Primavera, le pagelle di Torino-Fiorentina 2-2: Kone arma Millico, che bravo Potop

Primavera, le pagelle di Torino-Fiorentina 2-2: Kone arma Millico, che bravo Potop

I voti / La doppietta dell’attaccante è decisiva: ma l’assist dell’ivoriano è una grande giocata

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Termina Torino-Fiorentina, gara valida per il primo turno dei playoff Primavera 1: è il momento delle pagelle dei protagonisti granata. Il 2-2 del “Ricci” manda i granata in semifinale.

GEMELLO 7: beffato da Vlahovic e poi dalla carambola sul tiro di Beloko. Nella ripresa evita il tracollo granata: grandissimo due volte nel dire di no all’attaccante serbo. Dà grande sicurezza alla squadra anche nell’ordinaria amministrazione: promosso a pieni voti.

SINGO 6: schierato da terzino sinistro come in casa dell’Inter, è il difensore che soffre di meno nel senso che le principali iniziative viola arrivano dall’altra parte, anche se poi il cross del pari di Vlahovic è dalla destra. Sulle palle aeree ha uno strapotere notevole, ma fatica a trovare i tempi per proporsi in avanti. Comunque tiene botta e limita i danni con buon senso tattico.

FERIGRA 6.5: la difesa granata va in difficoltà, d’altronde di fronte ci sono dei signori giocatori. La Fiorentina arriva al riposo sopra di un gol ma aveva creato altre occasioni. Lui comunque commette poche sbavature. Vlahovic è un signor giocatore e metterebbe in difficoltà molti. Erick però tiene botta e là dietro mantiene l’ordine anche quando il Toro si sbilancia in avanti.

SPORTELLI 6: bada al sodo, facendosi trovare sempre nella posizione giusta. Anche lui soffre il giusto, ma se la cava di mestiere. Lascia il campo dolorante. (70′ POTOP 7: grande ingresso in campo del canterano: nel momento più delicato non trema e si dimostra invalicabile. Infortunato per gran parte della stagione, ora è una risorsa in più).

MICHELOTTI 5.5: patisce a sinistra le iniziative di Ferrarini e Montiel. In piena area si perde Vlahovic che insacca il gol dell’1-1. Ha il merito però di ricomporsi: nella ripresa, nonostante qualche errorino di troppo, rimette in piedi la baracca e soffre di meno.

ONISA 6: arriva con le gomme un po’ a terra a questo appuntamento: non manca l’applicazione, come sempre, ma un po’ di lucidità sì. Però tiene botta e come sempre esce dal campo con la maglietta fradicia di sudore. Giocatore insostituibile per questa squadra.

ISACCO 6: rilanciato un po’ a sorpresa come perno della mediana granata: orchestra il giro palla ma ad un certo punto è la Fiorentina a fare la partita e lui dunque deve affannarsi a rincorrere gli avversari. Esce quando al Toro servono meno geometrie e più velocità (66’ DE ANGELIS 6,5: mette lo zampino nel gol del pareggio di Millico, gestisce con esperienza il pallone).

KONE 6.5: fa l’esterno puro del 4-4-2 e si spende moltissimo in fase di non possesso: forse anche per questo spreca un paio di buone occasioni per arrivare al cross. Pasticcione per gran parte della partita, ma l’assist per il 2-2 di Millico vale tanto: lo scavetto mette il compagno davanti alla porta.

BELKHEIR 5.5: si vede troppo poco: per un ’99 queste sono le partite che valgono una stagione, ma non riesce a rendersi pericoloso. Nonostante, comunque, ci provi: ora deve voltare pagina e puntare alla semifinale (66’ PETRUNGARO 6: aiuta a spingere, poi viene subito richiamato in panchina una volta trovato il pareggio. 83’ GILLI sv).

RAUTI 6: il bomber di Legnano fa fatica, ben controllato da Gillekens e Antzoulas. Spreca subito una ghiotta occasione. Nella ripresa si avventa sul gran pallone di Millico ma arriva un pelo in ritardo. Senza grandi occasioni per segnare nel secondo tempo, lotta fino all’ultimo secondo come sempre: magari i gol arriveranno più avanti.

MILLICO 7.5: torna il gol “alla Millico”: destro splendido sul secondo palo e 27° gol stagionale. Ci prova anche su punizione, ma Ghidotti è attento. Si ripete con controllo di petto e tiro al volo sul grande assist di Kone. Decisivo, è l’uomo dei sogni granata.

All. COPPITELLI 7: il Toro parte bene, poi però dopo il gol di Millico arretra troppo il baricentro: nei ragazzi subentra la tranquillità per il fatto di poter passare con un pareggio e puntualmente la Fiorentina ribalta il match. Ma nella ripresa il Toro ha il merito di acciuffare il gol del pari. E la semifinale è meritata.

 

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Jalo - 2 mesi fa

    Io avrei dato più del 6 a Singo, che ieri mi è proprio piaciuto. Deciso e sicuro in difesa, ha anche supportato spesso la fase offensiva.
    Ha pure rischiato di segnare in rovesciata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio sala 68 - 2 mesi fa

    Millico imprescindibile in questa squadra, però un bravo a tutti, visto il livello della Fiorentina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

    A Davidegranata@ per ciò che ha scritto durante la partita darei in bel 2 di stima!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Madama_granata - 2 mesi fa

    Stesso discorso che vale x Belotti: e diamoglielo questo 8 a Millico!
    Se siamo nella “final four” è per il 60% merito suo, 20% di Gemello e 20% di tutti gli altri!
    Credo che meriti una menzione particolare Potop: veramente bravo!
    Belkheir il più deludente, e non è la prima volta!
    Molto meglio Petrungaro, che è uscito x lasciar spazio ad un difensore o perché infortunato?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SSFT - 2 mesi fa

      È uscito perche koffie lo stava facendo impazzire sulla destra. Credo che questo dovrebbe un po’ riabilitare la prestazione di belkheir che lo ha tenuto meglio, facendo l’esterno nel 442 che non è il suo ruolo.

      La mia menzione speciale è per kone, ha fatto una partita da maratoneta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata78 - 2 mesi fa

      Cara Madama trovo il suo commento al quanto sconveniente visto che il calcio è un gioco di squadra e si vince e si perde tutti insieme. Nel lavoro corale c’è chi fa meglio e chi meno, ma è il gruppo che ottiene risultati non il singolo. Messi giocasse da solo non vincerebbe nulla e da solo farebbe il giocoliere con il pallone in qualche piazza. Millico è indubbiamente un ottimo prospetto che ha fatto benissimo in Primavera, che ricordiamocelo sempre non il calcio professionistico, e ha dato alla squadra quel qualcosa in più, ma è semplicemente uno degli 11 elementi che lottano, sudano e corrono in campo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 2 mesi fa

        Bene, prendo atto.
        Allora “sconveniente” quanto e molto più del mio modesto commento (che esprime semplicemente e rispettosamente il punto di vista di una tifosa) sono le PAGELLE che SINGOLARMENTE, GIOCATORE X GIOCATORE, vengono redatte su questo e su tutti i giornali in cui si parla di calcio, o di tutti gli altri sport di squadra.
        Ho espresso il mio parere in PERCENTUALI.
        Se per lei è meno “sconveniente”, mi esprimerò in VOTI:
        9 a Millico
        7 a Gemello
        6 a tutti gli altri
        elementi della
        squadra.

        Io rispetto tutte le idee, quindi anche la sua, ma “sconveniente” credo che sia il commento di chi insulta e dice volgarità gratuite sul Presidente, su Mazzarri, sui singoli giocatori, sui co-tifosi.
        Di “sconveniente” non c’è nulla per chi si esprime con RISPETTO ED EDUCAZIONE.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata78 - 2 mesi fa

          Io non metto il suo commento al livello di quelli che insultano, gli insulti di chi purtroppo conosciamo bene e di chi anche ieri ha scritto negli articoli dedicati alla Primavera non meritano la mia attenzione per cui non li commento, conosco i nick e li evito. Detto questo nel quadro di un gioco di squadra dire che il merito di una vittoria è di un singolo è a parer mio sbagliato (e mi pare che nessun allenatore al mondo lo faccia). Dare i voti alle prestazioni e dare anche 9 o 10 va benissimo perchè in una partita un giocatore può essere determinante, un altro discorso è dire che il merito è per la maggior parte di uno solo, è sbagliato in un gioco di squadra come il calcio. Esempio pratico: Millico avrebbe segnato il secondo goal senza l’assist splendido di Kone? Semplicemente no. E Kone avrebbe fatto quell’assist se non fosse stato messo in condizione di giocare quella palla dal movimento dei suoi compagni? Semplicemente no. Il punto è solo questo. Il merito è della squadra, poi all’interno della squadra benissimo dare i voti alle prestazioni, ma si vince e si perde di squadra. Tutto qui. I commenti degli insultatori seriali fanno parte della melma che purtroppo infesta tutto internet e li lasci stare, il tempo è prezioso…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. IlDadoDelToro - 2 mesi fa

          Cara Madama, è stata fantastica nella risposta.
          Questi moralismi e queste levate di scudi tipo il post di Granata_78 non si vedono quando alcuni beceri e volgari commentatori insultano e attaccano chiunque pur di dare libero sfogo a frustrazioni e risentimenti spesso immotivati.
          Lei ha semplicemente esaltato i meriti di qualcuno, niente di male e nemmeno sconveniente, sono di nuovo dalla sua parte.
          Per chi ha le palle di contestare, è meglio che orienti il proprio impegno identificando chi rema contro il Toro e tenta solo solo di deprimerlo e denigrarlo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 2 mesi fa

            Grazie!
            Talvolta temo di non essere più in grado di esprimetmi in lingua italiana, e quindi di farmi capire!

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy