La Gazzetta dello Sport: “Edera, una storia da film”

Rassegna / Le principali notizie sul mondo granata sui quotidiani odierni

di Redazione Toro News
Allenamento Torino Filadelfia Simone Edera

Simone Edera protagonista sulle colonne de La Gazzetta dello Sport. Viene raccontata la sua storia. Bava e Benedetti gli scopritori, l’oratorio di Valdocco il luogo in cui è sbocciato l’amore tra il classe 1997 e il Torino. Tra gli altri passaggi si legge: “Quel bambino era Simone Edera: fisico longilineo, sguardo furbo e capacità tecniche nettamente superiori alla media rispetto ai ragazzini della sua età. Pochi giorni dopo, Benedetti era all’oratorio Valdocco,a pochi passi dal centro, all’ombra della maestosa Basilica di Santa Maria Ausiliatrice, in quell’angolo di città fondato da Giovanni Melchiorre Bosco”. E ancora: “Fu amore a prima vista: senza passare per nessuna scuola calcio, Edera si ritrovò nei Pulcini del Toro. Dall’oratorio al sogno di in seguire la carriera da calciatore professionista. Sedici anni dopo, un sogno più vivo che mai: è partito dall’oratorio fino a vivere le recenti notti del Toro. Dall’ultima volta a San Siro con il Milan, quando ha staccatola prima presenza da titolare in questa stagione, per finire alla più serata napoletana. È entrato e in pochi minuti ha segnato il suo primo gol di campionato”. 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Quello che il Toro è il Fila, i Balon boys, il Grande Turin e Meroni - 8 mesi fa

    Premiata la perseveranza del ragazzo: durante l’interregno del grande maestro di calcio Walter il ragazzo purtroppo di m***a ne ha dovuto mangiare come disse il buon Oronzo Canà una tonnellata. Forza Simone!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy