La Stampa, Mazzarri: “Il bersaglio ero io”

Rassegna Stampa / Le principali notizie sul mondo granata sui giornali odierni

di Redazione Toro News

La Stampa decide di tornare sulla separazione consensuale tra Walter Mazzarri e il Torino. Si legge sulle colonne del quotidiano torinese: “Mazzarri ha unito e diviso. È stato portato in gloria per una prima parte di avventura da effetti speciali, poi, quegli effetti, sono diventati un incubo e uno choc: i quindici gol in una settimana fanno male. «Se sono io il bersaglio…», ha ripetuto ad una squadra stordita dal niente di Lecce. Bersaglio, Mazzarri, lo era diventato da tempo”. E poi nell’analisi condotta da La Stampa si parla anche del rapporto tra Mazzarri e il gruppo. Ecco le parole spese dal quotidiano: “Mazzarri non si sente tradito dal gruppo, anzi: l’ex tecnico granata è sempre stato convinto delle potenzialità dello spogliatoio a disposizione, uno spogliatoio, però, in perenne ricerca di chi lo tenesse con i giri del motore e della concentrazione a mille”. 

Maggiori informazioni sull’edizione odierna de La Stampa.

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. byfolko - 9 mesi fa

    Massi’, questi qua sono contenti cosi’, fino ad ieri faceva tutto schifo, adesso abbiamo una rosa di fenomeni, un allenatore che Guardiola Mourinho e Klopp scansatevi, il Fila che fino all’altro ieri era un cesso in affitto semidemolito e devastato adesso è una bomboniera. Anche il campo è più verde. Ma attenzione a farlo notare, ci si beccano mediamente 10 meno a parola. Non che me ne importi, ma è per sottolineare il livello della maggioranza dei tifosi. Senza aspettative, senza coerenza, ormai abituati alla più meschina mediocrità.
    I giocatori, a parte un paio di veri campioni come Belotti e Sirigu, sono sempre gli stessi desolanti scappati di casa che hanno dato lustro alla maglia con l’Atalanta e col Lecce. Nemmeno li allenasse S.Pietro cambierebbe qualcosa, mezze seghe sono e mezze seghe rimangono. Quindi contenete l’entusiasmo e risparmiate gli applausi per l’ultima giornata, sempre che ci si salvi.
    Vi hanno raccontato quello che volevate sentire (solite frasi standard e corollario di banalità sulle antiche gesta), vi hanno dato l’allenatore che speravate arrivasse, peraltro scelta obbligata data la mancanza di alternative da saldo. Dai che siamo tutti contenti, un paio di vittorie ed il mantra ”Cairo vattene” sarà solo un ricordo. Vedrete, persino la squallida sede da 1 mq (ovviamente in affitto) per magia diventerà un’accogliente ed intima boutique pronta ad accogliere il tifoso granata.
    Anduma prope bin…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. palmiro - 9 mesi fa

    Mi dispiace dirtelo, mister, ma tu eri solo uno dei tanti “effetti” e non sei la “causa” dei mali del TORO. Vai in pace.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Policano - 9 mesi fa

      Vai astemio se ci riesci!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granatissimo1973 - 9 mesi fa

    Tranquillo mister, che eri tu il bersaglio si era capito.

    Giocatori offesi e sbertucciati anche quando vincevano al solo apparire del messia moreno sono stati applauditi e osannati anche se vengono da 4 sconfitte.

    Presto spariranno anche i cori contro Cairo.

    Giocando quasi tutto il girone di andata fuori casa Mazzarri aveva fatto quasi 30 punti.

    Vediamo che farà Longo.

    Io resto convinto che aver voluto cacciare uno come Mazzarri per prendere un apprendista allenatore reduce solo da un esonero a Frosinone sia roba da matti.

    Ma qui son tutti contenti perché il fila è aperto, il sole splende, le caprette ci fanno ciao.

    Poi però bisogna fare punti, già da domani sera…auguri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 9 mesi fa

      Non è che siamo tutti contenti per le ragioni che hai scritto, ma più precisamente siamo contenti che i primi passi da fare per uscire da questa desolazione siano stati fatti.
      Ovvio che Cairo resterà sotto l’occhio del ciclone e a giugno vedremo cosa ci riserverà e come reagiremo all’ennesima presa per i fondelli.
      Ma Mazzari andava esonerato. Colpe sue e colpe non sue non importa. Era palesemente incapace di risollevare l’ambiente, e anzi, pareva fregarsene (dopo il 7 a 0 specificó di chiedere scusa solo ad alcuni tifosi ! )
      e purtroppo serviva uno come Longo almeno per riavvicinarci alla squadra (anche perché di grandi allenatori liberi non ne vedo in giro alla nostra portata )

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. byfolko - 9 mesi fa

      Concordo, ma guai a dirlo, per carità. Praticamente adesso siamo da Champions , finalmente se ne è andato il cattivone che tarpava le ali ai fenomeni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Policano - 9 mesi fa

      Ma vuoi mettere quanti cartoni di tavernello risparmiati?? Solo schiaffoni e figure di merda con questo arrogante antipatico che loda chiellini!!! Ha battuto tutti i record in negativo….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granatissimo1973 - 9 mesi fa

    Mazzarri fu esonerato a furor di popolo nel febbraio 2020.

    Sulla panchina del Toro al suo posto si sedette nessuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. enrico - 9 mesi fa

      Parlerà la storia…. Che di signor nessuno in casa toro ne è piena

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. TorelloRomano - 9 mesi fa

    Io non sono totalmente contro Mazzarri. Gli errori li commettono tutti ma non credo che ogni volta che un calciatore non rispondesse alle attese fosse colpa dell’allenatore. Le colpe principali le ha Cairo (che personalmente ringrazio sempre per permettermi di continuare ad avere la mia squadra del cuore). Ma, per lo stesso concetto, errori ne commette anche lui. Ho letto spesso che si tratti di un “imprenditore dal braccino corto che pensa solo al ritorno economico”. Beh, credo che in un sistema come il calcio, dove girano cifre con svariati zeri, chiunque farebbe i conti. Anche per questo non credo che non ami il Toro. E’ la squadra per la quale teneva sua madre e che ha preso proprio su spinta di lei. Spero solo di uscire presto da questo vortice e di tornare a vedere una squadra competitiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. fabio.tesei6_13657766 - 9 mesi fa

    Chi è sto Mazzarri?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

      Un tale che allenava.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Conta7 - 9 mesi fa

    Ho letto l’articolo sulla Stampa: iniziano a venir fuori alcuni retroscena.
    Piano piano credo che la verità verrà fuori e la società dovrà dare più di una risposta…
    Comunque onore a Mazzarri che ha deciso di chiudere come pochi fanno, per non dire nessuno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. drino-san - 9 mesi fa

      I retroscena della stampa sono come i retroscena della signora Agnese, ex portinaia in pensione, che conosce tutti quelli della via

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bergen - 9 mesi fa

    Ma perché riportare articoli vacui che esprimono un niente totale.
    Come anche Tuttoburraco che pur di mettere zizzania dà credito a un fantomatico addetto agli spogliatoi di Lecce.

    Ma fatela voi un’intervista a Mazzarri!

    Volete capire cosa succede o cosa é successo? Andate alla carica di Comi o del Team Manager. Appostatevi sotto casa di Moretti …

    Ce ne sono già troppi di vivisezionatori del nulla!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy