Toro Primavera, è la fiducia a rompere gli equilibri

Toro Primavera, è la fiducia a rompere gli equilibri

Coppa Italia Primavera Torino – Sampdoria 1-0, il commento a caldo post-partita / Granata consapevoli dei propri mezzi e combattenti fino all’ultimo secondo, ecco il perché  di questa vittoria

di Diego Fornero, @diegofornero

C’è un piccolo segreto in questo Toro Primavera: è un segreto semplice, ma raramente riscontrabile in altre formazione, prima di tutto nei “fratelli” grandi della Serie A, che, anzi, agiscono al contrario. Questo segreto è crederci fino alla fine, ed avere consapevolezza piena dei propri mezzi. Si obietterà che questa Primavera, prima in classifica in campionato ed ancora imbattuta in gare ufficiali in questa stagione, abbia tratto questa consapevolezza dai risultati… Questo è vero, ma soltanto in parte.

Questo Toro, che ha ereditato il carattere del proprio tecnico, Moreno Longo, è una squadra che, al di là dei valori tecnici, parte ogni volta con qualcosa in più in termini di fiducia nel proprio gioco. Longo ha dotato questi ragazzi dei giusti mezzi tattici, e questa tranquillità nel gioco si nota, eccome, lungo tutto l’arco dei 90 minuti, anzi.. spesso anche oltre, se si pensa a come è giunta la vittoria sabato scorso a Genoa (goal decisivo di Sparacello al 92′), oppure all’indimenticabile trionfo nel derby (anche lì… lo zampino di Sparacello al 93′).

Oggi si è visto un piccolo grande Torino, una squadra rivoluzionata rispetto a quella vista in campionato, che conservava i soli “titolari” Ientile, Aramu e Pardini, che ha offerto una prestazione convincente contro una Sampdoria fresca, giovane, e determinata. Certo, neppure i blucerchiati erano al 100% del proprio potenziale, farciti di classe ’96 e di ragazzi che raramente vedono il campo in campionato, ma la partita, equilibrata, è stata risolta all’ultimo da uno squillo di Morra, uomo simbolo di questo Torino che non ha “secondo linee”, quest’anno titolare in due sole occasioni ed in entrambe decisivo, in campionato contro il Sassuolo ed oggi in Coppa Italia.

Una vittoria, dunque, che significa tanto in termini di coesione e consapevolezza di gruppo: tutti, nessuno escluso, qui possono dare il proprio contributo, anche gli esordienti assoluti, a partire da quel Sordi tra i pali, all’esordio assoluto stagionale in gare ufficiale e decisivo per salvare il risultato. Bene così, insomma… Ora non resta, domani, che fare attenzione a Juventus – Varese e capire che incontreranno i granata ai quarti. Sarà di nuovo derby? Lo scopriremo a breve…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy