Primavera, le pagelle di Juventus-Torino 5-7 dcr: Zanellati eroe di giornata

I voti di TN/ Il portiere para il rigore a Montaperto nel primo tempo e si ripete nella lotteria finale. Benissimo Butic e Millico, subentrante

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Ecco le pagelle dei granata, appena usciti vittorio contro la Juventus nel derby di Coppa Italia Primavera valido per gli ottavi di finale, e dunque qualificatisi ai quarti. La sfida si è decisa ai calci di rigore (2-2 nei tempi supplementari) ma i ragazzi di Coppitelli avrebbero meritato la vittoria ben prima.

ZANELLATI 8: Pomeriggio da incorniciare. Esce male su Olivieri causando il rigore, ma si riscatta alla grande volando e parando il tentativo dal dischetto dello stesso numero 9 bianconero. Si supera a fine primo tempo sul tiro da posizione defilata del solito Olivieri. Nella lotteria dei rigori finale è l’eroe di giornata, parando il suo secondo rigore di giornata a Montaperto e mandando i granata ai quarti.

GILLI 6: al 4′ perde ingenuamente palla su Tripaldelli, il cui cross vale il vantaggio Juve. Per il resto, si propone con costanza sulla destra.

FERIGRA 6.5: non s’intende con Gilli sul pallone a campanile dal quale poi nasce il rigore (poi parato da Zanellati) per la Juve. E’ attento sui due attaccanti bianconeri e in disimpegno fa sempre la differenza con qualità, mantenendo alta la squadra.

BUONGIORNO 6.5: sempre a testa alta, dirige la difesa granata con tanta qualità e personalità. Temperamento da leader, sbaglia poco o niente.

LEGGI: Fotogallery – Primavera, Juventus-Torino 5-7 dcr: spettacolo granata a Vinovo

FIORDALISO 6.5: dal suo lato nasce il gol del pareggio di Montaperto, ma il merito della rete è sicuramente tutto del 10 bianconero. Spaventa Loria a fine primo tempo con un bel colpo di testa. Nella ripresa è attento e non sbaglia una chiusura, andando vicino al gol del potenziale vantaggio all’ultimo minuto. Rimane freddo nei rigori, segnando il secondo penalty nella lotteria finale.

OUKHADDA 6.5: solito grande lavoro in interdizione, recupera palloni importanti e si propone con generosità sulla destra, dove arriva al cross e all’inserimento con ottimo tempismo. Prestazione di cuore e muscoli.

D’ALENA 6.5: lavoro silenzioso in impostazione, ma i suoi movimenti contribuiscono ad alzare la linea del pressing granata, che inizia già nella trequarti avversaria. Nella ripresa si sposta mezz’ala per dare maggiore qualità alla manovra dopo l’uscita di De Angelis. Nella lotteria finale, non sbaglia il primo rigore.

LEGGI: Coppa Italia Primavera, Juventus-Torino 5-7 dcr: i rigori fanno giustizia!

DE ANGELIS 7: la sua bellissima percussione centrale e la conseguente imbucata per il gol di Butic è puro spettacolo. E’ tra i migliori nel primo tempo, quando punta salta quasi sempre il diretto marcatore. L’infortunio muscolare che lo costringe ad uscire anzitempo è una brutta tegola. (1′ st CELEGHIN 6.5: si piazza davanti alla difesa, e la sua è prova ordinata. Gioca semplice come gli chiede Coppitelli, e il suo contributo è importante in mediana. Va vicinissimo al gl del 3-2, ma Toure mura sulla linea la sua conclusione. Sostanza.)

KONE 6.5: dà il la all’azione del gol di Butic, ed è anche protagonista nel gol di Bianchi, battendo un corner teso e forte in area bianconera. Nella ripresa si muove freneticamente, dando più di un grattacapo alla difesa bianconera. Loria si supera più di una volta su di lui. Elettrico. (10′ pts RAUTI 6: cerca di farsi vedere tra le linee, trovando però pochi palloni utili. Segna il suo rigore nel finale.)

BUTIC 7.5: la prima palla che tocca diventa oro colato e vale il pareggio granata (col destro!). Lotta e ringhia su ogni pallone, e per poco la sua sponda a fine ripresa per Bianchi non si trasforma in uno splendido assist. Letale. (25′ st MILLICO 6.5: Coppitelli lo inserisce per dare vivacità all’attacco granata, e il suo primo tiro è un capolavoro che si stampa sulla traversa e rimbalza in campo. Si danna cercando il gol del vantaggio, ma non è fortunato. Tenace, non sbaglia nei rigori)

BIANCHI 7: dopo pochi secondi è protagonista del primo tentativo granata, ma il suo stacco – per quanto imperioso – non è efficace. Al 15′, però, l’ex Genoa dimostra tutto il suo senso del gol, mettendo il piede sul cross di Kone per l’1-2 Toro. Nella ripresa lavora sporco, giocando di sponda per Millico. Segna il rigore decisivo

All. COPPITELLI 7: cambia pochissimo rispetto alla gara contro l’Inter, mettendo dentro i titolarissimi – con Bianchi al posto di MIllico. Nella ripresa si gioca i cambi giusti, facendo entrare Millico nel momento in cui la Juve pareva più stanca. Fa tutto il possibile, e il campo lo premia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy