Dallo scetticismo all’affetto: il rapporto tra Adem Ljajic e i tifosi granata

Dallo scetticismo all’affetto: il rapporto tra Adem Ljajic e i tifosi granata

Focus on / I tifosi granata chiedono a gran voce la conferma di Adem Ljajic, ma i rapporti tra il serbo e la piazza non sono sempre stati idilliaci…

di Alberto Giulini, @albigiulini

#AdemLjajicNonSiTocca: questo l’hashtag con cui negli ultimi giorni i tifosi granata hanno inondato i propri profili social. “Adem, resta con noi”, è quanto hanno ripetuto al giocatore i fan che lo hanno appositamente aspettato al Filadelfia, un’ora dopo l’allenamento del martedì. Un messaggio forte e chiaro: vogliono che Adem Ljajic continui ad essere parte di questo Toro targato Mazzarri. Ma il rapporto tra il fantasista serbo e la tifoseria granata non è sempre stato idilliaco…

Toro, Niang vicino all’addio: rimpianti e delusione per una promessa mai mantenuta

LO SCETTICISMO INIZIALE – Al suo arrivo, nell’estate del 2016, diversi tifosi granata si mostrarono scettici nei confronti di Ljajic per la sua titubanza nell’accettare il Toro. Uno scetticismo che però, a seguito delle buone prestazioni del serbo, andò via via scemando. A gennaio, però, per la squadra arrivò un periodo di crisi e Adem finì al centro delle critiche. Il giocatore fu accusato di non avere voglia di giocare, di non correre in campo e non mostrare grinta, con tanto di qualche fischio dagli spalti alla lettura della formazioni. In primavera, poi, l’inizio della svolta: con il passaggio al 4-2-3-1, in campo si inziò a vedere uno Ljajic rigenerato, sempre al semore del gioco e costantemente in grado di pungere le difese avversarie. E a maggio, con il grndissimo gol su punizione nel derby, anche i più critici si ricredettero sul giocatore…

LA FERRARI AL FILADELFIA – La seconda stagione targata Mihajlovic si è dunque aperta con uno Ljajic grandissimo protagonista, stimato tanto dalla piazza quanto dal tecnico. Anche in questo caso, però, con la squadra in crisi di risultati, non sono mancate le critiche anche per il fantasista serbo. Ad irritare alcuni tifosi, in modo particolare, è stata la scelta di farsi consegnare una Ferrari al Filadelfia in un periodo in cui i risultati non arrivavano e la piazza iniziava a spazientirsi. Un gesto che non è stato particolarmente gradito ad alcuni sostenitori granata, ma che non ha incrinato in maniera irreparabili i rapporti tra la piazza ed il giocatore. Con l’avvento di Mazzarri e le prime panchine, non sono stati pochi i tifosi a prendere le difese di Ljajic, sempre accolto con grandi applausi al momento della lettura delle formazioni.

NEL CUORE DEI TIFOSI – Dopo lo scorso finale di stagione in cui è stato grande protagonista, il serbo è entrato sempre più nel cuore dei tifosi, che ora ne stanno chiedendo a gran voce la conferma. Oltre ai frequenti messaggi sui social, con l’hashtag #AdemLjajicNonSiTocca sempre più diffuso, i sostenitori granata hanno mostrato di persona anche ieri pomeriggio al Filadelfia il loro affetto nei confronti del giocatore. Dopo i grandi applausi al momento del suo ingresso in campo, Ljajic è stato preso d’assalto al momento dell’uscita in macchina dal garage dello stadio. “Voglio restare, ma non dipende solo da me” le parole del giocatore in risposta alle numerose persone che lo invitavano a non lasciare il Toro. E con il mercato che chiuderà tra due giorni, si prospettano, in un senso o nell’altro, aggiornamenti imminenti…

37 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13658578 - 1 anno fa

    sempre stato pro Aden, ora tutti pro Adem… finalmente anche tra il popolo granata qualcuno non si accontenta della sola corsa. per quella ci sono le mezze maratone e i 1500 siepi. Purtroppo gia a livello giovanile vengono premiati i corridori, ma il calcio e’ anche tecnica e arte.. e adem e’ un artista.
    Lieto che anche la maratona , vada un po’ contro al proprio nome…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. GRANATAINSIDE - 1 anno fa

    E se non fosse Adem ad essere sul mercato per sfoltire la rosa di attaccanti, ma abbiamo preso Zaza per sostituire il Gallo a gennaio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rza78 - 1 anno fa

    io non vorrei passare per il solito anti-cairo proprio nel momento in cui mi sto quasi ricredendo su di lui…però ho la sensazione che a volere la cessione sia proprio il presidente (per ovvi motivi)e non ljaic né tanto meno mazzarri che lo ha schiearato contro l’inter tenendo fuori zaza. vi sembra coerente con l’idea che circola tra alcuni forumisti secondo la quale sarebbe mazzarri a non volerlo. di certo non lo ha messo tra gli incedibili anche perché in quella posizione puo giocare soriano ed è arrivato pure zaza che come riserva mi sembra un po’ troppo per la ns dimensione. io spero che ljiac resti ma ricordiamoci che stiamo parlando di un giocatore quasi ingestibile (la frase “lui sa che cosa ha fatto per non essere convocata” l’anno pronunciata tutti compreso quello pseudo-allenatore che ha preceduto mazzarri. il punto è che l’attuale mister lo utilizzerebbe a mio avviso a partita in corso (tanto metà non la gioca neanche stando in campo) e giustamente ljiaic si sta guardando in giro. ma a decretare la cessione secondo me sarà la volontà soprattutto di cairo se l’offerta sarà quella giusta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13658280 - 1 anno fa

    gia con ljajic andare in Europa non è facile xche Atalanta milan e fiore sono forti, senza di lui x me è impossibile xche non puoi avere un rifinitore solo in tutta la rosa ke sarebbe iago…baselli e soriano se va bene ti fanno vincere una partita a testa…se cairo si fida cosi tanto di mazzarri…io no

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13758358 - 1 anno fa

    ricordo che lo scorso campionato quando mazzarri lo ha reinserito in campo è stato il giocatore che a fine partita aveva corso di più. ricordo anche che quando è stato fuori un buon numero di partite non ha fatto una polemica. per cui basta con i luoghi comuni su Liajc e su mazzarri nei suoi confronti. ci sarà spazio x tutti ed il mister saprà quando inserirli in campo. i giocatori sono professionisti e lo sanno.
    mimmobg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Alfino - 1 anno fa

    Adem resta granata, quest’anno ci divertiamo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. LeoJunior - 1 anno fa

    A me questa logica del “posto fisso” proprio non va giù. Ma cosa significa 20 min sicuri, non avere la garanzia di giocare, etc. In una squadra si parte tutti da zero. Se sei convinto di essere forte perchè non dovresti giocartela? E poi, come detto da tutti, il campionato è lungo. Adem, stai con noi e giocatela! Società, tieniti stretto un fuoriclasse e facciamo in modo che remi nella stessa direzione. Così ci garantiamo diverse soluzioni tattiche e non abbassiamo mai il livello medio. Questo vuol dire fare passi avanti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 1 anno fa

      Bravissimo Leo Junior ,sono d’accordo con te in tutto e per tutto. Il vero salto di qualità passa anche attraverso la gestione di un abbondanza di giocatori di qualità. Lijaic per Soriano è un cambio che fino a un mese fa neppure potevamo sognarci…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. CHC Bull - 1 anno fa

    Apprezzo i giocatori che non hanno fretta di disfarsi della palla e che in ogni caso prima di farlo si girano verso la porta avversaria. Ljiajic è questo tipo di giocatore e la sua partenza mi dispiacerebbe. D’altra parte è anche un giocatore che non offre garanzia di continuità e le sue prestazioni sono sempre una lotteria. Da questo punto di vista – con tutti i distinguo del caso – è più un Niang che non un Falque. Se restasse, perdendo il suo compare e maestro in indolenza (Niang), e applicandosi dentro e fuori dal campo potrebbe fare molto meglio.
    Se partisse nessuna tragedia. A Milano la partita era già cambiata prima del suo ingresso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Granata69 - 1 anno fa

    Inutile girarci intorno, la personalità che ha lui nel gestire palla in rosa non la ha nessuno, o fa la giocata o prende fallo. L’ultimo che abbiamo avuto con questa qualità è stato Alessio Scarchilli, quindi molti anni fà. Lo stesso Iago riesce a gestirla,ma sempre rientrando verso centrocampo, mentre Adem ha quelle sterzate con improvviso cambio di direzione che creano superiorità numerica.
    Il 343 o se volete 3421 ( e non 3412) , ossia Adem e Iago alle spalle del gallo è la miglior soluzione per noi. Zaza farà la riserva del gallo, evidentemente la lezione dello scorso anno è servita e non si sono messi nella situazione di non avere un sostituto adeguato in caso di infortunio di Belotti.
    A centrocampo due mediani,e così Rincon torna al suo ruolo ideale. Chi rischia a questo punto è Baselli, che io apprezzo molto, ma si deve dare una svegliata…
    Su Adem che non regge i 90 minuti poi non sono d’accordo, fisicamente sta benissimo, non è certo lui quello che deve uscire con la bava alla bocca, a lui si chiede qualità e giocate decisive, non di sfinirsi in rincorse inutili all’avversario…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BIRILLO - 1 anno fa

      Col 3-4-2-1 il gallo arretra troppo in ogni caso perchè Adem e Iago non devono e non possono fare troppa interdizione. Per alleggerire questa situazione, se la mediana è guidata da Rincon e Baselli, ci vuole Zaza che arretra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. robertozanabon_821 - 1 anno fa

    Diciamo così, versione Ljiajc: io resterei, non dipende da me. (resto se gioco titolare e questo dipende da Mazzarri che non può garantirgli il posto). Versione Toro: se Ljiajc accetta il part-time senza creare turbative può restare al Torino. Come si vede credo che comunque la decisione sia di Ljiajc. Mazzarri ha parlato chiaro. Chi non accetta le gerarchie, dettate dalle esigenze del campo, finisce in tribuna. È utile al Toro avere una bomba a orologeria in squadra ? Apprezzo l’estro di Ljiajc…ma faccio il tifo per il Toro che viene sempre prima di qualunque singolo giocatore. Se poi resterà, sposando il progetto, sarò felicissimo di continuare con un talento che, ben impiegato, sarebbe utilissimo nel prosieguo del campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. morassut.maur_583 - 1 anno fa

    Il presidente dice che dipende dal giocatore il quale invece dice che resterebbe ma non dipende da lui. È in atto temo il solito scaricabarile tra le parti, nessuna delle quali si vuole assumere la responsabilità della cessione, il sito triste teatrino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Fabio - 1 anno fa

    Altra sponsorizzazione!! Avanti con la campagna pubblicitario di un prodotto scadente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Maroso - 1 anno fa

      Scusami ma io non sponsorizzo nessuno, dico la mia opinione come altri, come anche te.
      Saluti.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Maroso - 1 anno fa

    Sono pienamente convinto che un giocatore come Adem possa essere molto utile al Torino, sia per scardinare le difese arroccate, sia per dare maggior spinta quanto serve. Ha il piede giusto per lanciare gli attaccanti, per segnare e realizzare schemi. Ha l’imprevedibilità del giocatore atipico. Potrebbe essere veramente l’ arma in più in molte occasioni. Non avrebbe il fisico per i 90 minuti? Mah, francamente non mi sembra ed in ogni caso per gli impieghi di cui sopra non sarebbe un grosso problema.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-14003131 - 1 anno fa

    Ljiaic e’ uno di quei giocatori croce e delizia. Resta il fatto che io uno così non lo vedevo giocare al Toro da oltre 25 anni …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13658280 - 1 anno fa

    adem resta che presto mazzarri sarà obbligato ad affidarsi a te dall inizio come ha dovuto fare l anno scorso a metà girone… i primi tempi con roma e inter gli sono stati condonati x la carstura dell avversario ma presto si accorgerà ke senza uno con i tuoi piedi in campo pure iago fa fatica e Belotti nn parliamone, baselli e soriano non saranno mai in grado di sostiturti…resta con noi adem!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Paolo71 - 1 anno fa

    Ljaljc non ha mai avuto 90 minuti nelle gambe; ha fisico e fiato per mezzora. Sono stufo di vederlo con le mani sulle ginocchia a recuperare.
    Personalmente non mi piace come atteggiamenti e dichiarazioni ma sono da sballo alcuni sui tagli ed assist anche se su punizione ne ha messe dentro veramente poche.
    Se resta non e’ titolare, puo’ entrare mezzoretta alla fine in alcune partite sia per tenere palla che x scardinare difese

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 1 anno fa

      1,82 mt per 74 kg sarebbe un fisico insufficiente per giocare 90 minuti ? Complimenti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Paolo71 - 1 anno fa

        Appunto a maggior ragione con cm e kg non puoi essere sempre essere spompato dopo 1 ora, perdere la maggior parte dei contrasti ed avere atteggiamenti indolenti. Ai recenti mondiali, su 3 partite, nessuna intera..tutte da sostituito o subentrante…i numeri parlano …

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BIRILLO - 1 anno fa

          Lui dovrebbe creare e correre anche meno… così come il gallo che arriverebbe più lucido sotto porta.. ma lo vogliamo capire che il problema è sulla mediana in fase di costruzione gioco e sulle fasce ?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. iard68 - 1 anno fa

          Eccome si può essere spompati dopo un’ora di corse (lo sono in molti) e soprattutto si può non avere la lucidità necessaria per fare qualcosa di buono con la palla. Meglio una schiera di nobili corridori che fanno avanti e indietro cento volte a partita, arrivano in area 3/4 volte per tirare in curva o crossare nei distinti… Se siamo arrivati in Europa una volta e perché c’era Cerci (si proprio lui…) che saltava l’uomo e sfornava assist ad Immobile. Non certo per gli altri 9… Con una squadra piena di corridor, senza un paio di Ljajic, si finisce a battagliare col Chievo…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. marione2 - 1 anno fa

        Io sto dalla sua parte, anche se lui come carattere è un poco xxxx. Tuttavia un conto è avere il fisico, altro la vita che conduci e lui non è proprio irreprensibile e non sparo a caso. Con tutto ciò è uomo che fa la differenza, anche giocasse solo 30 minuti, se fosse continuo sarebbe in un top team.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BIRILLO - 1 anno fa

      Ha 26 anni e andrebbe motivato non tanto a livello economico ma sportivo cioè avere la consapevolezza di poter vincere qualcosa con noi. Non lo ritengo deludente come Cassano o Balotelli, è ancora giovane per crescere dal punto di vista di tenuta fisica e comportamentale. Sono straconvinto che se fosse utilizzato come trequartista, inizialmente per 45 minuti, ci darebbe quel quid in più che dai tempi di Scifo o M Vasquez non vedevamo. Questo ha talento da vendere, ogni tanto indolente (giovane dai..) ma se va via sarebbe un gran peccato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Fabry69 - 1 anno fa

      Mi pare di aver letto, con grande sorpresa, che l’anno scorso è stato il giocatore granata che ha corso di più…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iard68 - 1 anno fa

        Infatti, bravo! Il “problema” è che non è robusto, o in grado di battagliare a centrocampo… Non si può chiedere ad Adem di fare il mediano. Il punto è che non dovresti chiederglielo…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. GlennGould - 1 anno fa

      Avevamo un giocatore, un centrocampista che giocava sempre per 90 minuti e raramente saltava una partita; era alto 1.75 e pesava 67 chili. Si chiama Luca Fusi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BIRILLO - 1 anno fa

        Che bel ricordo… Il miglior mediano dopo Baresi di quell’epoca… Grazie !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. iard68 - 1 anno fa

          Appunto. Era un mediano.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BIRILLO - 1 anno fa

            Si, forse Baresi era un libero difensivo che aiutava la mediana.. Fusi era un centroc difensivo tuttofare che, vedi te aiutava i difensori..

            Mi piace Non mi piace
        2. iard68 - 1 anno fa

          @Birillo un mediano che aiuta i difensori? Ottimo e necessario. Per quello c’è Rincon, magari meité. Non certo Adem, quello NON è il suo compito!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BIRILLO - 1 anno fa

            Ma appunto compagno granata ! Insisto che in mediana se giochiamo con Rincon siamo nei guai, diamogli tanto supporto, ma dovrebbe avere aiuto non da Adem ma da Baselli e in disimpegno dai 3 difensori.. Ci siamo giocati Benassi che era complementare a Baselli… ora tocca a vedere se Rincon cresce o se Meite può sopperire…

            Mi piace Non mi piace
    5. Granata - 1 anno fa

      @Paolo71, credi di avermi risposto nel merito ? Credi di essere un intenditore di calcio ? Beh, lascia stare. Il calcio è semplice e tu lo complici credendo di dare risposte a problematiche a te sconosciute. Ti riporto un articolo proprio di TN che analizzava il rendimento dei giocatori anno scorso. Leggi e cerca di capire che il calcio non equivale alla corsa ma si serve di essa. Saluti….Nessun giocatore nell’organico granata ha cercato più volte la conclusione fino a questo momento: sono 33 i tiri totali (due in più anche di Belotti), per una media di 2.8 a partita (in questo caso il Gallo è a 3.4, dato che si spiega con il minor numero di presenze rispetto al serbo). A dimostrare ulteriormente come il giocatore possa essere un’arma da sfruttare in più situazioni, ben 24 di queste conclusioni sono arrivate da fuori area.

      Ma a stupire sono anche altri numeri: quello relativo ai dribbling – 40 totali di cui 25 riusciti – ma soprattutto quelli che riguardano i passaggi effettuati. Sono, in dodici giornate, 540 i palloni transitati attraversi i piedi del serbo (45 a partita), secondo in questa particolare classifica dietro al solo N’Koulou con 572. Ed ancora, e particolarmente, 30 sono i passaggi chiave effettuati sinora ovvero una media di 2.5 a partita: supportato dal difensore camerunese, Adem Ljajic è la vera fonte del gioco granata. Numeri importantissimi per un giocatore che sembra aver compiuto il passo decisivo ed aver trovato la maturazione all’ombra della Mole: oggi, Ljajic è imprescindibile per questo Torino

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BIRILLO - 1 anno fa

        …azz… quoto !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 1 anno fa

          Pensa che l’articolo è stato scritto dopo le prime 12 giornate quindi ben prima della parte di campionato ,quella finale con Mazzarri, che tutti dicono sia stata strepitosa.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. BIRILLO - 1 anno fa

    Adem ostani kod nas ! (Adem resta con noi !)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy