli, facendo le giuste plusvalenze, ma circondandosi di una società seria e completa e avrebbe anche potuto già finire i lotti del Fila, senza far mangiare i giocatori nelle loro auto. Le possibilità erano le stesse, se non, in alcuni casi migliori ed invece…… questo schifo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. julian edelman - 8 mesi fa

      hai perfettamente ragione. Per non parlare del Robaldo che aspetteremo ancora per anni dato che Cairo spera di trovare un azienda che lo costruisca in cambio merce pubblicitario.
      non abbiamo società, non abbiamo strutture,abbiamo allontanato gli unici uomini che capivano qualcosina e abbiamo spaccato lo spogliatoio che promesse non mantenute.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Athletic - 8 mesi fa

    Un paio di considerazioni veloci, perchè la voglia di scrivere è poca. Per chi chiede il 442, a parte il fatto che cambiare modulo nella situazione in cui ci troviamo non è semplice, ma non è che con il 442 diventiamo Fort Knox. Il 442 lo usava Miha tanto per fare un esempio e in difesa prendevamo imbarcate non troppo diverse da quelle che prendiamo oggi. Certo, avevamo Rossettini ma questo Izzo non vale più di Rossettini. Siamo la squadra che prende più gol da palle inattive, e metti pure la difesa a tre o a quattro, non cambia nulla in questo senso. Altra cosa, rimpiangere Mazzarri non ha senso, mi sembra che al sette a zero con l’Atalanta che ha dato il colpo di grazia al morale dei giocatori, che li ha resi incredibilmente insicuri, ecco mi sembra che ci abbia portati lui a quel risultato. Se lui fosse rimasto in panchina non sarebbe accaduto nulla di diverso, se adesso Longo si ritrova con il compito improbo di rimettere insieme i cocci, è grazie a Mazzarri perchè è lui che ci ha lasciato in queste condizioni. Qualcuno ha riportati le statistiche di Torino Napoli di quest’anno e dell’anno scorso dalle quali si evince che non è cambiato nulla in questo senso, a parte il risultato, e si diceva che allora avevamo avuto fortuna. Può essere una componente, ma quella secondo me più importante è spogliatoio unito e morale alto, è questa la differenza dallo scorso anno. Adesso più che mai c’è da rimanere uniti e sostenere tutti, nessuna contestazione di nessun tipo, poi a salvezza acquisita si può anche mettere a ferro e fuoco la città, d’altra parte Cairo se lo merita pure, a lui piace tirare la corda sino all’ultimo millimetro, ma se qualche volta la corda si spezza, devi fronteggiarne le conseguenze, ed è giusto che sia così. Ma ripeto, a salvezza ottenuta, perchè questa è l’unica cosa che conta al momento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jimmy - 8 mesi fa

      Con miha era 4-3-3 in realtà, 4-2-3-1 nella seconda stagione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Athletic - 8 mesi fa

        Hai ragione, ma ho sbagliato io ad esprimermi, mi riferivo nello specifico alla difesa a quattro, non tanto ai moduli.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Ardi2 - 8 mesi fa

    Ma se una azienda ha già delle grosse mancanze a livello di dipendenti e invece di prenderne di migliori ne dai via alcuni, il nuovo capo ufficio cosa potrà mai fare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Gallochecanta - 8 mesi fa

    Intanto Mazzarri, avendo rescisso il contratto, si è messo al riparo dalla probabile patetica richiamata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giancasortor - 8 mesi fa

      Se siamo in queste condizioni è grazie a Mazzarri,il non gioco si protrae dall’anno scorso,il povero Longo non può certo cambiare le cose in un mese,ci vorrà del tempo,speriamo che basti!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dan - 8 mesi fa

        L’anno scorso miglior campionato degli ultimi 25 anni, genio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. InvincibiliGranata - 8 mesi fa

          Quest’anno record negativo di gol subiti in casa con sconfitta, in 113 anni di storia, ebete.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. giancasortor - 8 mesi fa

          Beh considerando che la squadra è quella dell’anno scorso mi potresti spiegare come mai questa involuzione? Il non gioco peresiste già dall’anno scorso e con un pizzico di fortuna e un grande Sirigu siamo riusciti ad arrivare a quel livello, è bastato che la ruota girasse ed ecco dove ci troviamo! Comunque,tu che ne capisci di calcio,riguardati le partite dall’inizio dell’anno e ti renderai conto che siamo la squadra peggiore del campionato!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. suoladicane - 8 mesi fa

          è tornato l’acefalo cacciatore di commenti e sparacazzate, quando torni in letargo piciu………

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. rza78 - 8 mesi fa

        Il non gioco che ci porto’ davanti alla Lazio e in Europa

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. magliagranata - 8 mesi fa

          Non bastavano le figure di merda in Italia, anche sputtanati in Europa.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. lucapecc_908 - 8 mesi fa

            Sputtanati in Europa non credo, siamo stati eliminati dalla squadra più forte che c’era, che ora è agli ottavi in El, quarta in Premier League e oggi ha vinto 3-2 in casa del Tottenham.
            Tutto parte da lì, invece noi pensavamo di giocare con nessuno. E’ che bisogna aprire la mente. Nessuna squadra della serie A italiana, a perte le prime quattro, potrebbe salvarsi in Premier League.

            Mi piace Non mi piace
  21. rb27 - 8 mesi fa

    “… c’è un campionato da portare a termine in modo dignitoso.”: c’é una salvezza, che forse verrá raggiunta. Di dignitá si potrá parlare di nuovo soltanto se arriverá altra proprietá. Il risultato sportivo di oggi é lo specchio di una gestione senza serietá e passioni nel corso di tanti anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Ciccio Graziani - 8 mesi fa

    Longo non ha dato nessuna scossa e questo mi preoccupa, a Napoli era probabile perdere, ma non si superava la metà campo, mi chiedo se sia possibile affidare a un allenatore così inesperto una situazione complicata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rino.mezzogor_13966399 - 8 mesi fa

      Del resto affidare una squadra in evidente crisi, com’era il Toro di Mazzarri, ad un’inesperto come Longo (anche se di cuore Granata) era chiaro che non ci sarebbero stati miglioramenti in senso tecnico. Anche perché cambiare allenatore a campagna acquisti di gennaio già chiusa non aveva più senso. Del resto sono anni che si vedono, in ambito granata, tante cose senza senso. L’unica speranza é salvarsi dalla B, che vedrei già un successo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. miele - 8 mesi fa

      Cairo sin è affidato a Longo perchè, come suo costume, ha tergiversato per mesi prima di prendere una decisione inevitabile, visto il disastro che stava combinando Mazzarri. Nel frattempo, i pochi buoni allenatori disponibili si sono sistemati altrove e si sono giocate altre 7/8 partite col vecchio allenatore che ormai era in confusione totale, sottraendo tempo preziosissimo al suo successore, qualunque esso fosse.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. rza78 - 8 mesi fa

        Cairo si è affidato a Longo perché lo paga come la sua filippina(stessa ragione bava) non chiederà mai nulla essendo già un miracolo con il suo curriculum allenare in A e perché in caso di B (per me certa) ha già pronto l’allenatore

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Daniele abbiamo perso l'anima - 8 mesi fa

    Oggi come oggi questa squadra perderebbe contro chiunque. Ieri una delle vittorie più strette che abbia mai visto. Il Napoli meritava il 4 a 0

    Il centrocampo praticamente non esiste. Lasciamo impostare dai difensori che o saltano il centrocampo e lanciano lungo per gli attaccanti (che la perdono ) oppure appoggiano al centrocampo dove gli avversari hanno sempre il sopravvento.
    Abbiamo senza dubbio il centrocampo piu scarso della serie A, e in società non se ne sono ancora accorti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 8 mesi fa

      Secondo me se n’erano accorti, ma dovendo sborsare 25 M.ni per Verdi,si sono
      voltati dall’altra parte, fingendo di non vedere. Cairo, dopo le botte Niang, Zaza, Aina e Verdi, preferisce la B piuttosto che spendere altri soldi per il Toro, anche se probabilmente, in cassa ci sarebbero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. CUORE GRANATA 44 - 8 mesi fa

    Abbiamo raggiunto “la sesta stazione”(anzi settima) della ns. inaspettata “via crucis”sportiva.Le prossime due forniranno segnali molto precisi circa il ns. prosieguo in un Campionato comunque inficiato dal mancato rispetto della “par condicio”tra squadre con rinvii,porte chiuse o quant’altro.Troppo alti gli interessi in ballo ed allora “the show must go on!”Cosa farà Cairo? Per ora siamo di fronte ad una pagina ancora intonsa che quanto prima dovrà scrivere.Direi proseguire(atto dovuto)nella contestazione al Pres in modo determinato ma civile mentre concederei ai giocatori una duplice “prova d’appello” dopodichè,ove necessario,”unicuique suum tribuire”L’unico al quale garantire incondizionato appoggio e comprensione è Longo incolpevole e “strumentale cireneo”.Penso che nel quadro d’incertezza che coinvolge Cairo per tanti motivi non escluderei che una retrocessione “catartica” tutto sommato potrebbe considerarla il male minore.Assist perfetto per cedere il cedibile,fare cassa pur considerando la svalutazione dei giocatori(su tutti il Capitano che di questo passo potrebbe rischiare di essere tagliato per gli Europei),indossare il “paracadute” e proseguire low cost.In corso d’opera semmai individuare poi un acquirente.Mantenere la categoria renderebbe tutto più complicato in quanto dovrebbe pressochè rifondare Società e squadra senza contare le “giustificazioni”da fornire alla piazza e qui..Chissà se verrebbe “assolto” quantomeno dai suoi inossidabili sostenitori? Il tempo è galantuomo e presto sapremo.Sempre FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Conta7 - 8 mesi fa

    Sto impazzendo a pensare che questa stessa squadra abbia fatto 63 PUNTI e ora si parla di scontro vitale per la “SALVEZZA” contro l’Udinese…

    MA CI RENDIAMO CONTO?? SVEGLIA!!

    Non è che MAZZARRI non fosse il principale responsabile.
    Semmai è stato il principale artefice del RISULTATO PIÙ PROLIFICO nella storia dei 3 punti e noi abbiamo la grossa onta di averlo fatto passare in cavalleria o, peggio ancora, di essercene dimenticati totalmente, mettendo in discussione un allenatore per cui parla la carriera (unico esonero all’Inter, con il tanto lodato Mancini che arriva al suo posto e fa un disastro, just to say…), spingendolo ripetutamente alle DIMISSIONI (la prima volta dopo le bombe carta di Genoa) e portando il suo lavoro all’ESASPERAZIONE, quando invece era evidente che i giocatori fossero AGGRAPPATI a lui.
    Altrimenti, ça va sans dire, con il cambio allenatore, il recupero di tutti i giocatori e l’entusiasmo ricreato, AVREMMO DOVUTO VEDERE BEN ALTRO che 2 tiri in porta in 3 partite!

    E anche noi siamo stati conniventi, facendoci influenzare da un giornale mafioso e spazzatura come TUTTOSPORT o da siti di “informazione” malefici.

    Alla prossima c’è l’UDINESE e sarà un girone esatto da quando iniziò questa assurda giostra malata da cui non siamo più scesi e che, quella sì, ci ha portato verso il vero BARATRO del Cuore Toro!

    “Meditate che questo è stato…”, scriveva qualcuno.
    Mi sembra calzi a pennello…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. valex - 8 mesi fa

      Conta7 o mimmo75?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. MV - 8 mesi fa

      Quoto al 1000 %

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Mimmo75 - 8 mesi fa

      Il tempo è galantuomo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dan - 8 mesi fa

        Ovvio ma i disagiati essendo disagiati mica lo capiscono

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. suoladicane - 8 mesi fa

      straparli, 0-7 con l’atalanta, 6 punti lasciati al lecce, 6 punti alla doria, 6 punti al parma in 15 minuti rimontati di 3 goal dal verona, fuori ai preliminari di EL fuori ai 4 di coppa italia, peggior difesa del campionato sui calci piazzati, di cosa stai parlando? tu vaneggi, superciuck andava licenziato alla terza giornata quando ha affrontato l’ultima in classifica, neopromossa con zero goal all’attivo schierando una sola punta, avete la memoria di un lombrico tu e la tua cricca di ciaparat…………

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. dattero - 8 mesi fa

    chi si scrive che è pure colpa dei tifosi,mi trova totalmente dissenziente.
    non ha contestato il pubblico,no,ha solo giustamente protestato perchè non ne puo’ piu delle pagliacciate verbali del proprietario,disgustoso doc,di illusioni concrete e false speranze,di boiate come il bestemmiare il nome di Novo,enon rompete con la bomba carta,come se,4 pirla,fossero tutto un pubblico,poi,anche li,non vorrei che fosse un qualcosa di diverso da quel che sembra.
    un pubblico che ha subito un esperimento sociale.
    il resp di tutto cio’ è il proprietario,il resto non conto,la radice negativa è li,pura gramigna.
    sta eseguendo un piano preciso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Bischero - 8 mesi fa

    Caro sartori…cominci a girarci intorno. Cominci a farlo capire… Sussurri certi concetti. Dillo. Gridalo. Tutto sto scempio ha un solo colpevole. Forza gridalo anche tu. LIBERATI.CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. elio.grill_14591855 - 8 mesi fa

    Voglio vedere gli aspetti positivi:
    Milan e Napoli sono nettamente più forti del Torino. Le abbiamo anche affrontate tra l’altro nei loro momenti migliori.
    Dunque è positivo che con Longo la squadra abbia perso entrambe le partite di misura.
    Finalmente ha aggiunto un centrocampista. Passerei con la difesa a 4 ma non so se Il mister se la sentirà di farlo.
    Discorso salvezza: Le nostre partite chiave sono con l’Udinese,il parma,il Brescia, il Genoa. Quelle in casa e ci vuole un grande pubblico.
    I fischi, gli insulti, i cori contro Cairo le curve vuote tra Ottobre-Dicembre hanno anche contribuito a trovarci in questa situazione.
    Infine per quanto riguarda Cairo, può essere un incapace, presuntuoso e via di questo passo ma vi chiedo: Quanti imprenditori piemontesi nell’Estate del 2005 hanno bussato alle porte del Sindaco per prendere il TORO senza spendere un euro? In ogni caso i processi alla Società facciamoli quando il campionato è finito e speriamo di essere ancoro in A. Cosa dovremmo allora fare se avessimo avuto come presidenti i vari Ferrero, Preziosi… se poi qualcuno si illude ancora di personaggi di grande livello allora vi chiedo ma nel nostro campionato di italiani seri chi abbiamo? aspettiamo uno straniero? ma verrebbe ad investire a Torino con quelli tra le palle?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magliagranata - 8 mesi fa

      Se avessimo avuto Preziosi e co saremmo andati in EL con sto pezzente abbiamo fatto cagare 15 anni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 8 mesi fa

      Le proprietà si cambiano ora. Non a maggio giugno a campionato finito. Il maiale puzza. Se ne deve andare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. granataLondinese - 8 mesi fa

    nel baratro ci siamo da settimane, anzi mesi, sartori ti sei svegliato solo oggi?

    e ci resteremo, speriamo almeno che serva di lezione e a liberarci di cairo e di un tot di viziatelli pesi morti in squadra

    sara’ anche un calcio diverso ma con gente come rizzitelli ferrante rolando bianchi queste cose non succederebbero e non nomino i Grandi, solo quelli che ci hanno dato qualche soddisfazione negli ultimi 20 anni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. massimo.buff_2491189 - 8 mesi fa

    Buongiorno a tutti.
    Sono ottimista di natura, ma la situazione e tale da non lasciare molte speranze, temo che il finale sia scritto.
    La cosa che mi fa davvero male e il non capire come dei calciatori professionisti possano offrire prestazioni del genere, da tempo senza un minimo di voglia, di coraggio, di verve, di autostima… nulla assoluto.
    E che nessuno abbia la voglia di raccontare, non fosse altro per rispetto dei tifosi e soprattutto per il loro onore, che a questo punto vale 0.
    E che nessuna testata giornalistica sia stata capace di andare a prendere questa informazione.
    Perché il problema e li, non da altre parti. Poi la causa del problema può essere nella Societa, in Cairo … ma il problema e li. E sicuramente non dell’allenatore, altrimenti già con la Samp avrebbero tirato fuori tutto e di più anche solo per scaricare le loro vere responsabilità sul più facile dei capri espiatori.
    Sono convinto che molti di questi “fenomeni” giocheranno il prossimo campionato in altre squadre, dove ritorneranno per magia a giocare a calcio, ma non sapremo mai perché hanno smesso di farlo qui da noi.
    Con una tristezza infinita, un saluto da Parigi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torosempre - 8 mesi fa

      … per due petardi e un tifo contro che è più menefreghista ed egocentrico di chi passa le giornate al bar con moglie una gnocca da paura (o allo shopping con un marito da copertina)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. abatta68 - 8 mesi fa

    Il discorso”era negli quando si stava peggio” non regge… il risultato è solo abituarsi a stare peggio, tutto qui! Il problema non era mhjailovic, non era mazzarri e non è longo, ma una manica di menefreghisti che non gliene importa nulla,sapendo che tanto la società non esiste! Siamo all autigestione… peccato che non ci siano uomini veri capaci di farlo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Un arreso a Cairo - Carlo M. - 8 mesi fa

    Cairo è talmente incapace di fare calcio e di scegliere le persone giuste che sbaglia persino quando cerca, perché si deve far perdonare cose precedenti, di accontentare il tifoso granata, dandogli qualcosa di granata in panchina.

    Longo, a discapito della sua “mentalità vincente” (purtroppo se lo disse da solo), è un allenatore con tante buone intenzioni e, per ora, solo tante insicurezze. Io, personalmente, non gli perdonerò mai il fatto di aver giocato il derby decisivo di Primavera (di semifinale, contro una gobba che non vinse nemmeno il titolo) trincerandosi in difesa, quando aveva una signora squadra. Mi fece capire che allora, il difendersi e l’avere paura era una cosa che non te la puoi togliere nemmeno se hai la squadra Campione in carica. Figurarsi una in difficoltà. Longo non è la persona giusta perché non ha il carisma, perché non ha fatto ancor niente di veramente valido, perché è un traghettatore ufficiale con la targhetta di traghettatore ufficiale, perché i giocatori, se non sono catturati dall’allenatore, se non sono convinti, funzionano come abbiamo visto. E pure con Mazzarri avevano perso ormai tutto. Non credo che sia tutto perduto, ci possiamo salvare, ma lo vedo come l’ennesimo capitolo di chi, quando si deve scegliere qualcuno, quando si deve fare una scelta calcistica, la sbaglia senza ma (intendo, quindi, Cairo). In ogni ambito, avresti cambiato lavoro. Perché non è il suo lavoro, questo. O lo è: prenderci per le palle, prendere per le palle il tifoso con quelle sciocche paure, che sono peggio di qualsiasi male.

    Longo è bravino, tutto parole e paroline, mani messe sempre avanti, e non ha il carisma. Vorrebbe ma non fa. Gli piacerebbe: ma niente, non fa. Ci vorrebbe un bel risultato, e ci vorrebbe l’impossibile: che Cairo rilanciasse il progetto. Ma cosa vuoi rilanciare, quando hai la curva più stupida e deleteria del mondo (deleteria se sei il Toro)…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 8 mesi fa

      Giù le mani da Longo. Lo hai già “targato” senza che stia potendo esprimere le sue qualità in una situazione normale. A lui è stato chiesto l’impossibile, non di organizzare e sviluppare un progetto tecnico. Non ha scelto gli uomini, non ha fatto il ritiro. Come fai a giudicarlo? In base a quel che vedesti in Primavera? Beh una statua dovrebbe avere per quel che fece, non il tuo ricordo di un derby singolo. Giù le mani da Longo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. IlDadoDelToro - 8 mesi fa

      Non era facile scrivere tante idiozie tutte insieme, ma c’è riuscito, complimenti.
      È riuscito a tirare nel suo baratro tutti, proprio tutti.
      Ma da quale pulpito, con quale diritto, grazie a quale riconoscimento siete tutti in grado di condannare?
      Va bene la libertà di parola, ma mai una volta che questa venga usata in modo costruttivo, propositivo…
      Che tristezza, che vergogna.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. MV - 8 mesi fa

    Certo certo “riabilitare Mazzarri è eccessivo”. Cosa non scrivete, pur di non fare autocritica anche voi giornalisti …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Simone - 8 mesi fa

    Mi fa strano leggere Sartori che SOLO ORA si azzarda in qualche attacco alla precedente gestione e al presidente.

    Sartori lei resta il numero 1 indiscusso di questa testata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Mario66 - 8 mesi fa

    Affermare che con Mazzarri le cose sarebbero andate meglio è quantomeno azzardato e irrispettoso per Longo. Il responsabile principale di questo scempio è il burattinaio avido su questo non ci piove ma Mazzarri ci ha messo del suo. 7 gol con l’Atalanta 4 con il Lecce e ci è andata bene in altre occasioni. Su Longo è ancora presto per giudicare. Ha preso una squadra allo sfascio (psicologico) e non riesce a rianimarla. Poi sinceramente ieri in qualsiasi modo si giocasse si sarebbe fatto la stessa figura. Nel calcio se non corri e non hai grinta perdi sempre.
    Purtroppo questa situazione la creata e voluta il burattinaio avido e il perché l’abbia fatto noi non lo sapremo mai. Lui gestisce il Torino fc come gestisce i suoi affari. Conta solo il suo tornaconto personale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torosempre - 8 mesi fa

      CON MAZZARRI E SENZA PETARDI SAREMMO SESTI.
      Lo sa chiunque legge i numeri e guarda i risultati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 8 mesi fa

        Forse anche in zona Champions

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Torosempre - 8 mesi fa

          Più vicini alla champion che alla retrocessione

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. IlGrandePolicano - 8 mesi fa

            SAREMMO I CAMPIONI DEL MONDO…ma che dico! DELLA GALASSIA…DELL’INFINITO E OLTRE!
            Comunque al pronto soccorso ti possono indicare uno psichiatra che ti aiuti. Pensaci.

            Mi piace Non mi piace
        2. granataLondinese - 8 mesi fa

          Avremmo vinto lo scudetto, in anticipo di 20 giornate

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. valex - 8 mesi fa

          forse avremmo già conquistato matematicamente il titolo di Coampioni d’Italia.
          🙂

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Torosempre - 8 mesi fa

        Sicuramente molti di noi meritano la COPPA DELLA CODARDIA. Non hanno nemmeno il coraggio di dire che la retrocessione è merito delle loro azioni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. suoladicane - 8 mesi fa

          straparli……

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. valex - 8 mesi fa

        E ci avrebbero già assegnato a tavolino la Champions del prossimo anno per manifesta superiorità rispetto a tutti i club europei.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      4. Ardi2 - 8 mesi fa

        Per me avremmo vinto lo scudetto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      5. Carlin - 8 mesi fa

        Ma vatti a fare un tampone

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. uiltucs.pesar_12159015 - 8 mesi fa

      Però le sue aziende, Toro a parte, vanno alla grande!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. ilGion - 8 mesi fa

    Spero che venga chiamato subito Gianni De Biasi e che si passi alla difesa a 4.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 8 mesi fa

      E’ evidente che non ti ricordi “il gioco” di De Biasi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 8 mesi fa

        È evidente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. ALESSANDRO 69 - 8 mesi fa

    La domanda che sorge spontanea è : Ma la società dove cazzo èèèhhh …???? Mai il presidente o un qualsiasi dirigente che in queste occasioni ci metta la faccia. È una vergogna, nemmeno una società dilettantistica è organizzata in simil maniera.
    E un appello vorrei farlo anche a voi giocatori: cosa avete al posto del cervello e del cuore??? Un bidet e uno sciacquone??? Ma non avete un minimo di amor proprio?? La parola professionalità la conoscete solo al momento della forma dei vostri sontuosi contratti?? La parola rispetto la conoscete??? È proprio vero, il calcio vi salvato da una esistenza di merda ma non ha cambiato di una virgola ciò che evidentemente siete sempre stati, una massa di mocciosi viziati strapagati senza un minimo di dignità. Fatevi le vacanze all’estero e viaggiate pure a bordo delle vostre auto costosissime ma rivordatevi: il letame anche se contenuto in un vaso di ceramica decorata a mano, sempre letame rimane.
    Chiedo scusa per lo sfogo ma credo sia terminato il tempo di giustificare questa massa di viziati sopravvalutati…
    FORZA TORO SEMPRE E COMUNQUE….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. IlGrandePolicano - 8 mesi fa

    Innanzitutto GRAZIE CAIRO.
    Poi: qualunque sia il problema tra calciatori e la società (è palese che o giocano contro o non hanno più un briciolo di voglia/interesse e pensano solo a dove scappare il prossimo anno) serve chiarire a questi signori che i tifosi e il nome del Toro non meritano questa ennesima umiliazione infinita. Anche a schiaffoni se necessario.
    Cairo veda di cacciare il grano che evidentemente non ha cacciato e che i mercenari pretendono.
    E i signori senza palle e senza dignità vedano di salvarci dalla B.
    Serve chiarire a Cairo e a squadra che in caso di B
    NON SAREMO GLI UNICI A SOFFRIRE.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torosempre - 8 mesi fa

      Il problema sono due petardi e la gente come te. Assumetevi le vostre responsabilità, avete l’allenatore che volevate. Gonfiatevi il petto e dite orgogliosamente che ora con Comi, Barile, Bava e Longo avete gente che di calcio capisce quanto voi… MEN DI NULLA.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. IlGrandePolicano - 8 mesi fa

        “La gente come te” lo dici a tua madre.
        Tu sarai uno dei Cairo Boys… molto bene. Inutile parlare con te.
        Tempo perso.
        Goditi l’inevitabile epilogo di 15 anni di gestione da nullità del tuo idolo Cairo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Torosempre - 8 mesi fa

          Ho offeso il tuo egocentrismo? Sei convinto di essere l’unico che non è capace di fare i conti con la realtà dei numeri?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Héctor Belascoarán - 8 mesi fa

        Hai detto bene: “due petardi” (2). Ne abbiamo tresi 7 di quà e 4 di là per due petardi?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. magliagranata - 8 mesi fa

        ZITTO MERDA!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      4. magliagranata - 8 mesi fa

        Vorrei ricordare a tutti quelli che criticano il grande Mazzarri, che a inizio campionato (prima di iniziarlo) avevamo gli stessi punti della juve. E prima della EL avevamo gli stessi punti dello United, poi purtroppo ci hanno fatto giocare e sono iniziati i guai. E’ matemetica eh. Grande WM. Uno di noi!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      5. Ardi2 - 8 mesi fa

        Ti prego, con tutto il rispetto perché non ti conosco, ma Torosempre, basta con sta caxxata

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. policano1967 - 8 mesi fa

    Quando dissi ke il povero moreno era solo un parafulmine ed era il meno indicato per ovvi motivi in questo sfascio,i pollici verso il basso si sprecarono.oggi invece?tt si accorgono ke e inesperto?la colpa nn e certo sua ma bensi di un presidente ke se ne frega e di calciatori scarsi e senza palle.il sorcio cairo e sparito.d altronde quando la nave affonda i sorci so i primi a scappa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. Toro Forever - 8 mesi fa

    Il “paziente” sta morendo e molti continuano a parlare del perché e del come si è ammalato. Lo sappiamo benissimo. Ora conterà solo quello che si farà per salvarlo. La “cura” non funziona? Cambiamo medico. Non c’è tempo per tisane e decotti. Rispetto per tutti, Longo compreso, ma quello che conta è solo il Toro. Tutti gli altri sono sacrificabili. Longo compreso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Un arreso a Cairo - Carlo M. - 8 mesi fa

    Un allenatore serve per dare una scossa, emotiva e psicologica, di motivazione, di energia. Il Toro di Longo, come quello di Mazzarri del “dopo Atalanta” (o del “dopo terzo o quarto gol dell’Atalanta”, durante quella stessa partita) è un Toro che non ha più nulla. Oltre a non giocare a calcio (non si è mai giocato a calcio, succedeva qualcosa -e succede ancora qualcosa- solo quando ha la palla Ansaldi), è una squadra a cui, se togli certe motivazioni, certe spinte psicologiche, è da bassa classifica.

    Se fai giocare la squadra allo stesso modo, con gli stessi giocatori nella stessa posizione e non dai la scossa in nessun modo, ti ritrovi una squadra che si dovrà svegliare da sola, quando la classifica comincerà, se comincerà, ad essere veramente veramente pericolosa. Per ora è l’ennesimo buco nell’acqua di questa società in grave difficoltà. C’è da sperare che Genoa e Lecce, che stanno giocando da squadra e ci sono, non facciano punti mai. Non si può contestare ora, è vero. Tanto poi non lo si fa nemmeno dopo, che due chiacchere Cairo le fa e prometterà un rilancio in estate. E saremo sempre lì. E la curva canterà, contenta come sempre.

    Se tolgo due minuti di numero, il primo minuto e l’ultimo, la squadra ha fatto il record di non riuscire a fare tre passaggi, di non fare contropiede, di non fare nessuna azione: questo per 89 minuti. Fate voi. Poi il Napoli di adesso è forte. Ma noi assistiamo catatonici a tutto.

    I gol all’ultimo minuto ci ha fatto assaporare come sarebbe se si attaccasse con più di 2 o 3 uomini alla volta, così, rischiando oscenamente, giocando a pallone, aprendo all’esterno, crossando, facendo tutte quelle cose lì. Poi qualcuno dirà che il Napoli aveva mollato, e però abbiamo visto un’azione di quelle lì: lasciateci godere ogni tanto, per sbaglio, fingendo di essere una squadra coraggiosa, di quelle là che ci sono in tv ogni tanto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Torosempre - 8 mesi fa

    Tutta colpa di Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. leggendagranata - 8 mesi fa

    Vedo che come al solito c’ è sempre qualcuno che cerca il capro espiatorio, come se la sconfitta contro il Napoli fosse dipesa dalla prestazione di Zaza. Eppure è stato sotto gli occhi di tutti (e anche questo sito l’ ha sottolineato) il non gioco della squadra. Un non gioco totaLe, in gran parte dovuto a mio parere a disposizioni tattiche completamente sbagliate (a meno che la squadra sia completamente ingestibile e faccia in campo quello che vuole). Le meno incolpevoli sono state le due punte lasciate là davanti a 50 metri dai compagni e servite (si fa per dire) con lancioni lunghi o cross dalla trequarti (una volta si diceva che per essere efficace il cross doveva venire da fondo campo) impossibili da prendere. Anche il povero Belotti ha fatto nulla o quasi per 90 minuti (tranne che correre a vuoto con la consueta generosità), poi si è trasformato in centrocampista, ha preso una palla, ha verticalizzato l’ azione e fatto nascere l’ azione del gol (per la verità abbiamo segnato su una colossale distrazione della difesa del Napoli). La squadra gioca più o meno come giocava con Mazzarri e dopo un mese non si vede la mano di Longo, il quale annaspa e non trova il bandolo della matassa. Ieri il Toro si è messo sulla difensiva nella sua metà campo, non ha fatto pressing alto, si è allungato nelle ripartenze. Forse l’ ordine di scuderia era: vista la forza dell’ avversario, cerchiamo di prenderne il meno possibile. Così non si va da nessuna parte, Zaza o non Zaza. Manca un perno centrale che sia di riferimento ai compagni e sappia dirigere le operazioni. Longo ha fatto lo stesso errore di Mazzarri, facendo giocare Baselli da mediano esterno di centrocampo. E lui l’ ha anche ripagato con una prestazionre svogliata e pigra, alla vecchia maniera. Ma, grazie a quel genio di Mazzarri, che ha impoverito la rosa silurando Ljajic, Iago Falque e Soriano, è l’ unico, volenti e nolenti, in grado di fare da trequartista regista in mezzo al campo, tra le linee dove ieri c’ era il vuoto totale. In queste condizioni anche un attaccante come Van Basten farebbe brutte figure. L’ immagine emblematica della serata è stato l’ intervento alla disperata nella nostra area di Belotti per bloccare il tiro in porta di Lobotka (60′ del secondo tempo). La vedo brutta, molto brutta, perchè non c’ è la mano del direttore d’ orchestra, nemmeno dal punto di vista dell’ atteggiamento mentale in campo. La Fiorentina quando ha cambiato l’ allenatore era dietro di noi. Iachini ha rivoluzionato un po’ di cose ed ora la squadra va meglio. Per non parlare del Genoa di Nicola (che però ha fatto alcuni innesti nuovi a gennaio). Insomma, al di là dell’ impoverimento della rosa, credo che ci sarebbero le risorse almeno per salvarsi, ma bisogna cambiare registro, cambiare tattica, perchè non è sufficiente che i giocatori corrano dietro a una palla, bisogna avere un gioco,delle geometrie, ritrovare degli equilibri (come dice sempre Sacchi) che oggi mancano del tutto. Sveglia caro Longo, mettici più coraggio e non bocciare le due punte alla prima prestazione, passa al 4-4-2 e prova a dare una tua impronta alla squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Torello di Romagna - 8 mesi fa

    SQUADRA
    DIFFICILMENTE
    MIGLIORABILE !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Toro71 - 8 mesi fa

    Mazzarri ha pagato per tutti…i giocatori sarebbero da prendere a calci in culo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CairoGameOver - 8 mesi fa

      Anche tu andresti al lavoro svogliato se non ti pagassero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro71 - 8 mesi fa

        Sono pagati profumatamente ogni santo mese ma cosa stai dicendo? I premi per l’Europa League sarebbero stati pagati. Solo che noi non abbiamo superato i preliminari se ben ricordi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Mimmo75 - 8 mesi fa

    Mesi fa scrissi che questa squadra solo Mazzarri avrebbe potuto gestirla, qualsiasi altro allenatore ne sarebbe uscito con le ossa rotte. Con lui si zoppiccava ma.almeno qualche punto lo si raccoglieva e la stagione si sarebbe potuta concludere senza neanche doversi minimamente sognare di poter rischiare di retrocedere. Ppo si sarebbe potuto cambiare allenatore. C’è finito dentro il povero Moreno e mi dispiace un sacco perché il suo ritorno a Torino lo sognavo diverso. Lui merita un progetto e Cairo non ne ha. Si dimetta Moreno, faccia un gesto d’amore, salvi la sua carriera prima che sia troppo tardi e salvi il Toro da Cairo. Non serve che spieghi il Perché delle dimissioni. Due allenatori dimessi in un mese sarebbero un segnale che non non necessiterebbe commenti e andrebbe a colpire dritto per dritto Cairo. Dimettiti Moreno, prima che sia troppo tardi, dimettiti. Meriti un presidente migliore, dimettiti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rza78 - 8 mesi fa

      Grande mimmo parole sante!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. leggendagranata - 8 mesi fa

      Il Toro di Mazzarri ne aveva prese 7 dall’ Atalanta e 4 dal Lecce (oltre ad aver perso con Sassuolo e col Milan in Coppa Italia). Era in stato comatoso, come del resto è ancora ora.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 8 mesi fa

        Aveva anche vinto Roma e con il Bologna

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. granataLondinese - 8 mesi fa

      ma stai bravo che scrivevi sempre e solo mazzarri e’ un grande punto, non scrivevi mazzarri e’ un grande perche’ trasforma il letame in fiori.

      mazzarri ha cominciato lo sfascio innanzi tutto rinunciando alla campagna acquisti a gennaio, lasciando andare gente come laxalt, iago e parigini che anche solo per far numero ci servivano come il pane

      avrebbe dovuto cacciare i vari zaza e verdi altro che’

      mazzarri si e’ spento a un certo punto, quando aveva dato le dimissioni, da li in poi abbiamo solo preso grosse imbarcate

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 8 mesi fa

        Evidentemente ti sei perso tutti i miei post dove spiegavo il perché della mia stima per Mazzarri. Ne ho scritti davvero tanti, forse troppi fino a diventare pesante e ripetitivo. E quindi a un certo punto iniziai a usare lo slogan da te citato così da non dover ripetermi più e a volte anche giocandoci sopra.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. julian edelman - 8 mesi fa

      meritiamo tutti un presidente migliore di questo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. CairoGameOver - 8 mesi fa

    Credo sia palese ormai che gli stipendi non vengano pagati.
    Altrimenti non si spiega una roba così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torosempre - 8 mesi fa

      Con amici così, non c’è bisogno di nemici.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Il_Principe_della_Zolla - 8 mesi fa

    Il titolo fornisce il destro per una battuta facile facile: nel baratro ci siamo già, e da un pezzo. La squadra riflette in pieno i valori della società: uno sfascio. Ieri sera, poi, peggio dell’ultima volta. Undici molli e inconcludenti a ciondolare per il campo, in attesa di essere matati, morti nell’anima e nelle gambe.
    Ci saranno i soliti ridicoli commenti che faranno ironia su Longo, lo schieramento e l’inefficacia della sua (non)cura, come se potesse veramente incidere il povero Moreno (che è un bene che ci sia, malgrado tutto, almeno uno dei responsabili della discesa agli inferi ha tolto il disturbo).
    Il dato che ieri sera è emerso con più forza è comunque l’assenza di personalità dei cosiddetti leader, Belotti in testa. Aspetto denunciato in settimana da Marco Ferrante, che al San Paolo ha avuto una conferma dolorosa. Come non ci sono campioni in campo (Sirigu, forse), non ci sono uomini: solo bambocci, incapaci di svolgere il loro lavoro con dignità e abnegazione. Loro, sono già retrocessi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Vit71 - 8 mesi fa

    Riabilitare Mazzarri?????
    Ma dove era questa rispettabile direzione nei mesi di niente offerti dalla squadra con Mazzarri????
    A giustificare tutti!!!! La prima metà anno perché la squadra non era sua…. la seconda per i buoni risultati (rubatissimi!!!)…. e la terza metà?????
    L’attesa di non so cosa ci ha portato a questo punto, ritardando un cambio necessario ben prima e soprattutto prima di mercato e quando era disponibile qualche allenatore con un briciolo di esperienza!
    Adoro Longo per ciò che dice, l’impegno, la sua storia granata…. ma non è adatto ad un casino simile!
    Serviva un generale, non per giocare ma per salvarsi….
    E serviva un regista in regia, al posto del combattente su cui aveva puntato quel coglione seduto in panchina prima!!!!
    E dov’era la redazione di ToroNews in tutti quei mesi???? Ora invece si parla con tanto coraggio, schiettezza e verità….
    Dove cazzo eravate????comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. suoladicane - 8 mesi fa

      a leccare il culo del padrone……..la reda e tanti altri………

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. Toro Forever - 8 mesi fa

    Chiamare subito De Biasi. Subito. È già tardi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 8 mesi fa

      Certamente, chiamiamo De Biasi, poi alle prossime tre sconfitte chiamiamo Novellino, poi Ci sarebbe Lerda ingine,ciliegina sulla torta ,Zaccheroni……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. Junior - 8 mesi fa

    Avrei cercato di rispediste Zaza da qualche parte (per la verità non l’avrei mai preso è peggio di Niang) e non certo Iago che adesso ci sarebbe servito come il pane per rivitalizzare il gioco!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi2 - 8 mesi fa

      Ma infatti ci ha provato pure con zaza, ma alle sue condizioni, il benestare non è riuscito a sbolognarlo. Credo lo abbia proposto pure in cina

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. giancasortor - 8 mesi fa

    Nell’anno che avremmo dovuto lottare per un posto in champions,ci ritroviamo nelle paludi della zona retrocessione,con una squadra senza anima e senza gioco! Poveri noi tifosi prima ci illudono e poi ci bastonano,così da sempre,una storia che si ripete!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. jimmy - 8 mesi fa

    Non vedo come possa cambiare qualcosa, nemmeno il cambio dell’allenatore è servito. Al momento è b sicura perché i giocatori stanno remando in quella direzione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. gian - 8 mesi fa

    Quando riuscivo a raggranellare i soldi partivo dalla Riviera e correvo ad ammirare i goal di Pecos Bill nella prima serie B della storia. Da allora alti,pochi,e bassi,molti. Scudetti rubati dai soliti ladri,uno vinto e l’anno seguente rirubato. Ma,in famiglia,sempre con l’orgoglio di tifare per i più deboli ma “puliti”.
    Tralascio km di passione ed amarezze, unici bagliori di ripresa con Rossi e Borsano pur se in maniera diversa. Poi tutto è degenerato sino alla attuale,vergognosa proprietà. Borsano e Cairo,entrambi condannati per gravi reati simili, ma il primo,rispetto a Cairo nei confronti del Toro fu un gentiluomo. L’attuale ha usato la Società per acquisire visibilità e quattrini, mai ha pensato di “costruirla” per renderla competitiva. Con Ventura, Sinisa, Mazzarri sarebbero bastati due centrocampisti decenti,peraltro richiesti, per un salto di qualità. Invece Lijaic, Niang,Verdi, Zaza,tutte figure con problemi comportamentali negativi, disgregatori di spogliatoio,o sconosciuti mediocri tipo Meitè ecc. Rincon manovale grintoso, Baselli sempre meno fisicità e più tatuaggi e il nulla. TUTTE le altre squadre dispongono di centrocampisti dinamici, agili,capaci di scambi in corsa, di entrare in area,di tiro. Persino il Lecce non ci ha fatto vedere palla e a gennaio si è ulterirmente rafforzato. Da noi, da quindici anni(!) sono affossati allenatori più o meno bravi con valanghe di insulti. Società (inesistente e ladra) e “tifosi” spesso si uniscono per affossare un sogno,una immagine sentimentale che noi anziani ci terremo dentro in silenzio. Chiedendo scusa per la prolissità mi cancello,non si sentirà la mancanza. Affettuosi saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni bui - 8 mesi fa

      Complimenti…scusa la domanda ma quanti anni hai?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gian - 8 mesi fa

        Beh,un’ultima risposta la devo. Ottanta,salivo su in treno e, ricordandolo come fosse ieri,assistetti all’ultima partita della Farfalla. Ho sempre disprezzato il suo assassino che, in seguito ha contribuito anche ad affossare definitivamente il Toro. Risaluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. gianni bui - 8 mesi fa

          Continua così. In bocca al lupo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. subcomandante - 8 mesi fa

          Non cancellarti !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Conterosso - 8 mesi fa

      Tutto condivisibile il suo scritto tranne in un passaggio: “Lijaic, Niang,Verdi, Zaza,tutte figure con problemi comportamentali negativi, disgregatori di spogliatoio”. Le chiedo dunque: ma il Toro di Bruno Annoni Policano Lentini Aguilera Casagrande pensa che nello spogliatoio si fermava ad accarezzare le bambole? Io al contrario sono convintissimo che se vogliamo un Toro con le palle, questo deve essere formato da gente rompico*****ni. Oggi la squadra è formata solo da “bravi ragazzi”: Baselli Verdi De Silvestri Bremer Djdj Lukic Ansaldi Berenguer ecc ecc, e la fine che stiamo per fare è sotto gli occhi di tutti. Dobbiamo smetterla di volere nel Toro solo gente “brava”. Il Toro per essere Toro, in squadra deve avere almeno 6/7 “malati di mente”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. rich - 8 mesi fa

      Condivido tutto bravo (detto da uno che ha qualche anno in meno ma non tantissimi). Teniamo duro mio nonno diceva sempre che dopo ogni salita c’è la discesa, il calcio e’ però radicalmente cambiato servono soldi ( e non solo ..,) ….sperma ma è dura
      In B no però

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. IlGrandePolicano - 8 mesi fa

      Gian, per piacere… non cancellarti.
      Aiutaci a continuare a raccontare cosa era il Toro in modo che ci sia una speranza un giorno di ricostruirlo.
      Un abbraccio tutto granata, con profonda stima ed affetto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Ardi2 - 8 mesi fa

      Ma infatti Borsano, fu messo da craxi, grande tifoso del Toro e con mani pulite crollò tutto, non cairo, come dici tu, perché lacchè dei gobbi massoni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. fokker17 - 8 mesi fa

    basta con Zaza: falloso, inconcludente……ha provocato lui il calcio di punizione del goal. Spero Moreno che tu abbia almeno capito che non devi fare affidamento a lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy