Torino Primavera, a Roma sfida a un’altra big: serve continuità di risultati

Primavera / Dopo Inter e Milan ecco un’altra partita contro una grande del campionato

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
Kryeziu, Tesio e Freddi Greco Torino-Milan 2-0 campionato Primavera 1

Nel 2021 la Primavera del Torino è partita indubbiamente bene. Prima il pari in rimonta contro l’Inter e poi la vittoria contro il Milan sul campo di Volpiano. Domani i ragazzi di Cottafava sfideranno al Tre Fontane la Roma di Alberto De Rossi, capolista del girone che ha sempre vinto eccetto l’ultima gara contro la Spal. Insomma per il Torino si tratta di una sfida utile per capire quali siano le reali potenzialità di questa squadra.

CARATTERISTICHE – Contro Inter e Milan si sono viste due partite simili, ovvero dai due volti. Per un tempo (nel primo contro i nerazzurri e nel secondo contro i rossoneri) i granata hanno saputo giocare bene palla a terra, mentre nell’altro hanno saputo soffrire senza correre particolari patemi. C’è da capire in quale direzione voglia andare la squadra. Cottafava giustamente ha sottolineato – parlando dei tempi giocati in modo difensivo – che dall’altra parte c’erano squadre di qualità e che è perdonabile patire e non riuscire a creare. Verissimo e sacrosanto. Il problema è che poi la sua squadra ha anche dimostrato che – se vuole – può mettere sotto gli avversari. Sicuramente per farlo servirà il miglior Horvarth. Il fantasista ungherese arrivato dalla Spal fin qui ha giocato solamente 15 minuti ad alto livello (gli ultimi della partita contro il Milan) e quando riuscirà a dare continuità a quel tipo di prestazione, diventerà un giocatore di livello (e non solo per il campionato Primavera).

L’AVVERSARIO – Contro la Roma i granata sicuramente dovranno soffrire. Fin qui l’hanno saputo fare contro alcuni singoli di categoria superiore come Oristanio dell’Inter e Roback del Milan. La Roma di qualità ne ha ancora di più. Nel 4-2-3-1 di De Rossi c’è una batteria di trequartisti che possono fare male in qualsiasi momento: le ali Providence e Podgoreanu e il trequartista Zalewski. Tutti e 3 da tempo aggregati alla prima squadra. Fonseca apprezza molto loro 3, come apprezza anche Tommaso Milanese. Il centrocampista giallorosso ha già esordito in Europa League: 3 presenze, 1 gol e 1 assist. Questi ragazzi saranno le particolari minacce. Se Freddi Greco (ex della partita) e compagni sapranno soffrire e sfruttare le ripartenze che i giallorossi concederanno, allora potrebbe arrivare un altro risultato positivo. La curiosità è proprio questa. Fin dove si può spingere questa squadra? Dopo la partita di Roma qualche risposta potrebbe anche arrivare.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Quello che il Toro è il Fila, i Balon boys, il Grande Turin e Meroni - 1 mese fa

    Perché la Primavera non gioca più al Fila ma a Volpiano? Tornerà al Fila? Quando?comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy