Buongiorno, dal Toro alla Nazionale: è sempre un perno della difesa

Focus on / Il classe 1999 quest’anno si sta togliendo diverse soddisfazione sia in maglia granata che in quella azzurra

di Marco De Rito, @marcoderito

Uno dei punti di forza della Primavera del Torino è senz’ombra di dubbio Alessandro Buongiorno. Insieme a Ferigra stanno formando una coppa difensiva formidabile, che si sta dimostrando un vero e proprio muro per gli attacchi avversari. In nove partite (tra campionato e Coppa Italia) la squadra di Coppitelli ha subito solamente otto gol ed il merito va anche ai due centrali che gara dopo gara stanno acquisendo sempre più sintonia. La coppia sembra ben integrata con Ferigra, che fa del dinamismo la sua forza mentre il nazionale italiano si sta rivelando essenziale in fase d’impostazione.

Buongiorno, Torino, Under 17, Giovanili

Focalizzandosi su Buongiorno, il classe 1999 è un perno per il Toro. Coppitelli non ha mai fatto a meno di lui, il difensore è un vero e proprio stakanovista ha sempre giocato tutti i match di questa stagione non venendo mai sostituito. Al secondo anno di Primavera, dopo un’annata passata da sottoleva, sta dimostrando la sua esperienza acquista in questa categoria. Le sue prestazioni vanno risaltate dato che, dopo la riforma dei campionati, si incontrano squadre più attrezzate e di alta caratura, rispetto agli anni scorsi. Il suo vero punto di forza sono i colpi di testa, molte volte è riuscito a sventare pericoli nell’area di rigore granata ed ha destato qualche problema alle difesa avversarie, anche se non è mai andato in rete.

LEGGI: Cairo: “Il valore di Belotti lo sapremo a fine anno. Col Milan voglio un Toro garibaldino”

Con la Nazionale Under 19 guidata da Nicolato, che ha già espresso elogi a suo favore, il granata riesce a confermarsi. Dopo aver collezionato sei presenze con l’Under 18, il commissario tecnico ha deciso di confermarlo anche nella Nazionale superiore, dimostrando di porre fiducia nelle qualità del difensore. Buongiorno ha effettuato il suo esordio in Under 19 lo scorso agosto ed ha già conquistato cinque gettoni, riuscendo a mettersi in mostra anche in palcoscenici internazionali. Il futuro di fronte a lui appare roseo, adesso deve cercare di non sciupare le opportunità che si è costruito.

LEGGI: Milan-Torino, i precedenti: 32 anni senza vittorie per i granata a San Siro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy