Primavera, tutti a casa: stagione sospesa. E Lewis: “Il mio cuore è con l’Italia”

News / La società ha scelto di porre fine agli allenamenti della squadra di Sesia e i giocatori sono liberi di tornare a casa

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
Torino Primavera

Dopo lo stop ufficiale al campionato arrivato dalla Lega Serie A, che ha rinviato a data da destinarsi il campionato, ora la società Torino ferma definitivamente la Primavera. La squadra di Sesia per precauzione non si allenerà più finché la situazione non cambierà, la data della ripresa è dunque ancora da fissare. Non c’è alcuna esigenza d’altronde, visto che non si sa se e quando il campionato riprenderà (per ora è stata sospesa l’intera stagione). Per questo motivo e per salvaguardare la salute di tutti, dai giocatori allo staff, la società ha deciso per il rompete le righe. Inoltre il Torino ha permesso ai giocatori non torinesi di tornare a casa, ovviamente laddove le norme del Decreto lo consentano. Una decisione presa da tempo anche per le altre giovanili, che sono ferme ormai da tre settimane e il cui destino era più certo da almeno sette giorni quando la FIGC aveva sospeso tutte le attività giovanili.

Coronavirus, AIC alla FIGC: “Fermare anche gli allenamenti”

 

Tra chi ha potuto ritornare a casa c’è Luca Robert Lewis. Il portiere della Primavera originario di New York, ha già preso l’aereo per ritrovare la famiglia nella Grande Mela. Su Instagram l’estremo difensore americano ha pubblicato una story che lo ritrae nel suo viaggio di ritorno verso New York e ha salutato l’Italia, dedicandole un piccolo ma sentito messaggio: “My heart with Italy”, tradotto: “Il mio cuore è con l’Italia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy