I prestiti del Toro: Ferigra, un talento offuscato da qualche amnesia di troppo

Italia Granata / Il centrale sta pagando il salto nel professionismo: solo 7 presenze fin qui con la maglia dell’Ascoli

di Alberto Giulini, @albigiulini

Non è una stagione delle migliori quella che sta vivendo Erick Ferigra. Il centrale classe 1999, dopo aver vissuto un anno a fare la spola tra Primavera (da fuoriquota) e prima squadra agli ordini di Mazzarri, si è trasferito in prestito all’Ascoli.

POCHE PRESENZE – Il salto nel mondo dei professionisti non si è rivelato agevole per l’ecuadoregno, che sta andando incontro a diverse difficoltà. Il centrale ha infatti collezionato solamente sette presenze tra campionato e Coppa Italia, scendendo in campo dal primo minuto solamente in quattro occasioni. E quando chiamato in causa, si è reso protagonista di alcune prestazioni troppo altalenanti. E così, non riuscendo a sfruttare le occasioni che gli sono state concesse, il classe ’99 ha trascorso gran parte del suo campionato in panchina.

TALENTO E AMNESIE – L’ottima tecnica ed il grande potenziale di Ferigra non si possono mettere in discussione. Ma con la maglia bianconera si è visto solo a sprazzi tutto il talento del centrale scuola Barcellona, arrivato in granata via Fiorentina. In campo il centrale ha infatti alternato giocate d’altissima classe a gravi amnesie che, in un campionato professionistico quale la Serie B, non sono ammissibili. Una stagione che a Ferigra servirà dunque per crescere: il salto nel professionismo non è stato dei più facili, ma dagli errori commessi c’è tanto da imparare per ripartire.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. charles - 8 mesi fa

    Con tutti i problemi che abbiamo….ma chi ca..o se ne frega !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy