Toro Primavera, un esordio fin troppo comodo, ma la qualità c’è già

Toro Primavera, un esordio fin troppo comodo, ma la qualità c’è già

Primavera, Torino – Carpi 4-0 / Il Toro dovrà essere visto contro avversari di miglior livello, ma le sensazioni sono buone

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Esordio davvero comodo per la Primavera del Torino, che rifila quattro reti a un Carpi parso, per la verità, al momento piuttosto inadeguato per la categoria. I granata di Longo non hanno avuto di dannarsi per segnare quattro reti che avrebbero potuto facilmente essere di più, visti i legni colpiti da Morra e Graziano. La squadra di Longo, comunque, dà già ottimi segnali: la formazione di Longo ha gestito al meglio la partita sotto tutti i punti di vista, specie dopo aver trovato il vantaggio con Monni, dopo una prima mezzora in cui il Carpi ha provato ad occupare gli spazi per come poteva.

In ogni caso, dicevamo, buoni segnali da parte di questa nuova Primavera. Longo è già riuscito ad imprimere alla squadra una sua identità, idee chiare e una certa personalità: il nuovo 4-2-4 sembra offrire delle buone garanzie. Per quanto riguarda i singoli, su tutti spiccano Morra ed Edera, i prodotti del vivaio Toro che saranno coloro che dovranno conferire la qualità che serve a questa squadra nuova di zecca.

Nessun volo pindarico, insomma, la squadra dovrà essere vista contro avversari di più alto livello: se però è vero che chi ben comincia è a metà dell’opera, si può essere ottimisti: certo, sarà difficile ripetere la stagione da record dello scorso anno, ma possiamo esserne certi, mister Longo anche quest’anno saprà costruire una Primavera competitiva.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy