Corriere Torino: “Il Robaldo è in ritardo anche per colpa dell’Iva”

Rassegna / Le pagine in edicola dedicate ai granata

di Marco De Rito, @marcoderito

Sstando alla delibera del Consiglio Comunale dello scorso 11 febbraio, che rinasca un Robaldo a tinte granata è il desi-derio anche della Città di Torino. «Non abbiamo certo cambiato idea”,  spiega Marco Chessa nelle colonne del Corriere Torino. II presidente della Commissione Bilancio del Comune di Torino continua:”Quelli in corso ora sono meri passaggi burocratici che arriveranno di certo a conclusione, nessuno a Torino vuole bloccare nulla. Luisa Bernardini, la presidente della Circoscrizione 2, spiega i motivi dei quattro anni d’attesa: “Prima c’è stato un po’ di trambusto per il cambio di amministrazione comunale, poi è sorto un contenzioso riguardo all’interpretazione di una norma relativa al pagamento dell’Iva sui lavori di riqualificazione. Infine, al dilungarsi dei tempi hanno contribuito alcune modifiche del progetto originario volute dal Torino”. Più dettagli nel giornale oggi in edicola.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14280108 - 1 anno fa

    È vero come Gesù che è morto di freddo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maroso - 1 anno fa

      Se è così, raccontaci quello che sai, forza.
      VCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy