Sassuolo-Torino 0-1, Coppitelli: “Vittoria e consapevolezza: tutto riaperto”

Sassuolo-Torino 0-1, Coppitelli: “Vittoria e consapevolezza: tutto riaperto”

Primavera / Le parole del tecnico al termine dell’incontro: “Successo pesante su un campo difficile. Volevo dare un segnale alla squadra…”

di Redazione Toro News

Torna a vincere il Torino Primavera, e lo fa conquistando un successo pesantissimo su un campo ostico come quello del Sassuolo. Al termine dell’incontro (terminato 0-1 per i granata, qui la nostra direttaqui il nostro commento) ha parlato Federico Coppitelli, tecnico granata.

Si tratta indubbiamente di un successo pesante:

“Sì, sono contento soprattutto per i ragazzi, era un periodo in cui avevamo raccolto meno di quello che meritavamo e spesso le partite quando erano 50 e 50 alla fine si concludevano sempre in favore degli avversari, con controversie. Era importante fare un risultato buono qua, sul campo di una squadra che ha fatto anche 4 gol alla Juve, è andata molto bene”

Oltre al risultato, è soddisfatto anche della prestazione?

“I primi 20 minuti sono stati secondo me figli del periodo che abbiamo vissuto, siamo scesi in campo un po’ contratti ma nel complesso abbiamo giocato una partita da squadra matura crescendo sempre più, ed abbiamo concesso poco ad una squadra che ha secondo me dei valori importantissimi.  A differenza delle altre volte abbiamo dato l’idea di essere sempre pericolosi e sono molto contento per tutto”

Una partita affrontata con un modulo differente, un 4-2-4 con bomber De Luca fuori:

“Era un segnale da dare alla squadra perchè tendiamo certe volte a mancare da personalità, era fondamentale perchè perdere oggi significava dire sicuramente addio al secondo posto e dover lottare duramente per arrivare ai playoff, mentre vincere avrebbe cambiato tanto sia a livello di calendario che a livello di morale; ora siamo lì e si riapre anche il discorso per il secondo posto. In questo girone di ritorno abbiamo già incontrato Juve Sassuolo e Chievo, abbiamo una trasferta difficile a Empoli ma secondo me usciamo da questo ciclo nel complesso bene”

“Comunque, con la Juve abbiamo creato poco ed è mancato un po’ di carattere e allora per dare un segnale allo spogliatoio ho deciso di andare a Sassuolo con quattro giocatori offensivi, perchè possiamo farlo. Ecco perchè il cambio di modulo. Era quello il segnale che volevo dare, insieme a quello di produrre bel calcio e secondo me oggi l’abbiamo fatto. Tobaldo era alla prima partita dopo un infortunio lungo e sono molto contento per lui e per la sua prestazione, Piscopo non ha ancora una partita intera nelle gambe. Comunque qualcosa dovevamo cambiare perchè abbiamo giocato pochi giorni fa e De Luca era stanco, questa volta è toccato a lui riposare”

Si tratta di un risultato importante anche in vista del Viareggio, considerando la qualità delle formazioni che vi parteciperanno:

“Noi dobbiamo trovare un equilibrio anche per avere consapevolezza nei nostri mezzi: se non abbiamo la sfrontatezza e la voglia non arriveremo da nessuna parte. Dobbiamo sempre giocare bene e sempre avere carattere, con l’obiettivo di migliorarsi. Al Viareggio ci sono squadre forti e dovremo affrontarle a viso aperto ed avendo consapevolezza, così potremo giocarcela con chiunque come abbiamo fatto oggi”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy