Torino, l’ultima col Cesena è un ricordo indelebile: quello Scudetto del ’76

Torino, l’ultima col Cesena è un ricordo indelebile: quello Scudetto del ’76

Il campionato 2014/2015 si chiuderà contro i romagnoli, proprio come nell’anno dell’ultimo Scudetto. Un’occasione per sognare, per tutti quelli della nostra generazione…

di Diego Fornero, @diegofornero

Correva il 16 maggio 1976: 70mila persone affollavano lo Stadio Comunale di Torino, era il giorno di Torino – Cesena, 30° giornata del campionato 1975/1976. Il Toro si giocava tutto in una partita: ultima giornata, 44 punti, mentre la Juventus, che giocava a Perugia, ne contava 4-3. L’unico obiettivo, quel giorno, era vincere per riportare sotto la Mole uno Scudetto cha mancava da 27 anni, da quanto, a cucirselo sul petto, era stato il Grande Torino. Castellini, Caporale, Santin, Mozzini, Patrizio Sala, Pecci, Zaccarelli, Salvadori, Claudio Sala, Graziani, Pulici.

Una partita difficile, sofferta, per come è stata raccontata a chi, come noi, per questioni anagrafiche non ha potuto viverla. Ci sono voluti 66 minuti per buttare dentro quel pallone: ci pensò Pulici, con un tuffo capolavoro di testa su assist di Graziani. Ovviamente, però, non sarebbe stato “da Toro” vincere senza patemi, e 10 minuti dopo Mozzini, con’autorete, portò il risultato sull’1-1. Tutti incollati con le radioline a Perugia, ma il Grifo quel giorno vinse 1-0 con la Juventus, che dovette accontentarsi della seconda piazza.

Una gioia incredibile, un’emozione che, negli occhi di chi l’ha vissuta, e da anni la racconta (non dimenticherò mai le parole di mia nonna…), non si cancellerà mai: un sogno che un’intera generazione, di quelli nati dagli ’80 in poi, spera un giorno di poter rivivere. In questo 2014/2015 l’ultima di campionato sarà proprio contro il Cesena, eproprio nello stesso stadio, anche se rimordernato: una curiosità, una coincidenza, un ricordo, un’occasione per sognare… 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy