Abbonamenti, stop ai botteghini

La campagna abbonamenti per la stagione 2009/2010 va a rilento. Dopo la retrocessione era preventivabile un calo nell’acquisto delle tessere stagionali, però forse ci si aspettava un po’ più di sostegno da parte del pubblico. Ieri c’è stato l’incontro tra i tifosi e Cairo e si è parlato di molti aspetti, tra cui anche quello riguardante i biglietti ed i prezzi per entrare allo…

di Edoardo Blandino

La campagna abbonamenti per la stagione 2009/2010 va a rilento. Dopo la retrocessione era preventivabile un calo nell’acquisto delle tessere stagionali, però forse ci si aspettava un po’ più di sostegno da parte del pubblico. Ieri c’è stato l’incontro tra i tifosi e Cairo e si è parlato di molti aspetti, tra cui anche quello riguardante i biglietti ed i prezzi per entrare allo stadio. Inutile dire che si sperava che i costi per una stagione di B fossero più contenuti. Anche perché, come sottolineato dal CTT, tutte le altre società cadette hanno politiche migliori per invogliare la gente ad andare allo stadio. In questo senso potrebbe essere utile avviare un progetto simile a quello proposto dal Genoa (che riserva un settore gratuito solo ai bambini) per avvicinare allo stadio più tifosi possibili.

Cairo e la società dichiarano che è stata superata la quota dei 6 mila abbonati, tuttavia si attendono altri sottoscrizioni, magari sperando anche nell’effetto calciomercato. Per adesso tutto tace, però prima del 31 agosto qualche movimenti ci sarà. Nel frattempo con oggi si chiude la possibilità di acquistare l’abbonamento presso le casse dello stadio Olimpico. Ma niente di preoccupante: era tutto in programma. La vendita continuerà come previsto attraverso il circuito delle ricevitorie Lottomatica oppure attraverso il Call Center abilitato. Intanto la campagna continua nella speranza di trovare altri tifosi disposti ad abbonarsi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy