”Sabato sarà una gran partita…ma tiferò Toro!”

di Roberto Maccario

Era il settembre del 2005, Urbano Cairo aveva appena rilevato il Torino e attorno alla squadra granata si respirava grandissimo entusiasmo.
Il ds Salvatori mise insieme un manipolo di giocatori esperti e pronti a combattere tra i quali spiccava Roberto Muzzi, ex attaccante di Roma, Cagliari, Udinese e Lazio. Il contributo del bomber romano alla promozione fu fondamentale e anche nella stagione…

di Roberto Maccario

di Roberto Maccario

Era il settembre del 2005, Urbano Cairo aveva appena rilevato il Torino e attorno alla squadra granata si respirava grandissimo entusiasmo.
Il ds Salvatori mise insieme un manipolo di giocatori esperti e pronti a combattere tra i quali spiccava Roberto Muzzi, ex attaccante di Roma, Cagliari, Udinese e Lazio. Il contributo del bomber romano alla promozione fu fondamentale e anche nella stagione successiva Muzzi- goal segnò alcune reti molto pesanti, come quella all’Olimpico di Roma contro i giallorossi che consegnò ai granata la salvezza.
Dopo il Toro, non ancora sazio di calcio, il grintoso attaccante ha chiuso la carriera a Padova: proprio in occasione del match contro i biancoscudati noi di TN lo abbiamo intervistato.
Buonasera Roberto Muzzi, sabato è in programma la sfida tra Padova e Torino, le sue due ultime squadre, ci racconta queste esperienze?
Quella con il Toro è stata un’ esperienza bellissima, mi sono tolto tante soddisfazioni, questa squadra mi resta sempre nel cuore; il Padova invece è stata un’ esperienza negativa perché ho avuto problemi con la società, i tifosi invece mi hanno accolto benissimo, con grande calore, stima e rispetto.
Noi tutti la ricordiamo a cavalcioni su quel toro gigante posto sotto la Maratona la sera di quel meraviglioso 11 giugno 2006: quali sono i suoi ricordi di quella serata?
Quella sera provai una sensazione stupenda, dopo tante difficoltà riuscimmo a conquistare la promozione e la gioia fu grandissima; fu una stagione molto  particolare, la squadra venne costruita in fretta e furia e per questo fummo ancora piu’ contenti dell’ impresa; un grazie doveroso va ai nostri meravigliosi tifosi che ci furono vicini anche nei momenti piu’ difficili.
Segue il Torino e il Padova in questa stagione?
Seguo molto di piu’ il Toro: il presidente ha allestito una buona squadra anche se fino ad oggi i risultati sono stati un po’ altalenanti
Un suo pronostico per sabato sera?
Sarà una gara molto bella perché anche il Padova è una buona squadra, a mio avviso però il Toro è piu’ forte e spero che i granata riescano a vincere.
Cairo le aveva promesso un posto in società dopo la fine della sua carriera ma poi non se ne è fatto nulla, deluso da questo?
Sicuramente mi sarebbe piaciuto lavorare nel Torino perché il mio rapporto con la città e con i tifosi è ottimo e verso di loro sarò sempre in debito; però anche del presidente conservo un bellissimo ricordo e rispetto le scelte che sono state fatte.
Ha iniziato ad allenare, giusto?
Giusto, alleno gli esordienti 1999 della Roma, mi trovo bene: è un grande gruppo, e la società ha un settore giovanile molto organizzato dove i ragazzi sono seguiti a dovere.
Grazie e in bocca al lupo
Crepi

 

 

 

Foto Dreosti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy