Argentina, rodaggio Mondiale: stanotte la sfida ad Haiti. Ansaldi scalpita

Nazionali / L’Albiceleste in campo alla Bombonera per trovare il giusto equilibrio verso Russia 2018. Il laterale del Torino spera di entrare, anche a partita in corso

di Federico Bosio, @fedebosio19

Un sogno che è diventato realtà, grazie alla costanza ed al livello delle prestazioni offerte nell’ultima stagione con la maglia del Torino: Cristian Ansaldi è stato uno dei migliori giocatori per quanto riguarda l’appena conclusa annata in casa granata, una delle note indubbiamente più liete, e non a caso tutto questo è valso la convocazione da parte del CT Sampaoli per partecipare a Russia 2018, quello che sarà per il laterale il primo Mondiale della sua carriera. Compiuto questo primo passo, perchè non continuare a sognare e sperare – lottando per ottenerla – di indossa una maglia da titolare durante la competizione? Un obiettivo che il duttile esterno difensivo può riuscire a centrare, ma molto dipenderà dal modulo che il commissario tecnico vorrà utilizzare.

L’Argentina si è infatti qualificata a questo Mondiale non senza qualche incidente di percorso di troppo, e – nonostante la qualità delle pedine a disposizione – nel corso di tutto il girone di qualificazione l’Albiceleste non ha mostrato di aver trovato una giusta quadratura, un necessario equilibrio tra i reparti e coesione di squadra: elementi fondamentali per sperare in un buon percorso in Russia. Ecco che le amichevoli in preparazione della competizione possono dunque essere sfruttate in proposito, per migliorare sotto questi punti di vista e presentarsi al Mondiale nelle vesti di squadra con la ‘S’ maiuscola.

Il primo impegno amichevole dal quale è attesa l’Argentina si svolgerà questa notte (fischio d’inizio all’1, ora italiana) nella caldissima atmosfera della Bombonera, dove Messi e compagni saranno supportati dal popolo di casa per ben figurare, vincere e convincere contro le non irreprensibili Haiti. Sampaoli sembra improntato a schierare una difesa a tre, in uno scacchiere tattico nel quale Ansaldi – al Torino ma non soltanto – ha dimostrato di incastonarsi alla perfezione. Il laterale granata scalpita per poter ottenere una chance, al momento anche a partita in corso: non soltanto far parte della spedizione, ma presenziare da protagonista e non da controfigura.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy