Alla scoperta di Pagano

di Davide Agazzi – Ecco dunque l’ultimo arrivo in casa granata. L’ultimo pezzo di un puzzle, quello del mercato invernale, che ha visto ridisegnare nuovamente questo Toro. Arriva dunque Pagano, ma soprattutto va via, a titolo definitivo Luca Belingheri. Un giocatore destinato a rimanere un mistero per tutti quelli che, quest’anno, l’hanno visto giocare sotto la Mole, chiedendosi spesso quale fosse la sua funzione sul campo di gioco….

di Redazione Toro News

di Davide Agazzi – Ecco dunque l’ultimo arrivo in casa granata. L’ultimo pezzo di un puzzle, quello del mercato invernale, che ha visto ridisegnare nuovamente questo Toro. Arriva dunque Pagano, ma soprattutto va via, a titolo definitivo Luca Belingheri. Un giocatore destinato a rimanere un mistero per tutti quelli che, quest’anno, l’hanno visto giocare sotto la Mole, chiedendosi spesso quale fosse la sua funzione sul campo di gioco. Al contrario, belle speranze sono quelle riposte nell’ex giocatore del Livorno, che la dirigenza piemontese stava già seguendo quest’estate, come noi vi avevamo già preannunciato (https://www.toronews.net/?action=article&ID=17479 ). Un’altra trattativa rimandata, rinviata e conclusasi solo oggi, negli ultimi giorni di gennaio.

Il centrocampista classe ’83, a Livorno non ha trovato molto spazio, ma non per questo deve essere ritenuto uno scarto dei labronici. L’anno scorso infatti, con la maglia della Reggina, realizzò la bellezza di undici reti in trentacinque gare, non male per un centrocampista laterale. Prima di Livorno, Pagano ha vestito maglie importanti. Pagano ha iniziato la sua carriera in quel di Bergamo, con indosso la maglia dell’Atalanta. Poi, l’arrivo alla Sampdoria, con il primo gol in Serie A contro la Roma. Toccato l’apice, una leggera discesa, con il ritorno all’Atalanta e tanta Serie B, tra Bari, Rimini, Reggina e Livorno appunto.

Con l’acquisto di questo centrocampista, continuano a spuntare interrogativi sulle future scelte tattiche di Lerda. Pagano è un centrocampista laterale, ma se, come sembra, l’allenatore di Fossano deciderà per un innovativo 4-3-1-2, ecco che l’ultimo arrivato in casa granata potrebbe ricoprire proprio quel ruolo dietro il duo Bianchi-Antenucci. Infine, questo acquisto potrebbe mettere la parola fine al mercato del Toro. Il condizionale è d’obbligo, ma ora come ora, l’arrivo di un esterno come D’Alessandro sembra tanto difficile quanto superfluo. Tutto dipenderà da eventuali altre cessioni, come quella possibile di Obodo. Se non dovesse partire nessuno, il calciomercato del Toro si potrebbe ritenere chiuso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy