italia granata

Millico, un calvario senza fine: sesto stop stagionale. E lui: “Devo chiedere scusa”

La situazione / Dallo stop ad inizio ritiro ai tre infortuni di Frosinone, passando per il Covid: non c'è pace per l'attaccante scuola Toro

Alberto Giulini

Continua a non trovare pace Vincenzo Millico. L'attaccante classe 2000, trasferitosi in prestito a Frosinone nel mercato di gennaio, sarà costretto a fermarsi per la sesta volta in stagione. Ancora un problema fisico per il prodotto del vivaio granata, che si è sfogato con un post su Instagram: "Per l’ennesima volta in questa stagione sarò costretto a fermarmi per un'altra ricaduta, mi sento in dovere di chiedere scusa a tutte le persone che mi hanno sempre motivato e incoraggiato e ringraziare tutti quelli che mi sono sempre stati vicino soprattutto in questa stagione così terribile che sembra un incubo... Prometto che farò il possibile e metterò tutto me stesso per far si che ciò non accada più e poter finalmente ritornare a fare ciò che amo. Un abbraccio". E non stanno mancando i messaggi d’incoraggiamento come quello di Izzo: “Forza mai mollare”.

SFORTUNA IN GRANATA - Una stagione, quella del giovane attaccante, caratterizzata dalla sfortuna fin dai primissimi giorni. Un affaticamento muscolare lo fermò ad inizio ritiro, costringendolo a saltare le prime amichevoli estive. Quindi ad ottobre fu il Covid a fermare Millico, tenendolo ai box dalla mattina della gara contro il Cagliari (18 ottobre) fino alla trasferta in casa dell'Inter del 22 novembre. Ma proprio nella settimana seguente il suo rientro, prima della gara contro la Sampdoria, l'attaccante fu costretto ad alzare nuovamente bandiera bianca per una distrazione alla coscia destra . Una situazione che, di fatto, ha impedito al giocatore di allenarsi con un minimo di continuità e di giocarsi le sue carte per provare a convincere Giampaolo.

 TURIN, ITALY - JANUARY 25: Vincenzo Millico of Torino FC looks dejected during the Serie A match between Torino FC and Atalanta BC at Stadio Olimpico di Torino on January 25, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

TRE STOP A FROSINONE - A gennaio è quindi arrivato il trasferimento al Frosinone, squadra che ambisce alla promozione (anche se il percorso si sta complicando) e che dovrebbe rappresentare il giusto palcoscenico per giocare con continuità e crescere. Ma la sfortuna non ha abbandonato Millico. Il 15 gennaio arriva l'esordio, 35' nella ripresa, quindi nella settimana seguente un risentimento muscolare che lo costringe a saltare tre partite. Ma l'attaccante non ha neanche il tempo di rientrare che, dopo uno spezzone ed una panchina, si ferma nuovamente per un affaticamento muscolare. Un problema da cui Millico aveva recuperato solamente in settimana, tornando in panchina per la gara di martedì contro il Monza. Ora la doccia ghiacciata: una nuova ricaduta che lo terrà ulteriormente lontano dai campi. Un infortunio che non ci voleva per un giocatore che ha dimostrato un talento fuori dal comune, ma che non sta riuscendo ad esprimersi anche per i troppi problemi fisici che lo hanno fin qui tormentato. Ed il bilancio complessivo è di appena 77' giocati in stagione suddivisi in sei partite.

Potresti esserti perso