Invincibili Podcast: Marone Cinzano e lo Stadio Filadelfia

Online l’episodio Uno di Invincibili: il Podcast di Diego Fornero dedicato alla Leggenda del Grande Torino. Protagonista la lungimiranza di Enrico Marone Cinzano e la costruzione dello Stadio Filadelfia

di Redazione Toro News

È online da oggi su Spotify e su tutte le principali piattaforme podcast l’episodio Uno di Invincibili: il podcast di Diego Fornero dedicato alla Leggenda del Grande Torino.

Dopo il lancio avvenuto con l’episodio zero, “Il palpito di un sogno infranto”,  in questo episodio Uno inizia il percorso a ritroso alla scoperta delle radici dell’avventura del Grande Torino, attraverso un elemento fondamentale e imprescindibile: la lungimiranza di Enrico Marone Cinzano, Presidente del Torino a partire dal 1924, cui si deve la costruzione dello Stadio Filadelfia, inaugurato nel 1926.

Ad arricchire la narrazione, un approfondimento sulla prima pagina del Tifone, “Non credevamo di amarli tanto”, dopo la Tragedia di Superga del 4 maggio 1949, e un focus sullo scrittore e poeta Giovanni Arpino, artefice del termine “Tremendismo” e della più importante poesia dedicata al Grande Torino.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 1 mese fa

    La lungimiranza del Conte Enrico Marone Cinzano….Sarà solo casuale l’inizio di questa narrazione a ritroso nel tempo per rammentare le radici del “Grande Torino?”Questo ascolto ha suscitato in me una miriade di sentimenti e ricordi che conservo gelosemente nel cuore e nella mente correlati purtroppo al “disgusto”che provo nei confronti dell’attuale Presidente.Il disgusto si trasforma in rabbia quando penso che il Personaggio,fatte le debite proporzioni,con le risorse a disposizione,non Sue per carità..,avrebbe già potuto con un minimo di buona volontà contribuire in modo diretto\indiretto a completare l’attuale simil Filadelfia in qualcosa di concreto per testimoniare alle nuove generazioni cos’è stato in altri tempi AC TORINO.Il distacco e la freddezza che rasenta il cinismo da parte di Cairo è, a mio parere, inqualificabile.Si nasconde dietro “la foglia di fico” di una Fondazione,scatola vuota,e di altra Fondazione(quella del Museo)ancor più vuota per non intervenire.Certo l’intero meccanismo attraverso la commistione pubblico\privato costituisce un “pastrocchio”giuridico forse congegnato per renderlo pressochè inutile.Certo giuridicamente Cairo quando afferma di essere un “semplice conduttore”ha ragione però…è anche il Presidente del Torino fc ed allora questo ragionamento evidenzia tutta la Sua aridità e totale mancanza di empatia.Stiamo parlando di 7\8 mln. sostenibili di concerto con i Soci Fondatori attraverso un mutuo…Quanti mln. ha letteralmente “buttato dalla finestra”per giocatori inutili e costosi, allenatori e DS?.Taccio sul Robaldo in merito al quale aveva fatto precise promesse( nemoooo,sè desmentegà poareto…)ma su Filadelfia e Museo dovrebbe vergognarsi.Taccio altresì sui risultati sportivi.Quanta amarezza e tristezza e se penso poi ai suoi inossidabili e negazionisti sostenitori…Sempre FVCG!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy