interviste

D’Ambrosio (Colpo di Tacco): “Non capisco cosa succeda al Toro. Il Lecce se la gioca”

Interviste / Il collega della squadra avversaria: "La partita di Torino è quella che ha dato la svolta dopo le sconfitte contro Inter e Verona"

Gualtiero Lasala

"Il Torino sfiderà oggi il Lecce al Via del Mare e, come di consueto, abbiamo contattato un collega al seguito della squadra avversaria - Luigi D'Ambrosio di Colpoditaccoweb - per capire la situazione a Lecce e anche per sapere come viene visto il Torino da fuori.

"Luigi, come arriva il Lecce a questa partita? La vittoria manca dal 30 novembre scorso.

""Arriva malconcio, in una situazione complicata a livello morale nonostante la classifica. Le prestazioni non sono state convincenti, hanno creato un po’ di malumore".

"Il ricordo della partita di andata è ancora vivo? Pensa che il Lecce possa ripetersi?

""Sicuramente la partita di Torino è quella che ha dato la svolta dopo le sconfitte contro Inter e Verona. Sembrava che il Lecce potesse fare solo la comparsa in Serie A. Ma Torino è stata una prova di forza della squadra, che ha fatto credere all’intero ambiente che ci sono le possibilità per giocarsi la salvezza. L’auspicio di Liverani è quello che possa capitare la stessa cosa dell’andata."

"Ma quante chance di salvarsi ha questa squadra? Al momento il Lecce è quartultimo con un punto di vantaggio sulle ultime tre.

""Attualmente sono pessimista. Escludendo le ultime mosse di mercato fatte con palese ritardo, il Lecce è la squadra che si è mossa meno in zona salvezza. Brescia, Genoa e Spal hanno fatto di più. Tenendo conto anche del rendimento in casa, sicuramente il Lecce meriterebbe di stare nelle ultime tre posizioni. Ci sono però ancora le possibilità per fare un grande girone di ritorno."

"Il Torino invece sembra in calo, crede che riuscirà a rialzarsi anche dopo le batoste contro Atalanta e Milan?

""Sinceramente stento a capire cosa stia succedendo in casa Toro. Lo dicono in tanti. Dopo il ko col Wolverhampton ho percepito come se l’ambiente si aspettasse questa eliminazione. C’era un senso di inferiorità che si sentiva anche da fuori. Da quel momento in poi il Torino ci ha messo un po’ a carburare, dalla sconfitta contro il Lecce ha avuto un problema con la costanza di rendimento. Mazzarri forse non ha capito come sfruttare bene Verdi. Però la struttura della squadra rimane di grande spessore. Con qualche vittoria di fila, il Toro può ritrovare la continuità. I tifosi oggi hanno il diritto di contestare, ma in alcuni momenti anche il loro comportamento è parso esagerato, da fuori".

"Chi teme maggiormente nel Toro per la partita di domenica?

""Sicuramente tutti direbbero Belotti, ma lui va servito nel modo giusto, quindi farei molta attenzione ad Ola Aina, De Silvestri e Verdi. Loro sono quelli che hanno il compito di mandare in rete il Gallo, anche se a mio avviso gioca troppo lontano dalla porta".

"Un pronostico?

""Ovviamente da queste parti tutti auspicano che ci siano tutte le componenti affinchè il Lecce possa trovare la prima vittoria in casa. Credo che il Torino sia favorito, ma il Lecce se la giocherà alla pari. Detto questo, se il Torino verrà qui e tirerà fuori tutta la qualità di cui dispone sarà veramente difficile."

Potresti esserti perso