Torino Primavera: un derby nel segno del turnover, ma la voglia di far bene è intatta

Torino Primavera: un derby nel segno del turnover, ma la voglia di far bene è intatta

2° Memorial “Mamma Cairo” / Contro la Juventus di Fabio Grosso, i granata di Longo in campo con una formazione rimaneggiata. Cronaca in diretta su TN dalle 18.30

di Redazione Toro News

Il derby è sempre il derby, una partita diversa dalle altre, che assume un valore speciale se giocata in ogni categoria, dalla Scuola Calcio, alla Serie A. Quella tra Torino e Juventus sarà sempre una sfida dal significato particolare, e lo è anche, se non soprattutto, nel settore giovanile, dove i valori tecnici e i fattori “ambientali” sono maggiormente livellati, e spesso a spuntarla non è “Golia”, ma piuttosto “Davide”.

Ne sa qualcosa Moreno Longo, che nella passata stagione si è portato a casa due derby su due in campionato, superando 3-2 la Juventus all’andata in casa granata, e bissando il successo con una vittoria di misura, 1-0, a Vinovo, nel girone di ritorno. Oggi, è tutta un’altra storia: Torino e Juventus si ritrovano avversarie a Quattordio nella “finalina” per il 3°/4° posto al Memorial “Mamma Cairo”, una partita che, tecnicamente, potrebbe essere considerata poco più che un’amichevole, ma che sarebbe grossolano liquidare come una sfida agostana delle tante.

Il Torino si presenta a questo incontro con una formazione totalmente rimaneggiata: non è da escludere, addirittura, un cambio integrale degli 11 visti in campo ieri contro il Milan. Del resto, sarebbe insensato far disputare a questi ragazzi 180 minuti consecutivi ad una settimana dall’avvio del campionato, dunque, per Moreno Longo, spazio al turnover, in una squadra che, ad essere onesti, ad oggi non ha ancora “titolari”, né “riserve”, ma è un cantiere aperto.

Se cambia la formazione, non cambia la fame, né la voglia di far bene: il derby è il derby, e il Torino lo sa bene. Alle 18.30 a Quattordio, nella sfida che vi racconteremo in diretta su queste colonne, i ragazzi di Moreno Longo scenderanno in campo con un solo, semplice obbiettivo, quello di fare bene, fare divertire i tifosi, ma soprattutto… Tentare lo sgambetto ai “cugini”, anche stavolta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy