Domani l’atteso derby Primavera

Domani l’atteso derby Primavera

di Ivana Crocifisso – Il tanto atteso giorno è ormai vicinissimo. Domani mattina, alle 11.30, presso l’impianto della società dilettantistica Chisola, sito a Vinovo, la Primavera di Asta affronterà la Juventus nel ritorno del derby, quando alla fine del campionato mancano, ad eccezione di questa gara, solo due partite. 
La partita più importante, attesa ogni anno dai granata, sarà decisiva…

di Redazione Toro News

di Ivana Crocifisso – Il tanto atteso giorno è ormai vicinissimo. Domani mattina, alle 11.30, presso l’impianto della società dilettantistica Chisola, sito a Vinovo, la Primavera di Asta affronterà la Juventus nel ritorno del derby, quando alla fine del campionato mancano, ad eccezione di questa gara, solo due partite. 
La partita più importante, attesa ogni anno dai granata, sarà decisiva anche in parte per le sorti del campionato. Il Torino viene dalla bella e importante vittoria con l’Empoli di mercoledì, la Juve dalla vittoriosa trasferta di Siena. Si lotta per obiettivi diversi. I bianconeri hanno ormai le mani sul primo posto, a cui manca solo la matematica: sei i punti sulla Fiorentina, seconda, ma ancora una gara da recuperare – col Novara – oltre a quella con i cugini. E a tre partite dal termine sembra ormai cosa fatta. Torino terzo, ma assediato dalle inseguitrici, che non hanno permesso al Toro di essere tranquillo nemmeno dopo l’ultimo successo. A guastare i piani il Livorno, che andando a vincere a Firenze è rimasto ad un solo punto, e il Genoa, sempre a -3. Da non dimenticare Samp ed Empoli, a quattro punti, con una gara (con la Fiorentina, sempre domani ma alle 11) da recuperare. I posti play-off sono quattro, il quinto sarebbe un rischio (solo due quinte su tre vanno avanti) ed ecco che questa partita, pur non essendo affatto l’ultima spiaggia, assume un doppio valore.
Doppio, perché il derby è sempre il derby. Ma da quando la Primavera non se ne aggiudica uno? Da troppo tempo. Da sei anni e mezzo. Nelle ultime dodici partite, la Juventus si è imposta per 12 volte. Sono numeri che certamente devono fare riflettere, anche se in molte di queste gare i granata non hanno demeritato, al contrario, sono stati puniti oltre i loro demeriti.
Ultimo marcatore Gigliotti, in un Torino-Juventus terminato 1-0 in favore dei granata, nell’ottobre del 2005. Per risalire ad un successo del Toro in casa bianconera non si deve andare molto indietro rispetto al 2005-2006: la stagione precedente (era il 13 aprile del 2005) vide i granata imporsi sul campo dei cugini per 3-2. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy