Campionato Primavera: Torino-Genoa 1-2

La dura legge del gol colpisce i ragazzi di Asta contro i campioni d’Italia del Genoa, bravi e fortunati a sfruttare le pochissime occasioni concesse dai padroni di casa. La beffa si concretizza nel finale, quando un Torino tutto riversato in avanti alla ricerca della vittoria, viene sorpreso in contropiede dai Grifoni, ridotti in 10 dal 12’ della ripresa.  Un Toro sciupone che, soprattutto nel primo tempo, colleziona palle in…

di Redazione Toro News

La dura legge del gol colpisce i ragazzi di Asta contro i campioni d’Italia del Genoa, bravi e fortunati a sfruttare le pochissime occasioni concesse dai padroni di casa. La beffa si concretizza nel finale, quando un Torino tutto riversato in avanti alla ricerca della vittoria, viene sorpreso in contropiede dai Grifoni, ridotti in 10 dal 12’ della ripresa.  Un Toro sciupone che, soprattutto nel primo tempo, colleziona palle in gol in serie senza finalizzarne nessuna.

Il primo a entrare sul taccuino della partita è Ippolito che, dopo nemmeno un giro d’orologio, spaventa l’estremo difensore rossoblù con un gran sinistro da fuori. Al 6’ la prima occasionissima per gli Asta boys con Perin, bravo a smanacciare la punizione velenosa di Miello. Tre minuti più tardi lo stesso numero 10 granata spreca malamente l’assist servitogli da Taraschi. C’è solo una squadra in campo, il Toro, che gioca un calcio gradevole e spesso di prima. Al 21’ Miello colpisce il montante alto della traversa, ma il gioco era stato fermato per un fallo di Comi su De Bode.

Come spesso accade, alla prima occasione il Genoa va in gol e lo fa con il suo uomo più rappresentativo, Gianmarco Zigoni,  arrivato dal Milan in comproprietà e con il quale ha esordito in serie A il 28 marzo scorso. E’ il minuto 34, Carlini sfonda sulla sinistra, calcia su Brusa che respinge corto; il più lesto di tutti è proprio Zigoni che con il tap in mette a segno l’ottavo gol in 11 partite. Ma Comi, che non ha niente da invidiare all’altro figlio d’arte, non ci sta e 4’ più tardi va vicino al pareggio con un gran colpo di testa in tuffo.

La ripresa si apre sulla stessa falsariga del primo, con il Toro sempre corto e compatto e il Genoa a operare in contropiede. All’ottavo, il Toro trova la parità grazie al suo uomo più in forma, Taraschi, bravo a rubare palla alla retroguardia di Juric, scambiare con Comi e concludere di sinistro sotto la traversa. Quattro minuti più tardi la partita sembra mettersi in discesa per gli uomini di Asta; De Bode, già ammonito, incorre nel secondo cartellino giallo e lascia anzitempo la partita. Paradossalmente, il Toro in 11 contro 10, fatica a rendersi pericoloso, contro un Genoa che ora si arrocca in difesa. Il tecnico granata le prova tutte, e inserisce Pinelli e Trinciani per Milani e Miello. E dopo l’ennesima palla gol sprecata dal Torino, al 49’ arriva la beffa, con Zigoni liberissimo di controllare e bucare Brusa in contropiede.

TORINO-GENOA    1-2
Marcatori: pt 34’ Zigoni, st 8’ Taraschi, st 49’ Zigoni
Ammoniti: pt 45’ De Bode e Bertoncini
Espulso: st 12’ De Bode 
Arbitro:  Minnelli di Varese

TORINO: Brusa, Franchino, Chiosa, Scaglia, Sperotto, Milani (st 31’ Trinciani), Ippolito, Panepinto (st 13’ Giunta), Miello (st 31’ Pinelli), Comi, Taraschi. All. Asta. 
GENOA:  Perin, Bertoncini, Bettati, De Bode, Carlini, Doninelli, Guarco (st 15’ Pani), Cane (st 4’ Mulinelli), Masahudu, Zigoni, Candia Canete. All. Corradi

Gli altri risultati del Girone A

Bologna-Juventus 0-1; Cesena-Parma 1-3; Livorno-Fiorentina 1-1; Novara-Empoli domani ore 14.30; Sampdoria-Modena 3-0; Sassuolo-Piacenza 4-0; Torina-Genoa 1-2

Classifica

Genoa 29, Juventus 28, Fiorentina 27*, Torino 23, Sassuolo 20, Empoli 19**, Sampdoria 17*, Bologna 15*, Livorno 14*, Parma 13*, Novara 13*, Piacenza 11*, Cesena 7, Modena 6*

*= una partita in meno
**= due partite in meno

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy