Loria: “Da questi momenti si esce tutti insieme, inutile cercare un capro espiatorio”

Loria: “Da questi momenti si esce tutti insieme, inutile cercare un capro espiatorio”

Esclusiva TN / Le parole dell’ex difensore di Torino e Roma: “Non è colpa della difesa. Lo scorso anno tutti difendevano insieme”

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

La partita tra il Torino e la Roma è sempre più vicina. Le due squadre si affronteranno domenica sera alle ore 20.45 e per avvicinarci a questo match abbiamo deciso di contattare Simone Loria, ex giocatore di entrambe le squadre, che ci ha dato la sua opinione sul momento della squadra granata e ci ha detto come secondo lui il Torino può uscire da questo periodo di crisi. Ecco le sue parole.

Buonasera signor Loria. Domenica ci sarà la partita tra Torino e Roma, due sue ex squadre: arrivano in modi diversi, come andrà secondo lei?

“Non sono bravo a fare pronostici, ma prima della sosta la Roma era in condizioni positive con delle ottime partite disputate alle spalle, mentre per il Toro è stato tutto l’opposto. Alcune volte la sosta ti ricarica, ma bisogna vedere come hanno lavorato le due squadre. Sarà una partita molto difficile per il Toro.

Torino in crisi, soprattutto nelle ultime gare dopo la sconfitta contro la Spal: si può risollevare il Toro? E dove può arrivare?

Secondo me oggi non si può pensare a dove può arrivare, ma pensare a fare in modo di non cadere in passi falsi come Verona e Spal, quindi giocarsi partita per partita, perché spesso ti crei delle aspettative che poi non vengono raggiunte. Pensare con tranquillità ad ogni match e poi tirare le somme a fine stagione. Questa è l’unica soluzione.

Roma-Torino: sfida tra le due squadre che hanno segnato di più nei primi 15′ di partita

Mazzarri è contestato molto dalla piazza: secondo lei è lui il responsabile del momento di crisi attraversato dal Torino?

Quando le cose vanno male è colpa di tutti, non c’è un capro espiatorio anche se si cerca sempre e solo quello. Di chi è la colpa? Per sapere questo bisogna essere all’interno. Penso che anche i giocatori la pensino così, si esce tutti insieme da questi momenti difficili.

Lei è stato un difensore: cosa crede che serva alla retroguardia granata per tornare quella della scorsa stagione?

Quella della scorsa stagione era una squadra che si difendeva tutta insieme, difendevano bene non solo i difensori. Quest’anno fanno fatica a fare quello che facevano lo scorso anno, non è che ci siano i difensori contro tutti in questo calcio.

Roma, è Fonseca l’uomo del momento: in duemila lo acclamano al “Tre Fontane”

Ha ancora contatti con la società granata? Le piacerebbe averli anche in base alla sua attività?

Conosco il Torino, conosco le persone ma non per le mie attività.

Andrà a vedere la partita? Un pronostico?

Non è il mio modo di pensare fare pronostici, non li ho mai azzeccati. E no, non riuscirò ad andare a Roma a vedere il match.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13967438 - 3 mesi fa

    Beh, il pronostico è ovvio.
    Sconfitta di misura ma con prestazione volitiva tipo derby (ci teniamo il troio in panchina n.b. per chi non lo sapesse il troio è un personaggio satirico del Vernacoliere).
    Si esce dalla coppa Italia, che tanto non era un obiettivo alla portata (ci teniamo il troio in panchina).
    Arriva chi arriva, si fa un pareggino incolore che muove la classifica (e ci teniamo ovviamente il troio in panchina).
    Comunque la di giri, il Vernacoliere farà nuovi episodi con protagonista il troio sulle spiagge della California (si, ma quella a sud di Rosignano).
    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy