Primavera, le pagelle di Inter-Torino 0-2: torello Rauti, Singo c’è. Millico: manca il gol

Primavera, le pagelle di Inter-Torino 0-2: torello Rauti, Singo c’è. Millico: manca il gol

I voti di TN / Ottima prova corale dei granata, che si aggiudicano il terzo confronto su tre contro i nerazzurri

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Termina Inter-Torino Primavera, ecco le pagelle. Bella vittoria dei granata, che vincendo a Sesto San Giovanni danno un segnale al campionato: nella fase finale bisognerà fare i conti con loro. Tutti i giocatori di Coppitelli danno un apporto positivo e lo stesso tecnico mette in atto una bella gestione della gara.

GEMELLO 6.5: non corre grandi rischi, sbriga bene l’ordinaria amministrazione. Nel primo tempo l’unica occasione che il Torino concede all’Inter è su palla inattiva. Una gran bella parata nella ripresa insieme ad altri interventi sicuri.

SINGO 7: prima volta da terzino destro: dimostra di potersi disimpegnare in questo ruolo perchè, oltre alla fisicità straripante, ha gamba e buon piede. Tiene bene la posizione.

FERIGRA 7: un po’ Colidio, un po’ Salcedo sentono gli effetti della sua bravura in fase difensiva. Attento nelle letture e bravo nell’uno contro uno: sta tornando al meglio, servirà il miglior Ferigra nella fase finale. Un gran bella chiusura su Vergani nel finale.

SPORTELLI 7: solido in marcatura e sulle palle alte. Riduce al minimo le sbavature e in area non concede nulla. Molto bene.

MICHELOTTI 7: occasione importante per lui, che con l’Atalanta era parso in difficoltà. Tiene la posizione e bada a non strafare. Gioca bloccato e ha come riferimento Millico davanti a lui per la costruzione del gioco. Ottimo secondo tempo in cui tiene a bada un pericolo come Salcedo riuscendo anche a giocare bene in fase di costruzione. In crescita. (81′ AMBROGIO ng)

ONISA 7: spostato da mezzala destra, ruolo per lui inedito, gioca l’ennesima partita di cuore e aggressività. Poi si gioca da mediano centrale e anche lì sbaglia nulla. Pedina che non delude mai, giocatore di affidabilità e solidità. Nel finale sfiora un gol che sarebbe stato meritato.

ISACCO 6.5: riproposto da titolare dopo diverse partite, dimostra di meritare spazio. Regista classico, bravo nel far circolare la palla e nell’individuare la soluzione giusta per il possesso. (60′ CUOCO 6.5: nella mezzora finale servono corsa e contenimento. Il classe 2001 si mette al servizio della squadra nel fare da schermo centrale al fraseggio nerazzurro. Giallo per simulazione, poi tante cose utili).

KONE 6.5: mezzala sinistra, fa quel che deve fare: gara di attenzione tattica e aggressività, specializzandosi nel ribaltamento dell’azione. Ringhia su tutti i palloni con una gara di grande dispendio fisico.

BELKHEIR 6.5: ex di lusso, viene rilanciato da Coppitelli per la gara nel suo vecchio stadio dopo un periodo di esclusioni. Ripaga la fiducia con il gol del vantaggio e con una prova nel complesso positiva. (57′ GILLI 6.5: da esterno alto spinge spesso e volentieri, propiziando l’azione del calcio di rigore).

RAUTI 7: propizia il gol del vantaggio e centra poi il raddoppio. Gara speciale anche per lui, che dall’Inter fu scartato in tenerissima età. Gioca con grande intelligenza e Rizzo, col suo gran fisico, fatica a contenerlo. Dà tutto fin quando con un coast-to-coast impegna Dekic. Poi esce stremato. (81′ PETRUNGARO ng)

MILLICO 6.5: Vincenzo sta tornando nella sua miglior forma. Ispirato e sempre nel vivo del gioco, la sua presenza sembra dare convinzione ai compagni. Strepitosa la sventagliata con cui trova Belkheir nell’azione del raddoppio granata. Peccato per il rigore sbagliato e per un’altra chance sciupata nel finale: non è ancora al top, tuttavia è sulla buona strada e gli manca solo il gol.

All. COPPITELLI 7: il suo Toro sfodera una delle prestazioni migliori della stagione. Buon segno, significa che la squadra sta arrivando al meglio nel momento decisivo del campionato. Sfodera di nuovo Belkheir e Isacco ottenendo buone risposte. La squadra difende bene contro una delle migliori squadre del campionato ed è letale in avanti. Nella ripresa, con cambi intelligenti, aiuta la squadra a gestire il ritorno dell’Inter. E alla fine arriva un risultato importante che dà fiducia in vista dei playoff in cui il Toro sarà da prendere con le molle per tutti.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 mesi fa

    In difesa Ferigra è ormai una garanzia e Singo, partita dopo partita, si adatta sempre più agli schemi di Coppitelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bertu62 - 2 mesi fa

    GRANDISSIMI RAGAZZI ♥♥♥ !!!! GRANDISSIMI……AVANTI COSI’!!!
    FV♥G!!! SEMPRE!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy