Torino, ecco l’Atalanta: Dea pericolosa, ma con meno riposo dei granata

Verso il match / La squadra di Gasperini è reduce dalla gara di Coppa Italia con il Napoli

di Lorenzo Chiariello, @lorechiariello

Si avvicina per il Torino la prossima partita, che sarà tanto importante quanto sulla carta complicata. I granata sono infatti attesi dalla delicatissima trasferta di Bergamo. Sabato 6 alle ore 15, Belotti e compagni si troveranno di fronte una tra le compagini più organizzate e qualitativamente valide dell’intero campionato, l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Vediamo che momento sta vivendo la squadra orobica.

TURIN, ITALY – SEPTEMBER 26: Atalanta BC head coach Gian Piero Gasperini looks on during the Serie A match between Torino FC and Atalanta BC at Stadio Olimpico di Torino on September 26, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

MURA AMICHE – Le ultime settimane non sono state semplici in casa nerazzurra. La vicenda legata al Papu Gomez infatti non può non aver scosso l’intero ambiente, ma la Dea è comunque riuscita a fare un passo oltre all’argentino. Dalla metà di dicembre ad oggi infatti, l’Atalanta ha raccolto ben quattro vittorie su sette gare al Gewiss Stadium, imponendosi su Parma, Sassuolo, Roma e Fiorentina con un totale di 16 gol ed una media di 2,3 reti a partita. Certo, negli ultimi due match giocati sul proprio campo la squadra del Gasp ha pareggiato 0-0 contro il Genoa ed è stata travolta 1-3 dalla Lazio di Inzaghi, ma i valori dei bergamaschi restano indiscutibili e il Toro dovrà cercare la partita perfetta dal punto di vista difensivo per poter conquistare un risultato positivo.

NAPLES, ITALY – FEBRUARY 03: Marten De Roon of Atalanta B.C. battles for possession with Diego Demme of SSC Napoli during the Coppa Italia match between SSC Napoli and Atalanta BC at Stadio Diego Armando Maradona on February 03, 2021 in Naples, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

CONDIZIONE FISICA – A proprio favore però, gli uomini di Davide Nicola avranno il fatto di aver potuto ricaricare più a lungo le batterie. L’ultimo impegno in campionato del Toro, la prima gara di ritorno con la Fiorentina, è datata infatti 29 gennaio. L’Atalanta invece ha disputato ieri la semifinale di andata di Coppa Italia – conclusasi 0-0 – contro il Napoli di Gattuso ed avrà a disposizione solamente due giorni per preparare il faccia a faccia con il Torino. E’ un dettaglio, questo, che potrebbe far pendere l’ago della bilancia in favore dei granata. Detto questo, il gap qualitativo tra l’Atalanta e il Torino resta importante e dunque non si possono non ritenere i nerazzurri favoriti. Ma Davide Nicola sa imprimere compattezza: sul campo di Bergamo ci sarà un test importante anche per lui.

24 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. olivia - 3 settimane fa

    RIPETIAMOLO PER LS MILLESIMA VOLTA .LYANCO non e’ un centrale .Abbiamo preso nel 2020 una valanga di goal.Noi abbiamo due centrali che sono NKOULOU che e’ meglio di Romagnoli e Alessandro Buongiorno miglior giovane italiano.Dopo l uscita di MORETTI ci siamo trovati con 4 destri IZZO BONIFAZI LIANCO BREMER.2 centrali NKOULOU e DJIDJI.ZERO sinistri.UNA COGLIONATA PAZZESCA.Quel coglione di CAIRO non ha sostituito MORETTI.CAIRO si e’ rilevato un grandissimo cazzaro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mp63 - 3 settimane fa

    Stanchi o non stanchi non ci faranno vedere la palla. Meno male che gioca Zaza. E’ l’unico che darà fastidio alla squadra del gobbo Gasperini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ardi - 3 settimane fa

    OT

    Juventus – 133 milioni.
    Inter – 115,5 milioni
    Milan – 103,7 milioni
    Roma – 102,4 milioni
    Napoli – 101,5 milioni
    Lazio – 87,5 milioni
    Fiorentina – 75,8 milioni
    Atalanta – 73,6 milioni
    Torino – 69 milioni
    Sampdoria – 61,9 milioni
    Genoa – 58,1 milioni
    Bologna – 56,4 milioni
    Udinese – 52,1 milioni
    Cagliari – 51 milioni
    Sassuolo – 50,2 milioni
    Parma – 49,5 milioni
    Hellas Verona – 46,9 milioni
    Crotone – 38,8 milioni
    Benevento – 36,6 milioni
    Spezia – 36,6 milioni.
    Fonte TMW, questo l’elenco dei diritti tv per anno dal prossimo in poi. Secondo voi la grande società che ha rilevato lo spezia, visti questi dati, oltre al balasone ecc, o anche altre, non avrebbero avuto più interesse a comprare il Torino? Probabilmente è cairo che non ne ha l’interesse a venderlo, a meno di prezzi completamente fuori mercato. Poi fate voi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ezio 76 - 3 settimane fa

    Per quanto possano essere stanchi, anche se giocassimo in superiorità numerica, per noi penso sarà una gara proibitiva. Come visto con la Fiorentina in 10 prendi gol e in 9 ci hanno anche messo in difficoltà. Mi spiace dirlo ma in difesa a volte balliamo, basta una triangolazione, o che un difensore viene saltato che rischiamo di prendere subito gol. Lyanco tutte le partite almeno un liscio lo fa, Bremer bravo sull’uomo meno sul tempo delle chiusure come il suo collega di prima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Toroperduto - 3 settimane fa

    @cristian85
    Secondo te perché il Leicester l’anno dopo che ha vinto lo scudetto è arrivato mi sembra 13-14?
    Pensi che basti fare 63 punti nel modo in cui l’abbiamo fatto noi per poter dire che una squadra sarà forte anche dopo?
    Equilibri, motivazioni, alchimia, fortuna annata in cui ti va tutto bene ti dice niente?
    Le avevi viste le nostre partite? Il senso di precarietà assoluta l’avevi visto o no?
    Non ragionate come Cairo porca troia, è imbarazzante sta cosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 3 settimane fa

      No Toroperduto,
      scusa ma non sono d’accordo.

      Nella stagione dei 63 punti abbiamo zittito tutti, specialmente il Milan.
      Abbiamo passato un periodo di 8 partite in cui Sirigu era imbattuto e Mazzarri aveva perfezionato la difesa.

      Poi, sempre parlando di Mazzarri, in mezzo anno che era subentrato a Mihajlovic aveva fatto una media punti molto soddisfacente e ripeto.. lo scorso anno abbiamo fatto 27 punti al girone di andata!!

      Vuoi forse negare anche questo ?
      Se vuoi negarlo, allora ok. Che cosa vuoi che ti dica ?

      Ma i FATTI sono stati quelli e direi che Mazzarri i FATTI li ha dimostrati ampiamente, che ci piaceva o meno come uomo/allenatore e modo di proporre il suo non-calcio.

      L’esempio del Leicester è molto ma molto ma molto ma molto simile al nostro, nulla di nuovo : un certo Ranieri ( che E’ UN ALLENATORE DI CALCIO ) ha saputo trovare l’alchimia giusta di certi giocatori, studiando le proprie caratteristiche e personalità ed è riuscito a trasformare una squadra di B in una squadra di Champions.

      Parlare di fortuna mi va bene quando ogni tanto vinci una partita insperata.. ma per arrivare primo vuol dire che ne devi vincere almeno 35 🙂 Non parlerei di puro caso; e poi in secondo piano le promesse che una determinata società fa ai giocatori; ma al 90% ciò non è avvenuto nemmeno al Leicester.. ed ecco che anche lì hanno fatto capricci 🙂

      L’Hellas Verona giusto per citare un esempio, tutti dicevano ” ma si anno fortunato e va bene.. anno prossimo sarà in B”
      Eppure l’Hellas sta ancora stupendo, com’è ?

      Quando c’è da essere obiettivi, bisogna esserlo e fin quando c’erano i presupposti di fare bene con una società più quadrata, i risultati si vedevano, poi Cairo che è famoso nel saper sfasciare le cose belle e buone. ha distrutto il castello di carte.

      Papillon

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rolandinho9 - 3 settimane fa

    Martín Payero, el Rey de las asistencia de la Copa Diego Maradona 2020
    Classe 1998, 22 anni, valutato 2,3 milioni. 7 assist in 11 partite che hanno portato il Banfiled alla finale di coppa persa solo ai rigori col Boca, questo ragazzo sembra Luis Alberto, proprio quello che ci servirebbe. Vagnati mettiti a lavoro che non puoi stare in divano fino a giugno! Petrachi prese Lyanco a febbraio, anticipando gli altri, se vogliamo risalire la china bisogna stare sempre vigili.
    Questo è forte davvero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bucci-ole-ole - 3 settimane fa

    Se, come diceva Gp, ci troviamo a nostro agio quando gli altri fanno la partita, ci scappa il partitone. Speriamo che Nicola non li abbia motivati troppo ad attaccare, correre, dio non voglia, segnare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rolandinho9 - 3 settimane fa

      Se come dice GP è svantaggioso stare con L uomo in più allora è pronta per lui la panchina del Southampton che con lo united ne ha presi 9 con L uomo in meno dal secondo minuto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. undici - 3 settimane fa

    Esagerati in tutto, ieri sera Gasperini ha detto che é da gennaio che giocano tre partite a settimana.. i weekend li conta due volte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 3 settimane fa

      Ahahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Toroperduto - 3 settimane fa

    Ahahahah,
    Penso che possano anche non dormire per tre giorni e non cambia il risultato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Mimmo75 #prexit - 3 settimane fa

    La speranza è che sabato si possa portare a casa la pelle o quantomeno venderla cara. Il pericolo reale è quello di risvegliarci dal sonno indotto da Cairo con l’oppiaceo Nicola, operazione già rodata lo scorso anno con Moreno. Incrociamo le dita, anche quelle dei piedi e, perché no, i peli del deretano…e stringiamo forte forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. mont67 - 3 settimane fa

    SI LA SPERANZA E’ L ULTIMA A MORIRE….MA RICORDO CHE
    IN DUE ANNI ABBIAMO SEMPRE PERSO E
    INCASSANDOO 14 GOL E FATTI 4
    FORZA TORO SEMPRE !!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 3 settimane fa

      Mi piacerebbe capire come avevamo fatto a vincere 2-1 l’anno scorso all’andata sul campo neutro :/

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 3 settimane fa

        scusate volevo dire 2-3 sul campo neutro

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 3 settimane fa

          Abbiano vinto due a tre perche6avevano anticipato la preparazione owf il preliminari di El . Correvano più di loro . Ci è anche andata bene l occasione del pareggio. Comunque poi abbiamo pagato a gennaio….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. christian85 - 3 settimane fa

            esattamente ddavide69….. era dove volevo arrivare :))

            Avevamo sicuramente più gambe rispetto a loro, avendo iniziato la preparazione molto prima, però comunque questo c’entra poco perchè poi durante lo stop coronavirus da febbraio anno scorso a giugno, la sosta è stata uguale per tutti e i tempi di preparazione idem.. ma loro correvano come impazziti.
            Anzi, proprio dopo la sosta l’Atalanta ha raddoppiato i gol che faceva prima del lock down.

            Mi piace Non mi piace
      2. Toroperduto - 3 settimane fa

        Ahahahah
        Per lo stesso motivo per cui abbiamo fatto 63 punti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. christian85 - 3 settimane fa

          beh.. la cosa strana è che abbiamo proprio vinto arrivando dalla sconfitta con il Wolverhampton e N’Koulou non giocò. ( Giocò Djidji al suo posto ) quindi tecnicamente i problemi erano già iniziati dopo quella sconfitta.

          Come abbiamo vinto rimane abbastanza un mistero se si considera che non avessimo vinto proprio quella partita, saremmo retrocessi. :/

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Toroperduto - 3 settimane fa

            Appunto.
            Le botte di culo poi l’Atalanta comunque sia non parte mai forte

            Mi piace Non mi piace
        2. christian85 - 3 settimane fa

          Si ma 63 punti non è puro culo scusami.

          Cambiava che finchè c’era Petrachi, le cose andavano bene perchè era uno che sapeva far rigare dritto i giocatori ed aveva un filo interpersonale con loro.

          La squadra era ottima infatti quindi non parlerei di culo; poi è andato via Petrachi e sono iniziati i problemi.

          Se Petrachi fosse rimasto o comunque sia, Cairo avesse agito di conseguenza, sostituendolo per bene e gestendo la situazione N’koulou, Izzo, Sirigu, il Toro poteva ripetersi…

          Del resto 27 punti nel girone di andata furono fatti!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. christian85 - 3 settimane fa

    Bah… sono ormai 3 anni che l’Atalanta gioca a ritmi altissimi e soprattutto 2 partite in una settimana.
    Questi più giocano, più sembrano freschi, mentre noi più riposiamo più ci rincoglioniamo.

    Con tutto il dovuto rispetto e sportivamente parlando, comunque, non è abbastanza normale che una squadra come l’Atalanta corra cosi tanto. Sinceramente è imbarazzante.

    Non voglio alludere a nulla e non voglio farneticare nulla, ma non è possibile atleticamente.. quindi tornando al discorso dell’articolo, troveremo un’Atalanta che sicuramente correrà il doppio di noi e questo mi spaventa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marco.se_9613617 - 3 settimane fa

      Con la Lazio in campionato ha perso, anche giocando abbastanza male.Bisogna ripartire in contropiede…., vediamo comunque non abbiamo nulla da perdere perche’ sulla carta non c’e’ partita….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy