Torino-Cagliari: la banda Maran in trasferta ha vinto a Napoli e pareggiato a Roma

Torino-Cagliari: la banda Maran in trasferta ha vinto a Napoli e pareggiato a Roma

Focus on / Il rendimento fuori casa dei sardi è molto positivo

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Il Torino affronterà domenica all’Olimpico Grande Torino – fischio d’inizio ore 15 – il Cagliari, squadra che in queste prime fasi del campionato sta seguendo un ottimo ruolino di marcia in casa ma, soprattutto, in trasferta. Un impegno non semplice quindi per gli uomini di Mazzarri, che dopo la sconfitta di Udine stanno vivendo un periodo non proprio favorevole.

I precedenti di Torino-Cagliari: tradizione favorevole ai granata, senza ko da 7 anni

FUORI CASA – Ad oggi i calciatori allenati da Maran, che occupano la quinta posizione della classifica, hanno ottenuto 14 punti: 7 (in 5 gare) conquistati tra le mura amiche e 7 (in 3 gare) in trasferta, dove non sono stati ancora battuti; contro Parma e Napoli infatti sono arrivate due vittorie, contro la Roma un pareggio. Questo score pone il Cagliari tra le 5 squadre italiane (insieme a Juventus, Inter, Atalanta e Roma) che non sono ancora state sconfitte fuori casa. Per rimarcare l’ottima capacità di gestire le gare giocate lontano dalla Sardegna Arena, è bene segnalare anche la differenza reti fuori casa: +3, frutto delle 5 reti segnate e delle 2 subite.

Torino-Cagliari, arbitrerà Fabbri: Banti al Var

MOTIVI – Di sicuro la spiegazione non può essere univoca, ma rappresenta invece la somma di molti fattori. Quello che però è certo è che lontano dall’isola la difesa del Cagliari rende meglio. Delle due reti subite, solo una è scaturita per meriti puramente avversari (quella subita a Parma da Barillà), mentre l’altra (contro la Roma) è stata frutto di un’autorete. Inoltre, un dato interessante è dato dal fatto che i sardi non hanno ceduto terreno sul campo di Napoli e Roma, due grandi del nostro calcio, dai quali campi hanno raccolto ben 4 punti sui 6 disponibili.

Torino-Cagliari, statistiche e curiosità: con Sirigu e Olsen e i tiri da fuori non passano

IMBATTIBILITÀ – Con la gara di Torino i sardi avranno anche l’occasione di eguagliare la loro più lunga striscia di imbattibilità dal 2006: in quell’occasione le gare senza perdere fuori casa furono 5; tra la scorsa stagione (pareggio contro il Genoa) e le tre gare dell’attuale campionato, la striscia d’imbattibilità è ferma a quota 4. Domenica il Toro si troverà quindi di fronte un avversario ostico, che avrà dalla sua anche una maggior consapevolezza del proprio potenziale in trasferta.

IL RENDIMENTO IN TRASFERTA DEL CAGLIARI NELLA SERIE A 2019/2020:

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. palmiro - 10 mesi fa

    Ah, beh allora…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fede Granata - 10 mesi fa

    Allora sarebbe ora che perde…Il Cagliari è da Champions? . Stiamo a vedere il nostro mister cosa ci propina e cosa faranno i giocatori. Alle volte una partita si decide anche per un episodio fortuito.speriamo questa volta tocchi a noi Ma la fame è importante e a questo punto della classifica bisogna essere Assatanati di appetito.. non solo fame.FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ToroToroToro - 10 mesi fa

      Botta di culo…e via….!!!!!!!!

      Solo questo ci può salvare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ToroToroToro - 10 mesi fa

    Maran conosce Mazzarri il fallito come le sue tasche: non prenderà alcuna iniziativa di gioco, lascerà sfogare, restando pronto a sfruttare la solidità della sua difesa e del suo centrocampo per ripartire e affondare nella nostra difesa come burro. Male che vada strapperà un pareggio ma, visto gioco e forma strepitosa dei sardi, a un certo punto della partita proverà a portare a casa il bottino pieno con ripartenze e velocità di esecuzione.

    E il fallito cadrà nella trappola come una pera matura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy