Il pres. del Toro Club Frossasco: “Dedicammo il club a Ermanno Eandi perchè il Toro è poesia”

Il pres. del Toro Club Frossasco: “Dedicammo il club a Ermanno Eandi perchè il Toro è poesia”

Esclusiva TN / Paolo Dora ai nostri microfoni: “Abbiamo intitolato il Toro Club a Ermanno nonostante fosse in vita, lui ci scherzava sempre”

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Vedersi intitolare qualcosa mentre si è ancora in vita è accadimento raro. Succede talvolta a sportivi fenomenali, o in genere a personaggi in grado di scrivere pagine di storia talmente importanti che non si può attendere la loro morte per rendergli omaggio. E’ successo però a Ermanno Eandi, al quale il Toro Club Frossasco intitolò nel 2007, anno della sua fondazione, il nome del club. “Ermanno in un primo momento non voleva, ma io gli dissi che volevamo dedicare il Toro Club a lui perchè per me il Toro è poesia – racconta Paolo Dora, presidente del Toro Club Frossasco, il giorno dopo la scomparsa del noto poeta granata -. Lui alla fine acconsentì e alla fine ci scherzavamo sempre su. La notizia della sua morte ci ha colti impreparati, ha deciso di andarsene così come ha vissuto, in silenzio, senza dirlo e senza disturbare nessuno”. 

IL RICORDO – Ermanno Eandi, nel corso della storia del Toro Club di Frossasco, ha sempre partecipato a molti importanti eventi promossi dal sodalizio granata della Val Noce, anche in veste di conduttore. Come ai tempi in cui la Primavera veniva presentata ufficialmente proprio in serate organizzate da Paolo Dora e soci. “Abbiamo avuto questo piacere per diversi anni – dice Dora -, perchè l’abituale sede del ritiro estivo della Primavera e delle giovanili del Torino è la vicina Cantalupa, quindi abbiamo collaborato col Torino per il rito della presentazione ufficiale”. L’ultima volta è successo nel 2015, quando il tecnico era proprio Moreno Longo. “L’ultimo evento importante creato con Ermanno è stato nel novembre 2018, quando festeggiamo la vittoria della Coppa Italia da parte della Primavera con tanti ex calciatori granata. Ora il suo nome e il suo ricordo saranno eternati anche grazie al nostro club. Era una persona unica, per il suo modo di fare e di esprimersi, un gentiluomo vecchio stile con una cultura alta e profonda. Ci mancherà”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy