Primavera, parla Sesia: “Dobbiamo valorizzare l’individuo partendo dall’idea di collettivo”

Primavera, parla Sesia: “Dobbiamo valorizzare l’individuo partendo dall’idea di collettivo”

Le parole / Il tecnico ha parlato al termine dell’amichevole vinta 2-0 contro il Chisola

di Roberto Ugliono

Al termine dell’amichevole vinta per 2-0 contro il Chisola, ha parlato il tecnico della Primavera granata Marco Sesia: “Il lavoro sulla fase difensiva è migliorabile. Abbiamo recuperato Ghazoini che ha forza e gamba, è un giocatore in più tra i difensori. La squadra ha compattezza ma deve migliorare nella qualità delle giocate e dev’essere più determinata davanti. Abbiamo fatto un buon lavoro dal punto di vista tattico e siamo già a buon punto. Dobbiamo migliorare nella lettura della profondità, in qualche movimento difensivo e soprattutto quando abbiamo la palla”.

Il tecnico ha quindi parlato del lavoro da fare: “Partiamo da una dimensione diversa rispetto all’anno scorso, quando giocatori molto forti uscivano da un ciclo. Dobbiamo costruirceli ma all’inizio dobbiamo dare una dimensione fatta di corsa, di lavoro, di compattezza e di unione importante. Dobbiamo valorizzare bene l’individuo partendo comunque da un’idea di collettivo. Abbiamo visto situazioni dove il collettivo ha rimediato ad errori individuali; questo non è sufficienti per fare campionati importanti ma è un buon punto di partenza. Adesso ci prendiamo il collettivo cercando di migliorare il migliorabile e lavorando su questi principi che arrivano dai più grandi. Io studio quotidianamente movimenti e situazioni della nostra prima squadra per cercare di trasmetterli a questi ragazzi.

Primavera, Chisola-Torino 0-2: i granata ancora imperforati in amichevole

Qualche parola anche per un singolo e una fase offensiva ancora da migliorare: “Sandri? È la mia sorpresa positiva di questo ritiro: avevo lasciato un giocatore dagli allievi di un certo tipo ed ho ritrovato un giocatore di spessore. Ha unito la forza a personalità, sacrificio, voglia di imparare ed entusiasmo. Non deve mollare di un centimetro ma andare avanti così e potrà diventare un ottimo prospetto per il futuro del Toro. Dobbiamo migliorare le giocate individuali e la determinazioni sotto porta, ma questo arriverà con il lavoro”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy