Torino Primavera, domani il raduno: ma la squadra è ancora un cantiere aperto

Torino Primavera, domani il raduno: ma la squadra è ancora un cantiere aperto

Giovanili / Domani il tradizionale raduno al Grande Torino, quindi il ritiro a Cantalupa e Morgex

di Alberto Giulini, @albigiulini

Poche novità e diversi lavori in corso: è una Primavera tutta da definire quella che domani si radunerà per il via alla nuova stagione. Il tradizionale raduno al Grande Torino, cui seguirà la tradizionale sgambata in piazza d’Armi, aprirà l’era Sesia, poi la squadra proseguirà il ritiro a prima a Cantalupa (25-31 luglio) e poi a Morgex (1-14 agosto).

TROPPI FUORIQUOTA – Diversi, innanzitutto, i fuoriquota presenti domani al raduno. Sono stati infatti convocati Marcos Lopez, Potop, Munari, Onisa, Lucca, Gonella, Sportelli e Petrungaro. A questi otto bisogna aggiungere anche Adopo, che rientrerà solamente tra settembre ed ottobre dopo l’operazione al ginocchio. Nove giocatori, di cui solamente cinque saranno utilizzabili in partita, come stabilito dal nuovo regolamento. Una situazione di partenza che andrà dunque studiata, per favorire la creazione di una squadra competitiva senza ostacolare il percorso di crescita di alcuni ragazzi.

Torino Primavera, la nuova stagione parte il 24 luglio: prima Cantalupa, poi Morgex

ACQUISTI E 2001 – La nuova Primavera ripartirà dal gruppo di 2001 che l’anno scorso ha già iniziato a lavorare con Coppitelli: Michelotti, Ghazoini, Portanova, Buonavoglia, Moreo, Del Bianco e Cuoco. A questi andranno poi aggiunti anche il difensore Enrici e il mediano Garetto, che stanno lavorando con la prima squadra. Non mancheranno alcuni dei protagonisti della Berretti che ha vinto lo Scudetto come Leggero e Ricossa. Salvo sorprese, tuttavia, gli unici volti nuovi al raduno del Grande Torino saranno Freddi Greco e Bucri, giunti a parametro zero dalla Roma per liberare il direttore sportivo Petrachi. Arriveranno ancora altri rinforzi, ma al momento i due ragazzi arrivati dalla Roma rimangono gli unici acquisti di questa sessione estiva. Il responsabile del settore giovanile Fabbrini, con la supervisione del ds Bava, lavorerà per consegnare a Sesia un gruppo in grado di competere ai massimi livelli come la Primavera del Torino ha fatto sempre negli ultimi anni.

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Garnet Bull - 3 mesi fa

    Io terrei marcos, sportelli, onisa, petrungaro e lucca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. al_aksa_831 - 3 mesi fa

      Petrungaro è l’unico fuoriquota un po’ decente, ovviamente con Adopo. Gli altri non hanno nessuna potenzialità nemmeno da plusvalenza. Troppi giocatori ma troppo pochi buoni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Walter - 3 mesi fa

    Non ho buoni presentimenti per la Primavera 2020…i 2000 che andranno via erano veramente forti…e vero che qualcuno rimarra come fuori quota.. La nidiata dei 2001 non la vedo adeguata ..spero di sbagliarmi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy