Emiliano Moretti, il leader silenzioso con un futuro ancora granata

Emiliano Moretti, il leader silenzioso con un futuro ancora granata

Figurine / Trentotto anni oggi per l’ormai ex centrale granata, il cui futuro sarà ancora al Toro

di Redazione Toro News

Era esattamente l’11 giugno 1981, quando a Roma nasceva Emiliano Moretti. Giocatore, uomo e professionista esemplare: sin dal suo arrivo sotto la Mole nell’estate 2013, l’ex Genoa ha sempre dimostrato di poter dare un grande apporto al Torino. Prima con Ventura e poi con Mihajlovic e Mazzarri, l’esperto difensore centrale ha dimostrato il suo valore confermandosi, campionato dopo campionato, vero e proprio baluardo e simbolo della difesa granata.

Mai di troppo e sempre pronto quando chiamato in causa, Moretti e tra i pochi “superstiti” dell’impresa del San Mames. Tra i momenti più belli vissuti al Torino, il gol siglato a San Siro il 25 gennaio 2015. Una rete arrivata al 94′, grazie alla quale il Torino ha battuto l’Inter a San Siro dopo ben 27 anni di astinenza. Nonostante l’età avanzata, la condizione era ancora delle migliori, ma Emiliano ha deciso di chiudere con il calcio giocato. Il suo futuro, però, è ancora granata: la carriera da dirigente è appena iniziata.

Tanti auguri Emiliano per i tuoi 37 anni!

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14143365 - 1 settimana fa

    secondo me potrebbe fare l’allenatore con Mazzarri direttore tecnico all’ inglese…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy