Cairo: “Non sono preoccupato. Le critiche di Miha a Ljajic? Sa lui cosa fare”

Cairo: “Non sono preoccupato. Le critiche di Miha a Ljajic? Sa lui cosa fare”

Al CONI / Il presidente parla alla premiazione del Collare d’Oro: “La Juventus si è rialzata dopo la sconfitta di Genova, ora tocca a noi fare lo stesso”

di Redazione Toro News

Ha parlato in mattinata il presidente Urbano Cairo, ricevendo il Collare d’Oro, alta onorificenza del CONI. Ecco le sue parole.

“Per il Torino e per me è un grande onore ricevere questo premio. Il Grande Torino chiaramente lo merita ampiamente perchè ha avuto la capacità di fare innamorare un’intera nazione subito dopo la guerra, con il gioco, con le vittorie con punteggi tennistici, con una squadra che dava dieci undicesimi alla Nazionale. Io ritiro questo premio con grande commozione anche pensando a come le cose sono andate”.

Che idea si è fatto del momento del Torino?

 “Manteniamo la calma, non drammatizziamo, succede di perdere le partite. Contro il Napoli è stata una partita andata male, cominciata male con i 20 minuti iniziali che ci hanno penalizzato molto. Poi nel secondo tempo ho visto un Toro che ha fatto molto meglio, mi lamentavo dei secondi tempi ma ieri nel secondo tempo abbiamo vinto 3-2. Quindi ripartiamo dal secondo tempo di ieri, è una magra consolazione ma il Toro nella ripresa ha giocato e fatto 3 gol a un Napoli in grandissima condizione. Il Toro ha fatto un grande inizio, con molte vittorie larghe, e può riprendersi bene. La Juventus ha perso male a Genova ma poi si è rifatta subito, ora tocca a noi fare lo stesso. Credo che Mihajlovic abbia tutta la voglia e la capacità di ridare tutte le motivazioni per ricominciare a far bene”.

Verso il Genoa, una politica importante per i prezzi dei biglietti: “Mi piacerebbe che l’ultima partita del 2016 fosse una grande festa, con tanta gente allo stadio e un risultato adeguato. Spero di vedere tante famiglie allo stadio. Mi aspetto un Toro con voglia di vincere con voglia di andare a prendere alti gli avversari, come è successo in tante altre partite che ci hanno visti vittoriosi”. 

Nel post-partita di ieri, uno sfogo importante di Mihajlovic contro Ljajic: “Non ci voglio entrare, sono cose tra loro. Il mister lo conosce molto bene, lo ha voluto fortissimamente lui, è un suo pupillo e chiaramente ci sono dei rapporti tra loro dei quali io non entro. Il mister sa cosa fare”.

Adesso però la società dovrà agire sul mercato di gennaio, come ha richiesto il tecnico.

“Sicuramente se ci sono le possibilità di aggiungere valore lo faremo, da parte nostra c’è la volontà di migliorare la rosa. Sappiamo che il mercato di gennaio è molto difficile, la rosa del Toro è già buona ma se avremo possibilità di fare qualcosa certamente non ce lo lasceremo scappare. Devono essere giocatori che alzino il livello della squadra, non prenderemo giocatori tanto per prenderli”. Il nome più caldo sembra essere quello di Juan Iturbe: “Non parlo dei giocatori che non sono nostri. Parlo dei giocatori quando firmano con noi. In generale noi siamo estimatori di tutti i bravi giocatori”. 

Una battuta finale, poi, anche su Andrea Belotti: “In questo momento è capocannoniere, è un grande giocatore. Non si deve parlare solo di Belotti: bravo lui che sintetizza ma brava tutta la squadra. Di Andrea mi piace quella voglia che ha di lottare su ogni pallone, davvero un grande temperamento.”

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 anni fa

    Certi cali con una squadra giovane e cambiata molto, si dovevano preventivare, anche se fa male perdere il derby così come prendere 5 gol.
    Ci sta anche subire reti con una difesa che ha perso molto in qualità rispetto allo scorso anno.
    Credo che Sinisa abbia solo sbagliato bello scartare troppo presto Jansson.
    Mi aspetto però un mercato di riparazione degno, se si vuole si può prendere qualcuno di utile – Tonelli o Vida per la difesa , Grassi a centrocampo e Iturbe in attacco. E liberarci di Martienz, Obi e Bovo.
    Non mi sembra impresa ardua, e mi aspetto almeno tre innesti, diversamente non si cresce e il Mister non ne sarebbe contento.
    E nemmeno noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 4 anni fa

      Ciao Daniele….ESATTO!! GRANDE!!!
      Sono d’accordo che con qualche innesto di qualità ed a basso costo si possa fare un discreto girone di ritorno! Anche perchè ripeto, più di tanto non si può fare sul mercato, in quanto i giocatori veramente veramente bravi e forti e “sicuramente giusti e pronti per la serie A” le squadre che ce l’hanno, se li tengono! Ben stretti!! E non è questione di soldi, almeno NON SOLO!
      Fra l’altro credo anzi spero di rivedere Avelar in campo, se davvero recuperato è un giocatore in grado SIA di dare respiro e far rifiatare il povero Barreca che inoltre dare il suo contributo sulla fascia….i cross li sapeva fare eccome!!! E con Grassi in mezzo insieme a Valdifiori magari al posto di Baselli lo vedrei molto bene! Iturbe insieme a Falque o Ljajic sarebbe inoltre una bella alternativa, così come avere un paio di centrali “in più” da alternare agli attuali, siano Tonelli, Vida (poco probabile però…) oppure Simunovic (che già quest’estate era pronto per venire, ma c’erano legittimi dubbi sulle Sue condizioni fisiche…)….
      Inoltre comincio ad avanzare alcuni dubbi sui seguenti giocatori:
      BASELLI: sempre una “promessa” ma mai una certezza! E’ vero che è un giovane di prospettiva, però….
      MARTINEZ: anche Lui è un giovane di belle promesse, ma MAI una certezza, se non quella di sbagliare Gol parecchio facili e non fare neanche quelli difficili, ovviamente!….
      MAXI LOPEZ: lavatrice sulle spalle a parte, anche Lui è parecchio l’ombra di quello visto un paio di anni fa….d’altra parte 32 anni cominciano ad esserci…
      OBI: una certezza il Suo recarsi spesso in infermeria!….Anche se l’età è dalla Sua (solo 25 anni..) la questione è che DOBBIAMO però poter contare su di una integrità fisica, non ci possiamo permettere SEMPRE un uomo in meno!…
      Quindi confido MOLTO sul fatto che SINISA abbia visto questo ed altro, e che quando si riferisce al fatto che “PENSAVA” di avere una rosa di 22 giocatori, si sia reso conto di CHI in effetti và mollato! Magari con tanti tanti rigraziamenti per quanto fatto in passato (vedi ad es. VIVES o MORETTI o MOLINARO…) però NON SIAMO una Società di Mutuo Soccorso!!!
      FV❤G!!
      SEMPRE!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 anni fa

        Ciao Bertu, a volte siamo in disaccordo…ma non questa volta, evidentemente Condivido pienamente le tue considerazioni, anche quelle che hai fatto sui giocatori. Mi spiace per Baselli ma alla fine è vero: è sempre una promessa.
        Per quanto riguarda i rinforzi speriamo arrivi gente utile e forse ha ragione Rampanti, non abbiamo incontristi. Serviva uno come Gazzi….,

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bertu62 - 4 anni fa

    Fratelli e sorelle granata, ciao!!
    Anche se tardi (per via della differenza di fuso orario..) arrivo a dare anch’io un piccolo contributo di pensiero di tifoso-granata…..
    In primis, come ho già detto altre volte, c’è la questione “squadra”….
    A detta di tutti, ma proprio tutti, fin da questa estate era evidente che saremmo partiti “con handicap” , nel senso che abbiamo cambiato tutto ma proprio TUTTO nel giro di qualche mese, dall’allenatore ai giocatori al modulo, per cui tutti ma proprio TUTTI si era molto ma MOLTO scettici su dove saremmo potuti arrivare e sul “ma dove vogliamo andare” con quei giocatori! In ultimo anche la telenovela MAKSIMOVIC che ci ha lasciato a piedi di colpo dopo che aveva giurato (da Serbo a Serbo…) a Mjhailovic che sarebbe rimasto..Quindi dai, siamo obiettivi! Almeno con noi stessi!! Non fatemi andare a prendere i post che alcuni qui hanno scritto, dove si parlava addirittura di retrocessione!!! Piuttosto ammettiamo che SIAMO STATI NOI, TUTTI NOI ad aver creduto di avere una squadra di fenomeni, in grado di ribaltare tutti e tutto, comprese la corazzata RUBENTUS e la portaerei NAPOLI..Certo, le partite contro Roma e Fiorentina ci avevano fatto ben sperare, così come le vittorie “rotonde” con Cagliari, Bologna e Cagliari, però….Però ci sono state anche le partite contro il Pescara, l’Atalanta, l’Empoli, che DOVEVANO dirci qualcosa, no? E quelle con la Samp, con l’Inter, con l’Udinese….Allora il senso, ammesso che ci sia, qual è?
    Il senso è che siamo COMUNQUE una squadra “giovane”, sia di modulo che di allenatore che di alcuni calciatori, con l’aggiunta di alcuni altri calciatori che devono essere “recuperati” o da lunga inattività o da lunghi infortuni, tutto qui! Siamo una squadra che quando riesce ad avere TUTTI gli uomini che scendono in campo AL TOP della Loro condizione psico-fisica, allora vanno a mille, ma quando invece o sono stanchi o sono scarichi di testa oppure devono essere sostituiti, beh allora siamo in crisi!!!
    NON SIAMO MAI STATI UNA SQUADRA DI FENOMENI.
    NON SIAMO MAI STATI UNA SQUADRA DI BROCCHI.
    Questa è la verità. Siamo una squadra che è stata “assemblata” questa estate, fra mille difficoltà, con alcuni obiettivi molto concreti e precisi, dichiarati da subito dal nuovo allenatore: restare in A quest’anno ed andare a giocare in Europa l’anno prossimo. PUNTO.
    Si poteva fare meglio? CERTO! Si può sempre migliorare (soprattutto a parole e con i soldi degli altri….)…
    Si poteva fare peggio? ALTROCHE’!!! Basta guardare la classifica, anche oggi, per vedere squadre come INTER e FIORENTINA che hanno speso MOLTO più di noi e che sono SOLO lì davanti a 1 o 2 punti!
    Ma la questione è che ADESSO le cose si fanno interessanti!
    ADESSO che siamo quasi a metà del percorso e che l’allenatore ha avuto modo di vedere BENE i giocatori, di conoscerli, di valutarli beh ADESSO vedremo chi parte e CHI resta! Si fratelli e sorelle perchè NON DIMENTICHIAMOLO si deve anche rispettare la rosa a 25 nomi! Per uno che arriva, uno deve andare via! Per uno che entra in rosa, un altro deve uscire!
    E non dimentichiamo che probabilemte ci saranno anche alcuni nostri giocatori che rientreranno, come GOMIS, come PARIGINI….
    Insomma, io sto con SINISA!
    Io sto con CAIRO!
    SINISA sa cosa fare, ha visto soprattutto CHI può anzi DEVE rimanere ed invece CHI DEVE andare via!
    Arriverà Iturbe? BENE.
    Arriverà Tonelli? BENE.
    Arriverà Simunovic? BENE.
    Insomma, che arrivi pure CHI deve arrivare, ma soprattutto che parta CHI DEVE PARTIRE! CHI NON E’ DA TORO, CHI NON RIESCE A DARE IL 100%, CHI NON CE LA FA AD ESSERE PER 90 MINUTI SUL PEZZO, VADA VIA!!
    Non possiamo avere SEMPRE e SOLO 11 Giocatori su cui contare!!
    Il calcio OGGI più di ieri si gioca con ALMENO 14 giocatori, 11 di partenza e 3 cambi! Sono d’accordo che noi non abbiamo né Messi né Bale né Higuain o Dybala in panchina, ma neppure POSSIAMO o DOBBIAMO avere Obi Acquah Bovo Moretti Molinaro Martinez Lopez!!! Come ha detto Sinisa, in 5 subentrati hanno fatto 1 gol, UN GOL!!!
    FV❤G!!
    SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. fabrizio - 4 anni fa

    “Sicuramente se ci sono le possibilità di aggiungere valore lo faremo, da parte nostra c’è la volontà di migliorare la rosa”

    e’ la stessa frase che ripete tutti gli anni prima del mercato di riparazione. Poi alla fine arrivano (se arrivano) solo scarti e nei reparti sbagliati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. noolit - 4 anni fa

    Siamo riusciti a smantellare in due anni una difesa che ci avrebbe invidiato tutto il mondo!!!
    Tanti soldini si guadagna a fare il presidente quando si ha un fenomeno come Petrachi come DS è….
    Speriamo nell’acquisto di almeno un paio di centrali di livello, altrimenti la vedo dura….altrochè Iturbe….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. puliciclone - 4 anni fa

      “….la difesa più forte del mondo”….dai non esageriamo pls!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Cecio - 4 anni fa

      Mi sembra che tu abbia un po’ esagerato…
      Maksi fa panca al Napoli, Darmian fa panca al Machester, il solo Glik gioca con continuità a Monaco per non parlare degli altri difensori che se ne sono andati.
      Sono d’accordo che avevamo una buona difesa e che sicuramente sarebe stata migliore di questa, ma senza i soldini di quelle cessioni non avremmo avuto Belotti & C…
      Ora si dia continuità alla crescita prendendo difensori di livello e alternative a centrocampo.
      In ultimo se Iturbe vuol venire a prendere il posto di Marintez, ci sta come investimento ma prima bisogna dar via il venezuelano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. policano1967 - 4 anni fa

    sinceramente nemmeno io son preoccupato delle parole di sinisa su adem.sono piu preoccupato di cosa vuoi fare nel mercato di gennaio.va bene cosi o vuoi correggere la rotta rinforzando la squadra in difesa e in mezzo al campo?e chiarro che il toro nn ha bisogno di stravolgimenti ma solo intervenire in modo intelligente dove si deve.la priorita e la difesa e il centrocampo.iturbe che lo reputo buono nn e una priorita.in avanti nn siamo male.caro presidente se ti fa male il piede nn puo fasciarti la mano per intenderci.va bene la clausula belotti,ma il toro e una squadra e possibilmente va rinforzata dove si deve.il senso e quello di migliorarci ma anche essere una societa attiva possibilmente

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy