Genoa, con Motta la difesa imbarca meno. E attenzione agli assist di Ghiglione

Genoa, con Motta la difesa imbarca meno. E attenzione agli assist di Ghiglione

La prossima avversaria – La difesa / La coppia dei centrali dovrebbe essere formata da Romero e Cristian Zapata

di Luca Sardo

Il Torino di Walter Mazzarri si appresta ad affrontare il Genoa di Thiago Motta sabato alle 18 allo stadio Luigi Ferraris. Nel match valido per la quattordicesima giornata di campionato, i granata dovranno riscattare la brutta sconfitta contro l’Inter rimediata lo scorso sabato e ritrovare i tre punti che sarebbero fondamentali per il morale ma soprattutto per la classifica: attualmente il Torino occupa l’undicesimo posto in classifica. Come ogni settimana, passiamo in rassegna la squadra avversaria reparto per reparto, a partire dalla difesa.

Genoa-Torino, altra prova della verità: ai granata servono punti per non sprofondare

SECONDA PEGGIOR DIFESA – Quella del Genoa è la seconda peggior difesa del campionato con 26 reti subite in queste prime tredici giornate: peggio dei rossoblù ha fatto solamente il Lecce. C’è anche da evidenziare un fattore importante: da quando è arrivato Thiago Motta sulla panchina del Genoa – ovvero a seguito della sconfitta per 5-1 contro il Parma – la squadra ha iniziato a subire molti meno gol, migliorando la fase difensiva. Con Andreazzoli i rossoblù hanno subito 20 gol in 8 partite (in media 2,5 gol a gara), con Thiago Motta 7 in 5 giornate (con una media di 1,4 reti subite a partita). Migliorata sì, ma comunque resta la fragilità difensiva nei rossoblù: i granata dovranno anche essere consapevoli di ciò e sfruttare questo fattore a proprio favore.

SINGOLI – Thiago Motta dovrebbe adottare il 4-2-3-1, optando dunque per una classica difesa a quattro. La coppia centrale dovrebbe essere formata da Cristian Romero e Cristian Zapata: i due insieme hanno disputato fino a qui dieci partite giocando l’uno a fianco dell’altro e piano piano stanno trovando la giusta intesa. Gli esterni difensivi dovrebbero essere Paolo Ghiglione e il capitano Domenico Criscito, appena rientrato da una lesione di secondo grado alla coscia sinistra rimediato nel match contro il Milan dello scorso 5 ottobre. Occhi puntati su Ghiglione: il terzino classe ’97 in questo inizio di campionato ha già fatto 5 assist vincenti contro Roma, Fiorentina, Parma, Brescia e l’ultimo proprio ieri sera contro la Spal. Thiago Motta, tra gli altri, avrà a disposizione anche Antonio Barreca, ex di questa partita che però non sta trovando molto spazio con il nuovo tecnico: solo 26′ da quando Andreazzoli è stato esonerato. Tanta esperienza tra gli uomini rossoblù: a disposizione dell’ex centrocampista dell’Italia ci saranno anche i tre centrali Goldaniga (classe ’93), Biraschi (classe ’94) ed El Yamiq (classe ’92) e i due esterni bassi Ankersen (classe ’90) che ha preso il posto di Criscito durante l’infortunio e Pajac (classe ’93).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy