Toro, guarda Fiordaliso: il laterale convince in B e si candida per il futuro

Focus on / Il classe 1999 non ha patito il salto di categoria: dopo un’annata super al Teramo si sta confermando con la maglia del Venezia

di Alberto Giulini, @albigiulini

Tra i giovani del Toro in prestito che più si stanno distinguendo in giro per l’Italia c’è sicuramente Alessandro Fiordaliso. Il terzino classe ’99, al secondo anno tra i professionisti, si sta infatti confermando su buoni livelli nonostante il salto di categoria.

SALTO TRA I PRO – Il salto nel mondo dei professionisti è arrivato la scorsa stagione, quando Fiordaliso approdò al Teramo. Con la maglia del club abruzzese il classe ’99 collezionò la bellezza di trentacinque presenze, condite anche da tre gol. Un ottimo bottino, dunque, per un giocatore alla prima esperienza in Serie C subito dopo il passaggio dalla Primavera. Con il Teramo Fiordaliso dimostrò tutta la sua affidabilità da marcatore, schierato sul centrosinistra di una retroguardia a tre. Un’importante conferma della duttilità del giocatore, che nella Primavera granata con Coppitelli aveva sempre fatto il laterale: destro naturale ma capace di giocare anche sulla corsia di sinistra, sia da terzino della difesa a quattro che da laterale a tutta fascia del centrocampo a cinque.

IL VENEZIA – L’ottimo rendimento in Serie C gli è valso il salto di categoria, con l’approdo in estate al Venezia. Un cambiamento che Fiordaliso ha però dimostrato di non patire, avendo già totalizzato ventidue presenze con la maglia dei lagunari tra campionato e Coppa Italia. Anche nel ruolo di terzino, con cui si era imposto già col la Primavera di Coppitelli, il classe ’99 si sta confermando a buoni livelli in Serie B. Il tutto sotto gli occhi vigili di un Toro che osserva con grande piacere la crescita del suo giocatore. L’obiettivo di Fiordaliso, ora, è chiudere nel migliore dei modi il campionato: così in estate potrà provare a giocarsi una conferma al Torino. Il pacchetto degli esterni del Torino, infatti, vedrà in ogni caso un restyling importante in vista della stagione 2020/2021, essendoci attualmente in rosa solo tre giocatori di cui due (De Silvestri e Ansaldi) in età non più verdissima.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Simone - 9 mesi fa

    Interessante che se Fiordaliso gioca in B ne siamo felici, se invece ci va per scelta Parigini è un fallito.
    Due pesi due misure

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata dentro - 9 mesi fa

      Direi che la situazione di Fiordaliso e Parigini son diverse… Fiordaliso, come Segre, è un giovane di proprietà del Toro che si sta facendo le ossa…
      Parigini, purtroppo non è più nostro, ed ha scelto la B per poter giocare e ritrovare lo smalto, altro che fallimento…
      Piuttosto la gestione di Parigini e di Bonifazi deve far riflettere la società: è inutile investire nei giovani e poi non dare loro spazio o possibilità di sfondare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Quello che il Toro è il Fila, i Balon boys, il Grande Turin e Meroni - 9 mesi fa

    Questo Toro ha una grande possibilità da questa rovinosa stagione la possibilità di ricostruire: Fiordaliso, Segre, Edera, Millico e gli altri che meriteranno col sudore la maglia granata. La riconferma di Longo necessaria per un Toro dalla filosofia basca

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rinascito - 9 mesi fa

      D’accordo con te, preferisco un toro pieno di ragazzi che hanno cresciuto nel vivaio (canterani) che rischia e ci prova, che una squadra di male investimenti che rischia e ci prova …purtroppo un proggeto ricco in obbietivi non e fatto nostro da un bel tempo (1991-1993) … Ma la primavera se e impoverita e il proggeto di catturare giovani italiani di talento (Belloti, Zappacosta, D’Ambrosio, Baselli, Benassi, Darmian ….) e sfuggito cambiando filosofia su talenti venuti da fuori (senza risultato evidente)…
      Per altro, mi piace vedere a Mattia facendo finalmente bene al Venezia (9 gol e 5 assist) e Vittorio cacciando terra vecchia dalle scarpe (2 gol come titolare nelle ultime due partite) e alzando anche il numero di minuti in campo (69 e 74).
      Sognare non costa niente ….FVCG!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy