Torino Primavera, Adopo verso l’operazione: finale di stagione a rischio

Torino Primavera, Adopo verso l’operazione: finale di stagione a rischio

Focus on / Il centrocampista deve risolvere dei problemi alla cartilagine del ginocchio destro: in caso di operazione la sua stagione potrebbe terminare anzitempo

di Redazione Toro News

Rischia di dover chiudere anzitempo la stagione Michel Adopo. Il centrocampista granata dovrà probabilmente essere operato ad un ginocchio ed il rischio, in tal senso, è quello di perderlo per tutte le rimanenti partite. In attese di saperne di più, il giocatore non sarà a disposizione di Coppitelli, che già questo pomeriggio contro la Sampdoria non potrà contare su di lui.

IL GINOCCHIO – I problemi da risolvere sono relativi alla cartilagine del ginocchio destro. Non si tratta di un infortunio riportato recentemente, ma di strascichi di uno precedente che il centrocampista francese aveva riportato all’età di quattordici anni. Il giocatore in questo momento è seguito dai consulenti ortopedici della società, che dovranno stabilire se sia necessario intervenire chirurgicamente per risolvere il problema o quale sia la strada migliore da intraprendere.

RISCHIO STOP – Qualora i medici indicassero l’operazione, per Adopo sarebbe necessario un intervento in artroscopia. Ed il rischio, come detto precedentemente, sarebbe quello di perderlo per tutto il finale di stagione. Tra finale di Coppa Italia e volata scudetto, il centrocampista salterebbe un momento fondamentale della stagione, con diversi traguardi da raggiungere. Si tratterebbe di una grave perdita per Coppitelli, che dovrebbe fare a meno della sua mezzala titolare. Ed anche il giocatore, che giusto un anno fa aveva firmato un quinquennale con il Toro, si troverebbe a dover superare un importante ostacolo.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 5 mesi fa

    Che dire? La solita fortuna!
    Da profana mi domando: offrire un contratto quinquennale ad un giocatore che, dall’età di 14 anni,si trascina problemi fisici è stata una scelta oculata?
    Auguri comunque al ragazzo e alla Società!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 5 mesi fa

      Intanto bisogna capire quale cartilagine è colpita ed il livello di artrosi. Ci sono persone che muoiono in vecchiaia con un menisco o due rotti senza saperlo. Altri invece quando lo rompono restano letteralmente bloccati, dipende. Se la lesione è dovuta a trauma, il più delle volte è meniscale e , considerata la giovane età, magari,si è preferito aspettare la crescita visto il dolore ridotto o assente. Se invece sono interessate altre cartilagini, ma io dubito, ci sono tecniche di ricostruzione, prelevando cellule da cartilagine nasale, che danno ottimi risultati ma richiedono tempo. Io sono ragionevolmente fiducioso. Sappia comunque che dal punto di vista finanziario, gli investimenti sono coperti da assicurazioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy