Ogbonna uno di noi

Salve,
per favore, fate soltanto, al più presto possibile, un articolo che si intitoli “Angelo Ogbonna tolto dal mercato, rimarrà al Toro almeno fino a giugno” e basta, mettendo la parola fine a questo stillicidio (“Ogbonna forse va”, “Ogbonna forse resta”) che mette veramente una certa angoscia in chi vi segue.
eh sì, perché vendere Angelo sarebbe veramente come tagliarsi due certe appendici molto utili…..

di Redazione Toro News

Salve,
per favore, fate soltanto, al più presto possibile, un articolo che si intitoli “Angelo Ogbonna tolto dal mercato, rimarrà al Toro almeno fino a giugno” e basta, mettendo la parola fine a questo stillicidio (“Ogbonna forse va”, “Ogbonna forse resta”) che mette veramente una certa angoscia in chi vi segue.
eh sì, perché vendere Angelo sarebbe veramente come tagliarsi due certe appendici molto utili.. e Cairo, se è vero che ha appena rifiutato 40 milioni (ma forse erano in cambiali a 20 anni..) verrebbe stanato anche da un bunker, e immediatamente giustiziato dai tifosi più focosi, quelli che non ci penserebbero sopra neanche un attimo prima di partire alla sua caccia.
saluti,
C.F.

Risposta:

Carissimo C.F., il nostro Angelo è un pezzo pregiato del Mercato e non sarà facile per la Società tenerlo stretto: di fronte ad una grossa proposta economica sarà difficile rinunciare, perché attraverso la valorizzazione del giocatore sarà possibile ottenere quei giocatori necessari ad una risalita in Serie A. Quel che è certo, è che la rinuncia ad un giocatore di tale valore significherebbe rinunciare alla costruzione di un progetto solido, dal quale Ogbonna non può assolutamente prescindere. Fino al 31 di gennaio il futuro del giocatore rimarrà incerto, anche se, come hai già letto dai nostri articoli, il Napoli sembra aver allentato la presa, rimandando il discorso ad un altro momento, o, forse, rinunciando al colpo intraprendendo nuove strade.

In questo discorso, però, non possiamo dimenticare le ambizioni di un giocatore che sa di essere arrivato ad un bivio, dove o si fa il salto di qualità o si è costretti a rimanere nell’anonimato: detto schiettamente, un altro anno di Toro in B non gioverebbe ad un giovane interessante e l’amore per il Toro, spesso, non può valere una carriera tra le seconde linee. Noi tifosi dobbiamo anche concedere la possibilità ai nostri giovani di voler cambiare aria, ma solo a fronte di offerte potenzialmente vantaggiose: se vogliamo bene al Toro, dobbiamo volerne anche ai nostri giocatori, in particolare a quelli del nostro vivaio e sperare in un loro futuro glorioso.

Se Ogbonna resterà, sarà un ottimo segnale, se saliremo in A, sarà un perfetto punto di partenza, se diventeremo grandi, sarà il nostro nuovo capitano.

Un abbraccio Granata

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy