Bonifazi: alla Spal è maturato, adesso Mazzarri lo vuole valutare

Bonifazi: alla Spal è maturato, adesso Mazzarri lo vuole valutare

Focus on / Ottima stagione a Ferrara per il difensore, ma il futuro è in bilico

di Marco De Rito, @marcoderito

Termina la stagione, è tempo di bilancio anche per i giocatori del Torino che hanno disputato il campionato in prestito altrove. Kevin Bonifazi ha disputato un ottimo campionato alla Spal. Messi alle spalle alcuni problemi fisici che non gli hanno permesso di esprimersi al meglio ad inizio stagione, il difensore – che oggi è impegnato nel pre-ritiro della Nazionale Under 21 verso l’Europeo di categoria – ha disputato un’annata in crescendo. Dopo il rientro ha collezionato quattro panchine (dalla quinta all’ottava giornata) per poi scalare le gerarchie e diventare titolare nella difesa del tecnico Semplici.

UFFICIALE – Ljajic è stato riscattato dal Beşiktaş, al Torino 6,5 milioni di euro

IL BILANCIO – Le cifre, innanzitutto: 28 presenze (27 in Serie A e 1 in Coppa Italia), 2 gol e 1 assist. Tra le reti messe a segno da segnalare quella siglata alla Juventus nel match vinto proprio dalla sua Spal per 2-1: la ciliegina sulla torta di una stagione davvero positiva. E’ riuscito a unire tecnica e fisicità, dimostrandosi abile negli uno contro uno, con lui poche volte gli avversari riescono a spuntarla. Da sottolineare la sua velocità, che nel recupero dei palloni è fondamentali. Un difensore che sta maturando sempre più e che al Toro potrebbe sicuramente far comodo nel futuro: Mazzarri, che lo ha già avuto a disposizione tra gennaio e maggio del 2018, ha confermato a più riprese di averlo seguito con attenzione.

PROSPETTIVE – Il suo futuro in granata, però, non è ancora ben definito. Di certo oggi il ritorno al Torino appare scontato: su Instagram il giocatore ha già salutato Ferrara, Mazzarri è pronto ad accoglierlo nel ritiro di Bormio. I granata eserciteranno il diritto di controriscatto dalla Spal – pagando una sorta di premio di valorizzazione. Dopodiché si valuterà il da farsi, insieme all’entourage del giocatore. Il Toro, anche considerando il ritiro di Moretti, ha già diversi difensori sotto contratto: da Djidji (che verrà riscattato) a Lyanco, passando per Bremer. In ogni caso il tecnico di San Vincenzo stima Bonifazi, ma durante il precampionato deciderà che assetto avrà la difesa granata e allora si capirà di più sul futuro del classe 1996 a cui di certo non mancano gli ammiratori.

20 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Paul67 - 7 mesi fa

    Qualcuno per caso lo ha visto dal vivo? Io si, ha più culo di Maxi, la sua velocità è pari ad un bradipo appena sveglio, io capisco che viene dal settore giovanile ma se vogliamo ambire a posizioni migliori Bonifazi nn fa per noi a meno che nn lo si utilizzi come rincalzo ma a questo punto meglio farlo giocare un’ altro anno in prestito. Inadatto al calcio moderno sempre più veloce e sempre più in verticale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Immer - 7 mesi fa

    Lyanco è da valutare per la sua tenuta fisica bremer non ha mai giocato di si può andare come riserva. È da tenere però farlo marcire in panchina no in questo caso è meglio monetizzare. Mazzarri tanto utilizza sempre gli stessi perciò se per caso non ci sono infortuni lyanco bremer e bonifazi staranno in panchina a lungo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. renato - 7 mesi fa

      Hai detto bene, se per caso non ci sono infortuni… Purtroppo però gl’infortuni ogni tanto ci sono, ed esistono anche influenze e mal di pancia, di tanto in tanto, per non parlare di eventuali squalifiche. Pensi che si possa affrontare una stagione intera con tre titolari e tre panchinari fissi? Cerchiamo di essere un po’ realisti e soprattutto un po’ pratici.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Immer - 7 mesi fa

    Da tenere assolutamente un giocatore sicuro di se gioca sempre a testa alta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. renato - 7 mesi fa

    Devo ammettere che questa volta non sono d’accordo con i commenti negativi che ho letto qui sotto. Per me Bonifazi è un ottimo elemento e non lo cederei assolutamente. Darlo un’altra volta in prestito vorrebbe dire avere le idee quantomeno “confuse”.
    Se un giocatore è valido lo tieni, altrimenti lo cedi. A 23 anni un atleta raggiunge il massimo come efficienza fisica (questo è un dato biologico, non un parere personale).
    Se ben allenato e soprattutto utilizzato bene questo è il momento di fare una valutazione definitiva.
    L’anno appena finito ci siamo tutti lamentati della famosissima “rosa corta”. Come ho già detto altre volte, a mio (modestissimo) parere sarebbe bene avere 11 titolari e 11 sostituti alla stessa (o quasi) altezza dei titolari. In pratica diciamo 22 titolari.
    Con il ritiro di Moretti ci sono 6 difensori (non ho messo Ferigra nella lista) e lui è uno dei 6. Non mi porrei tanti problemi filosofico-esistenziali nel tenerlo. Non vedo in giro elementi del suo livello che potrebbero enrare nella succitata lista dei “22 titolari” senza andare a cercare le altrettanto famose “scommesse” che tanto piacciono a qualche dirigente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. patricio.hernandez - 7 mesi fa

      infatti …non vedo cosa debba valutare mazzarri…..pero’ questa campagna della stampa un po’ mi puzza……..cessione benassi style??? speriamo di no!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. renato - 7 mesi fa

    Devo ammettere che questa volta non sono molto d’accordo con i commenti negativi che ho letto qui sotto. Per me Bonifazi è un ottimo elemento e non lo cederei assolutamente. Darlo un’altra volta in prestito vorrebbe dire avere le idee q

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. PrivilegioGranata - 7 mesi fa

    Sia come sia, in difesa tra IZZO N’KOULOU DJIDJI BREMER LYANCO BONIFAZI E FERIGRA siamo messi molto bene.
    Vedremo se qualcuno sarà mandato in prestito e/o chi invece sarà ceduto.
    Per questo comunque ci sono la società e il tecnico.
    Diciamo che, stando così le cose, il reparto arretrato non ha bisogno di rinforzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Numero7 - 7 mesi fa

    Quello che farei io….via Zaza per soldi freschi da investire e dentro Petagna per scambio alla pari con Bonifazi visto che di centrali ne abbiamo abbastanza, non sarebbe male per niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Mimmo75 - 7 mesi fa

    E’ maturato ma ho l’impressione che per il gioco che vuole Mazzarri non sia l’ideale. Non è un fenomeno nell’uno contro uno in campo aperto, è molto più bravo nella marcatura statica. Credo che questa sua caratteristica farà la differenza e non mi meraviglierei se venisse ceduto definitivamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. eurotoro - 7 mesi fa

    Bonifazi si rivelera’ l’erede di big jim Giacomo Ferri!…Mazzarri sa’ il fatto suo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 7 mesi fa

      Perdonami ma hai un ricordo molto sbiadito di Giacomo Ferri, oppure non hai ben presente Bonifazi. Izzo è molto più vicino a Ferri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 7 mesi fa

        …Bonifazi se non erro 3/4 anni piu’ giovane di Izzo …ne riparliamo tra 2 anni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. PrivilegioGranata - 7 mesi fa

    Come sempre, mi fido di Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. GlennGould - 7 mesi fa

    Augurandomi di sbagliare, ovviamente, non credo che Bonifazi possa mai diventare un difensore di primo livello.
    So di non scrivere una cosa piacevole, ma è quello che penso. Troppo lento, e non mi sembra abbia i tempi del grande difensore.
    Lieto di essere smentito, ovviamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 7 mesi fa

      Sono d’accordo con te sul fatto che , difficilmente sarà l’erede di Sergio Ramos. Ha bassa frequenza di passo e, come Meitè, sembra lento ma non lo è. Lui, Bonifazi, sogna. Sogna anche ad occhi aperti. Spesso si distrae e la testa, per me non c’è. Sogna, legittimamente palcoscenici che attualmente il Toro non può offrirgli. Io al giusto prezzo lo darei via, senza contropartite. Solo cash.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. anpav - 7 mesi fa

        Sulla parte tecnica, attendo gli eventi.
        Sulla questione di testa, faccio rilevare soltanto che è giovanissimo e che quindi certi errori, compresi quelli di distrazione e di tenuta mentale su alti livel per 95 minuti, sono fisiologici.E soprattutto allenabili.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 7 mesi fa

        @anpav, la comparazione con altri soggetti della stessa età è già stata fatta , lui rispetto ad altri potenziali crack, non c’è. Si farà? Forse si forse no. Se deve essere fatta una scelta, lui è l’ultima carta, per ora.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bilancio - 7 mesi fa

      Io non l ho seguito tanto da poterlo giudicare.
      Due pero sono le certezze.
      1) siamo pieni di difensorie dobbiamo focalizzarci sul centrocampo con 2 pedine che diano fantasia ed al servizio del gallo. E’ una bestemmia vederlo andare sulle fasce a crossare.
      2) Bonifazi garantira’ una ricca plusvalenza, e’ quindi un patrimonio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tarzan - 7 mesi fa

        Sono d’accordo. Uno tra bonifazi, lyanco, bremer e djidji va ceduto per finanziare gli acquisti davanti e perché abbiamo “troppi” buoni difensori (averne di questi problemi!). Io personalmente bonifazi non l’ho mai seguito, ma mi piace molto bremer e sento un gran bene di lyanco. La parola a Mazzarri

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy