Primavera, le pagelle di Torino-Lazio 2-3: Guerini gol. Pirola per poco non prende il rigore

I voti di TN / La difesa cresce con il passare dei minuti, mentre il centrocampo soffre

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
Torino Primavera

Il Toro perde all’esordio in Primavera. Decisivi i due rigori a favore della Lazio (entrambi sembrano esserci). Tra i granata molto bene la trequarti, mentre in mezzo al campo serve più verve e coraggio. Tesio e Larotonda devono prendere più in mano il gioco, ma era difficile contro la Lazio causa anche la superiorità numerica al centro dei biancocelesti.

PIROLA 6: Legge bene la palla in uscita, nonostante a volte sia un po’ in ritardo e faccia correre più di qualche brivido lungo la schiena di tutti i granata. Per poco non para il rigore di Moro che porta alla vittoria biancoceleste.

MIRABELLI 6: Qualche difficoltà nel far ripartire l’azione, bene nella lettura delle situazioni. Patisce molto Raul Moro, che spesso lo salta. Prende fiducia nella ripresa e col passare dei minuti diventa praticamente insuperabile.

PORTANOVA 6: Bene nell’amministrazione della difesa. Al 28′ salta ingenuamente con il braccio troppo alto e causa il rigore. Al 12′ della ripresa in scivolata annulla Nimmermeer a tu per tu con Pirola.

CELESIA 6: L’anno scorso era stato uno dei migliori, questa stagione inizia subito con il gol. Nonostante i pochi allenamenti in Primavera, sembra che conosca abbastanza bene gli schemi di Cottafava, nonostante il tecnico a volte lo telecomandi.

SINIEGA 6: Difensore centrale adattato a esterno tutto fascia e fascia da capitano al braccio.

LAROTONDA 5.5: Con Tesio chiuso è lui ad abbassarsi per far partire l’azione. Serve comunque di più in fase di non possesso (44’st FIMOGNARI SV)

TESIO 5.5: Molto timido nel giro palla nella primo tempo. A inizio ripresa salva sulla linea il potenziale 1-4. Cresce con la squadra, ma serve di più.

PROCOPIO 6: L’ultima volta in Primavera aveva Longo come allenatore. Torna per aiutare la squadra, in assenza di esterni sinistri. Si vede che ha esperienza. Riesce a imbucare bene per Cancello due volte nel primo tempo, ma la punta non ci crede abbastanza. (44’st ACETO SV)

FAVALE 6: Spesso raddoppiato, non riesce quasi mai a sfondare nel primo tempo, tranne quando la traversa gli dice no. Poco prima di essere sostituito sfiora il gran gol, ma Furlanetto gli dice no. (13’st GUERINI 6.5: Il suo ritorno in granata è dolcissimo. Dopo 21 minuti mette una palla al bacio sotto l’incrocio. La rete vale il provvisorio pareggio).

FREDDI GRECO 6: Bello il cross teso che porta al gol di Celesia. Alcuni buoni movimenti senza palla. Scambia bene con Procopio. (30’st LOVAGLIO 6: Dà la scossa in avanti grazie alla sua freschezza.).

CANCELLO 5.5: Deve ancora entrare negli schemi e si vede. Sul finire di primo tempo difende bene la palla e innesca Freddi Greco. Bravo spalle alla porta quando deve fare a sportellate o spizzare di testa. (13’st VIANNI 6: Passano i minuti ed entra sempre più nel vivo del gioco. Quando punta la porta o difende la palla crea sempre difficoltà alla retroguardia biancoceleste).

ALL. COTTAFAVA 6: Partire con una sconfitta non è mai incoraggiante, ma la sua squadra ha lasciato segnali positivi. Il gioco deve sicuramente migliorare, perché a volte i suoi ragazzi sembrano avere poco coraggio. Le idee si intravedono. Con i cambi riesce a segnare una svolta e arriva il 2-2. Poi nel finale la beffa. C’è da resettare subito tutto, perché giovedì c’è la Coppa Italia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy