Il Toro e l’Olimpico d’agosto, la risposta di una tifoseria all’altezza dell’Europa

Il Toro e l’Olimpico d’agosto, la risposta di una tifoseria all’altezza dell’Europa

Verso Torino – Brommapojkarna / Nonostante il periodo vacanziero, il popolo granata affollerà l’Olimpico: in era di pay-tv e tecnologia l’entusiasmo e la passione possono fare la differenza

di Redazione Toro News

Il 7 agosto 2014 sarà ascritto sicuramente tra le pagine più importanti del Torino F.C.: ebbene sì, perché la compagine granata ritorna a far parte delle squadre che contano e l’esordio in casa del suo cammino in Europa League è il primo banco di prova in cui dimostrare la costanza e la solidità di un progetto che vuole continuare a crescere.

Dopo una stagione piena di soddisfazioni, le aspettative sono alte e sia i giocatori che il pubblico dovranno fare la loro parte in ogni match per portare a casa risultati di un certo rilievo; è già dalla gara contro il Brommapojkarna che il segnale del popolo granata è forte e chiaro: il dodicesimo uomo è presente, più deciso che mai, per sostenere i propri giocatori fino all’ultimo secondo. Uno stadio che si avvia verso il tutto esaurito, nonostante l’agevole compito che il Toro si trova ad affrontare, è sintomo di un popolo granata all’altezza delle sfide che la propria squadra dovrà intraprendere durante quest’anno.

A colorare le gradinate con magliette sciarpe e bandiere saranno più di 22 mila spettatori, gli stessi che faranno sentire il loro supporto da parte a parte del campo di gioco per tutti i novanta minuti; l’affluenza prevista risulta essere, inoltre, un fattore determinante se si contestualizza il periodo -vacanziero per antonomasia- e un’era dove la tecnologia e le pay tv stanno allontanando sempre più la gente dallo spettacolo del calcio visto e vissuto in prima persona, perché l’entusiasmo e la passione di una tifoseria continuano, comunque, a poter fare la differenza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy