Belotti, partner cercasi. E Mazzarri: “Lo vedo più con uno o due trequartisti”

Belotti, partner cercasi. E Mazzarri: “Lo vedo più con uno o due trequartisti”

Approfondimento / Mazzarri alla ricerca del partner ideale per il suo numero 9. Intanto in Nazionale Belotti segna e convince nel 4-3-3 di Mancini

di Nicolò Muggianu

AAA Cercasi “spalla”. L’annuncio, almeno formalmente, al Filadelfia non c’è ancora eppure Walter Mazzarri è da tempo che cerca il partner d’attacco ideale per Andrea Belotti. Tante le prove fatte dal tecnico di San Vincenzo in queste prime dodici partite di Serie A: dall’attacco pesante completato da Zaza, a uno più tecnico con uno o due trequartisti ad agire alle spalle del “gallo”. Ma la sensazione è che al momento Mazzarri non abbia ancora trovato la giusta quadratura del cerchio.

Belotti in Nazionale come i miti del ‘28: il Gallo aggancia Rossetti e Baloncieri

MOTIVI – Un po’ per i tanti infortuni che hanno colpito Iago Falque in questo sfortunato avvio di stagione, un po’ per la precaria condizione psicofisica di alcuni giocatori e un po’ per le caratteristiche di alcuni singoli. In altre parole: Zaza non convince per caratteristiche tecnico-tattiche, con Mazzarri che al momento lo reputa più un’alternativa a Belotti che il suo compagno di reparto ideale. Discorso simile anche per Verdi: il più utilizzato fino ad oggi, ma ancora in evidente crisi di fiducia e molto lontano dalla miglior condizione. Chiude il cerchio Berenguer, grande protagonista dell’ultima vittoria a Brescia, e potenziale jolly alla ripresa del campionato.

L’INDIZIO – Ma alla vigilia della settimana che introdurrà la squadra di Mazzarri al match contro l’Inter, il tempo per fare esperimenti è scaduto. E allora una domanda sorge spontanea: dopo tutti questi tentativi, qual è il compagno che Mazzarri ritiene ideale per valorizzare Belotti. Il tecnico di San Vincenzo lo ha svelato nel post partita di Brescia-Torino, affermando che “Belotti per le caratteristiche che ha deve giocare come centravanti, ma deve avere intorno una o due seconde punte che gli girino intorno“. Niente Zaza dunque, ma uno o due tra i già citati Verdi, Berenguer e Iago Falque. Insomma, un Belotti in versione Nazionale visto che anche il ct azzurro Mancini lo ha utilizzato – con ottimi risultati – contro la Bosnia come terminale offensivo del suo 4-3-3, con alle spalle due rifinitori come Insigne e Bernardeschi. Mazzarri prende nota.

33 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. toro - 8 mesi fa

    Stai diventando ridicolo il trequartista l’avevi e lo hai fatto regalare. Dicevi che non serviva un trequartista, ora hai cambiato idea. Dopo 12 partite di campionato non hai ancora le idee chiare. Non pensi sia il caso di dare le dimissioni x evidente carenze? FALLO. Sarebbe un gesto di intelligenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granat....iere di Sardegna - 8 mesi fa

    Singolare è il fatto che Mancini abbia trovato il modo di fare rendere il gallo vedendolo e allenandolo ogni tanto. Il nostro mister invece lo allena ormai da quasi due anni e ancora è nella fase della sperimentazione, fermo restando che falque come trequartista è una sua convinzione personale visto che è un laterale. Ma è inutile protestare, è Mancini che non capisce nulla, Mazzarri invece ha capito tutto e si vede…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 8 mesi fa

      … con Mazzarri inutile sperare nel tridente..in ritiro sembrava si puntasse su un vero 343 ma è bastato l’infortunio a jago x accantonarlo definitivamente…ok erano indisponibili parigini ed edera però…non si fa cosi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. leoj - 8 mesi fa

    “la sensazione è che Mazzarri non abbia ancora trovato la quadratura del cerchio”,
    è un po’ come dire che ultimamente , a Venezia, la sensazione è che il suolo sia piuttosto umido

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. leoj - 8 mesi fa

    bene, Cazzarri, bene.
    adesso però vai a curarti la cataratta ok?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. policano1967 - 8 mesi fa

    E chi sarebbero sti trequartisti ke potrebbern affiancarlo?so curioso ora.fino ad ora erano zaza e de silvestri.vuoi vede ke il prossimo sara lyanco?in alternativa restano cairo comi e bava.ce ne di roba vero mister?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13967438 - 8 mesi fa

    Qualcuno oltre che a sgozzare capretti dentro un pentacolo deve aver pensato di favorire la discesa dell’anticristo mettendo in giro la voce Laxalt trequartista.
    Ora, contando fino al numero di Graham lo stesso viene ridefinito dai cancheri blasfemi che comunque ne conseguono…
    Almeno la presenza dell’anticristo e la soluzione di un problema di matematica irrazionale sono serviti.
    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Maver - 8 mesi fa

    Nella testa dell’intrepido AGONIA non esistono trame offensive.. tutti a difendere e distruggere per il raggiungimento del sacro 0-0.. AGONIA VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. toro52anni - 8 mesi fa

    Il più contento dei moduli del Toro sarà sicuramente Mancini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. GlennGould - 8 mesi fa

    Poco più di un mese a Natale, e ancora non sa chi e come far giocare con Belotti.
    Buono!
    Avanguardia pure.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. pinco pallino - 8 mesi fa

    Ci hanno abituato a mangiare talmente tanta merda, che ci arrampichiamo sui vetri meglio dell’uomo ragno.
    Tanti articoli sulla CAVALCATA del girone di ritorno. Eravamo in lotta per un posto in champions in EL e siamo rimasti fuori da tutto.
    Da TUTTO. E ppure a sentire cairo, mazzarri e company ,è stato un successone.
    MIster e ragazzi, sono andati subito a chiedere i soldi a cairo perchè avevano vinto il titolo di ripescati. Il resto l’è sotto gli occhi di tutti.Una ipocrisia,che fa venire la pelle d’oca. Il calcio è passione, ma questa schifezza che passione è ?
    Non sopporterei più, un altro articolozzo su nkoulou, di come è forte e wowww quanti passaggi ha fatto, come salta bene in alto.
    Non basta buttar giù merda, anni dopo anni, ci dobbiamo sorbire anhe i vaneggiamenti propagandistici.
    L’unica cosa bella di questo TORO è proprio Andrea Belotti.
    Perchè pure la maglia, pure quella ci hanno tolto.a
    5 anni ci aspettano con sta schifezza joma
    Deprimente
    Barcollo ma non mollo!
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Wallandbauf - 8 mesi fa

    Io a fianco al Gallo metterei un bell’ incontrista, di quelli rudi con I piedi di legno, magari un difensore vecchia maniera o, perchè no? Un portiere. Così voglio vedere gli avversari sbigottiti che contromosse possono inventarsi…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. user-13797744 - 8 mesi fa

    Preso nota anche dal Napoli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Dario61 - 8 mesi fa

    Ma quando la smetti di bere Mazzarri si torinogranata ho letto che vuole provare Laxalt trequartista ..ma qui stiamo rasentando il ridicolo con questo qui in panchina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. leoj - 8 mesi fa

      Rasentando?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. eurotoro - 8 mesi fa

    sempre piu convinto che non esiste il ruolo di ala x Mazzarri…peccato che ne avevamo 6…ma ancora x poco…jago da ala trasformato in trequartista..verdi idem…e i risultati si vedono…agghiaggiande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Conta7 - 8 mesi fa

    Con la squadra al top fisicamente, come il girone di ritorno dello scorso anno, credo che il disegno migliore e quello voluto da Mazzarri prevedesse 3-4-3 con Iago e Verdi a girare intorno al Gallo. 2 giocatori tecnici in grado di lanciare la punta che sa attaccare la profondità e che, come il Gallo, ha bisogno di campo.
    Tant’è che è stato provato molto a Bormio (senza Verdi chiaramente…) per cui il desiderio è chiaro, anche perché è il modulo che ci ha consentito la cavalcata del girone di ritorno della scorsa stagione.
    Poi è normale che, non avendo i giocatori nelle giuste condizioni per mercato e infortuni ed essendo la squadra in difficoltà dal punto di vista atletico per via di come è iniziata la preparazione e la stagione, lo scenario migliore in questo momento è quello che prevede uno dei 2 sottopunta in grado di fare bene anche la fase di non possesso, per poi alzarsi in fase attiva.
    E Brescia, dopo il derby,è stata un’ottima prova, a dimostrazione del fatto che non contano il numero di attaccanti (vd Zaza = Zavorra!).
    Comunque sono sicuro che appena la squadra darà garanzie e salirà di tono, se i 3 attaccanti puri faranno quello che è richiesto dal calcio di oggi, saranno mandati in campo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 8 mesi fa

      ..e da quando 2 ali devono girare intorno alla punta?…ma dai ma come si fa?…le 2 ali devono andare sul fondo a crossare…altro che girare intorno..al problema!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 8 mesi fa

        Euro toro allora se pensi quello non sono ne falque ne verdi.hanno sempre fatto bene a piede invertito per accentrarsi e tirare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. eurotoro - 8 mesi fa

          …certo..anche i cross a rientrare hanno sempre fatto bene..e verdi crossa bene anche di sinistro…il problema è che Mazzarri non vuole occupare le fasce con 2 ali ma intasare il centrocampo con 2 trequartisti…adesso se mi dite che jago e verdi giocano meglio da trequartista che da ali…mi arrendo e mi rassegno al 361

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bischero - 8 mesi fa

            Quella dei numeri é una fissazione che va superata. Si gioca oramai in 30 metri fra difesa e attacco nelle varie zone di campo a seconda della fase che si sta facendo. Leggo molte considerazioni figlie del momento che 6 mesi fa non si facevano.

            Mi piace Non mi piace
        2. eurotoro - 8 mesi fa

          …dici bene ” per accentrarsi e tirare”…mi dici come possono accentrarsi se gia li mette al centro?…è quando hanno fatto le ali che accentrandosi si vanno a creare lo spazio x tirare e crossare…andatevi a rivedere jago nel 343 di gasperini al genoa..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Conta7 - 8 mesi fa

        Infatti li ho chiamati “sottopunta”, non ali.
        Diciamo che, per essere precisi, quello che ho descritto come modulo ideale sarebbe 3-4-2-1, perché i 2 a fianco del Gallo devono giocare tra le linee e saper venire dentro al campo per verticalizzare e/o allargare il gioco per i nostri quinti: sono loro principalmente a dare ampiezza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 8 mesi fa

      È normale giocare così. Alla fine forse ci arriveremo. Ma se il rendimento degli esterni è dei mediani é questo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Granat....iere di Sardegna - 8 mesi fa

      Parli della preparazione come se fosse una entità esterna piovuta addosso all area tecnica come se non la riguardasse. Ma allora tutte le squadre che fanno l Europa dovrebbero rinunciarvi visti i problemi di preparazione. È una competenza specifica dell area tecnica, se la sbagli non puoi prendertela con la fata turchina ma solo con te stesso. In ogni caso siamo a novembre e ogni sosta della nazionale ci viene venduta come l occasione per recuperare il deficit atletico, ammesso che esista. Speriamo non si arrivi a giugno dicendo che bisogna aspettare la sosta estiva per recuperare il deficit di preparazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Mario66 - 8 mesi fa

    Sinceramente mi sono stancato di questi ragionamenti assurdi e ripetuti. Se si è insistito per comprare Verdi e si sono tenuti tutti questi esterni è perché l’idea di gioco era quella di un 343. Allora lo si faccia almeno una volta!
    Mazzarri ha perso la.bussola ormai da tempo purtroppo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. torracofabi_13706409 - 8 mesi fa

    Mazzarri vuole giocare con una punta, altri ragionamenti non ne esistono.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Daniele abbiamo perso l'anima - 8 mesi fa

    A prescindere dalla buona prestazione contro il Brescia, vedo bene Berenguer contro l’Inter, perché perlomeno salta l’uomo in velocità e dribbling, al contrario del Verdi attuale che ad oggi quando gioca aiuta più gli avversari che il Gallo …
    Unico problema dell’andaluso è che da titolare non fa mai bene. Da subentrato si. Dovrebbe lavorare (anche ) su questo Mazzarri. Oltre che sui primi tempi scialbi, la carenza di azioni di attacco create, il non gioco, la difesa non più solida, l’entusiasmo perduto, i mugugni in spogliatoio, i troppi infortuni, il centrocampo senza qualità ….
    Direi che se si esclude il surriscaldamento globale le responsabilità di Walter non sono poche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. uiltucs.pesar_12159015 - 8 mesi fa

    Curioso come, al di là della condizione fisica non ottimale, l’unica volta che abbiamo giocato con i 2 trequartisti sia stato alla prima giornata dei preliminari: poi 2 punte (ma ha funzionato solo con Zaza), e con il Gallo e un trequartista (esperimento, tranne qualche rara eccezione, sempre fallito): non mi piace criticare a prescindere ma credo che Mazzarri cominci ad essere in confusione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Simone - 8 mesi fa

    Io, invece, vedrei WM a casa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rock y Toro - 8 mesi fa

      Con una o due badanti “che gli girino intorno”…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 8 mesi fa

        Questa è la battuta della settimana, del mese, dell’anno!
        Sto male 🙂
        +100

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 8 mesi fa

      “Con uno o due badanti che gli girino intorno “.
      Come si suol dire …LOL

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy